Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il sesso, l'età è fattori cruciali nella cura e nella sopravvivenza dei pazienti con i tumori cerebrali maligni

I risultati da uno studio nazionale dai ricercatori all'istituto di ricerca di traduzione di genomica (TGen), ad una filiale della città di speranza ed ai collaboratori esterni suggeriscono che il sesso e l'età siano fattori cruciali nella cura e nella sopravvivenza dei pazienti con i tumori cerebrali maligni ed altri cancri (CNS) dei sistemi nervosi centrali.

Nel primo studio per presentare i risultati a questo disgaggio, un esame di quasi 295.000 persone con i tumori maligni che provengono dal cervello ha scoperto che l'incidenza globale dei gliomi (un tumore del non neurone, delle celle di sostegno nel cervello) era più alta fra i maschi e che differenza aumentata con l'età, mentre le femmine hanno avute sopravvivenza più lunga a quasi ogni età, a meno che fra i bambini invecchiasse 0-9 anni.

I risultati di studio sono stati pubblicati recentemente in Neuro-oncologia del giornale.

Questi risultati contribuiscono alla comprensione ed all'impatto della crescita che il sesso e l'età hanno sull'incidenza e sulla sopravvivenza del cancro.„

Divisione di Michael Berens, di Ph.D., dell'autore di studio, del professor e di Direttore, del Cancro e di biologia cellulare, istituto di ricerca di traduzione di genomica

“Identificare il sesso e le fasce d'età svantaggiati è critica nella progettazione dei test clinici e nello sviluppo la cura determinata pianificazione per i pazienti con questi tumori letali,„ ha detto il Dott. Berens, che egualmente è capo del laboratorio di ricerca del glioma di TGen.

Lo studio ha ricavato da 18 anni di dati di incidenza (2000-2017) dalla registrazione centrale di tumore cerebrale degli Stati Uniti (CBTRUS), se dai centri degli Stati Uniti per il programma nazionale della prevenzione e del controllo di malattie delle registrazioni del Cancro (NPCR) e dell'epidemiologia della sopravvivenza dell'istituto nazionale contro il cancro e del programma di risultati finali (SGOMBRO). I dati di sopravvivenza (2001-2016) sono stati forniti da NPCR. CBTRUS è la più grande registrazione basata sulla popolazione della nazione messa a fuoco esclusivamente sul cervello primario e sui tumori dello SNC. Soltanto i tumori maligni sono stati inclusi in questa analisi.

Fra i risultati dello studio:

  • Di quei pazienti studiati: 44,1% erano femminili; 55,9% erano maschii.
  • Il tumore al cervello di Glioblastoma era la diagnosi più comune, rappresentante 55% di tutti i casi.
  • Di quelli con il glioblastoma, 53% erano femminili; 56% erano maschii.
  • Il gruppo con il più alta tariffa di incidenza adeguata all'età era pazienti invecchiati 70-79, ha seguito da quelli 60-69 invecchiato e poi da quegli 80 anni e più vecchio.
  • L'incidenza di glioma in tutte le fasce d'età era più alta in maschi.
  • In generale, il rapporto maschio--femminile di incidenza era più basso in bambini ed aumentato col passare del tempo, con la più grande differenza osservata per i pazienti ha invecchiato 50-59.
  • Il rapporto maschio--femminile di sopravvivenza ha variato con l'età, con le femmine che presentano uno svantaggio di sopravvivenza in bambini sotto 9, ma un vantaggio in quasi tutte le altre categorie dell'età.
  • I maschi hanno presentati il più alto svantaggio di sopravvivenza nelle età 20-29, ma questa differenza maschio--femminile di sopravvivenza è diminuito col passare del tempo, senza la differenza statisticamente significativa di sopravvivenza in pazienti invecchiati oltre 70.

“Mentre le differenze nella sopravvivenza ed incidenza basate sul sesso e l'età sono state studiate determinato, non ha stato studi che esaminano l'intersezione di queste due variabili chiave ed il loro effetto combinato sull'incidenza e sopravvivenza per i gliomi,„ ha detto Jill Barnholtz-Sloan, Ph.D., autore senior e ricercatore senior, divisione dell'epidemiologia del Cancro e della genetica e direttore associato per il programma di scienza di dati e dell'informatica, istituto nazionale contro il cancro (NCI), che fa parte degli istituti della sanità nazionali. Il Dott. Barnholtz-Sloan ha intrapreso gli studi prima dell'aggiunta del NSC.

Source:
Journal reference:

Wang, G-M., et al. (2021) Importance of the intersection of age and sex to understand variation in incidence and survival for primary malignant gliomas. Neuro-Oncology. doi.org/10.1093/neuonc/noab199.