Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'infezione COVID-19 durante la gravidanza aumenta il rischio di sviluppare l'pre-eclampsia, ritrovamenti di studio

Uno studio recentemente pubblicato ha trovato che le donne che contrattano COVID-19 durante la gravidanza sono all'elevato rischio significativamente di sviluppare l'pre-eclampsia, la causa principale della morte materna ed infantile universalmente.

“Nell'infezione SARS-COV-2 durante la gravidanza ed il rischio di preeclampsia: un esame e una meta-analisi sistematici„ https://www.ajog.org/article/S0002-9378(21)00947-9/fulltext hanno pubblicato nel giornale americano dell'ostetricia e la ginecologia, ricercatori ha detto che il loro esame sistematico indica che le donne con l'infezione SARS-CoV-2 durante la gravidanza hanno avute più alte probabilità di 62% di preeclampsia di sviluppo che quelle senza l'infezione durante la gravidanza.

Questa associazione era notevolmente coerente attraverso tutti i sottogruppi predefiniti. Inoltre, l'infezione SARS-CoV-2 durante la gravidanza è stata associata con un importante crescita nelle probabilità di preeclampsia con le funzionalità, l'eclampsia e la sindrome severe di HELLP.„

Roberto Romero, M.D., DMedSci, capo del ramo di ricerca di Perinatology ed il professor di ostetricia e della genetica molecolari, scuola di medicina di Wayne State University

Il Dott. Romero e Agustin Conde-Agudelo, M.D., M.P.H., Ph.D., professore dell'aggiunta dell'ostetricia e della ginecologia, ha pubblicato i loro risultati dopo l'esame dei 28 studi precedenti che hanno incluso 790.954 donne incinte, compreso 15.524 diagnosticato con l'infezione COVID-19.

“Sia l'infezione asintomatica che sintomatica ha aumentato significativamente il rischio di preeclampsia,„ il Dott. Romero ha detto. “Tuttavia, le probabilità di preeclampsia di sviluppo erano più alte fra i pazienti con la malattia sintomatica che fra quelli con la malattia asintomatica.„

Il Preeclampsia è un aumento improvviso nella pressione sanguigna dopo la ventesima settimana della gravidanza. I segnali di pericolo di Preeclampsia, oltre a pressione sanguigna elevata, possono comprendere le emicranie, il gonfiamento nel viso e nelle mani, la visione vaga, il dolore toracico e la dispnea. Mentre la circostanza può manifestarsi in alcune ore, alcune donne non riferiscono pochi o sintomi.

La circostanza è responsabile di 76.000 morti ostetriche e di più di 500.000 morti infantili ogni anno, secondo i preventivi dalle fondamenta di Preeclampsia. Può pregiudicare il fegato, il rene ed il cervello. Alcune madri sviluppano gli attacchi (eclampsia) e soffrono l'emorragia intracranica, la causa della morte principale in coloro che sviluppa il disordine. Alcune donne sviluppano la cecità. I bambini delle madri preeclamptic sono influenzati dalla circostanza e possono sviluppare la restrizione intrauterina della crescita o morire in utero.

Più presto la malattia comincia nella gravidanza, peggiore il risultato può essere per il bambino e la madre. Le donne con preeclampsia non percepiscono spesso gli effetti finché la circostanza non sia severa e diventi pericolosa. Gli effetti sulla madre comprendono i problemi cardiaci, l'emorragia cerebrale possibile, l'insufficienza renale acuta, i problemi di coagulazione di sangue e la cecità possibile. Se lasciato inosservato, la circostanza può diventare eclampsia e la madre può cominciare ad avere le convulsioni. Per il feto, il preeclampsia è stato connesso ad una riduzione in flusso sanguigno placentare, con conseguente fisico e l'inabilità mentale, il rallentamento dello sviluppo fetale e in casi gravi, infanti può essere nata-.

La sindrome di HELLP è un modulo di preeclampsia severo che comprende l'emolisi (la rottura dei globuli rossi), gli enzimi elevati del fegato e un conteggio delle piastrine basso.

Mentre ulteriore ricerca è necessaria determinare i meccanismi fisici fra l'infezione COVID-19 ed il preeclampsia, gli autori hanno detto che professionisti di sanità dovrebbe essere informata dell'associazione e molto attentamente riflette le donne incinte che sono infettate per individuazione tempestiva di preeclampsia.

Source:
Journal reference:

Lai, J., et al. (2021) SARS-CoV-2 and the subsequent development of preeclampsia and preterm birth: evidence of a dose-response relationship supporting causality. American Journal of Obstetrics and Gynecology. doi.org/10.1016/j.ajog.2021.08.020.