Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La vaccinazione COVID-19 facilita la domanda di sanità

La pandemia di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19), che è causata dall'emergenza e dalla diffusione globale successiva del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, ha indotto molti paesi ad avvertire uno sforzo acuto ed in modo schiacciante sui loro sistemi sanitari. Ciò piombo molti unità di cure intensive (ICUs) ed ospedali intorno al mondo per essere sommersi oltre la capacità.

A seguito dello srotolamento di vaccini altamente efficaci contro SARS-CoV-2, è preveduto che l'incidenza di COVID-19 cominci a diminuire ed infine tenere conto un rendimento ad una parvenza di normalità. Tuttavia, i servizi sanitari di salute pubblica hanno bisogno di un modello affidabile di prevedere le tendenze relative future alla trasmissione virale ed alla malattia clinica.

Studio: Vaccinazione COVID-19 e domanda di sanità. Credito di immagine: Kunal Mahto/Shutterstock.com

Una nuova pubblicazione preliminare sul " server " del medRxiv* discute un modello che è stato sviluppato per predire gli effetti di rilassamento delle restrizioni sul sociale e sulle interazioni di affari, viaggio e su altri interventi non farmaceutici (NPIs), con copertura della vaccinazione, sul numero di nuovi casi COVID-19 e sulla domanda sui professionisti e sugli impianti di sanità.

Sfondo

I sistemi sanitari hanno avvertito l'urto della pandemia in molti modi. Non solo sono questi il fronte della gestione medica della malattia, ma hanno dovuto adattarsi ai metodi differenti di offerta la routine ma della cura inevitabile ai pazienti non-COVID-19, consultazioni remote d'inclusione.

Nel frattempo, molti professionisti di sanità egualmente hanno dovuto catturare le precauzioni rigorose contro ottenere infettati con SARS-CoV-2 stessi, facendo uso di dispositivi di protezione individuale e stante vaccinati nella fase iniziale se in contatto con i pazienti.

Molti pazienti egualmente hanno sofferto il rinvio delle procedure elettive ma necessarie a causa dello sforzo sui loro fornitori di cure mediche.

Risultati di studio

Il modello discusso nel modello corrente comprende due moduli. Il primo modulo è epidemiologico ed usa le varie NPI entrambe quando stanno applicandi e dopo il loro rilassamento come pure l'assorbimento vaccino. Il risultato finale è una quantità di pratiche preveduta.

Il secondo modulo è basato sia sull'output del primo modulo che stima le visite di sanità, occupazione del letto valuta in ospedali e in ICUs, nella durata di soggiorno di ICU e nell'eccesso di domanda di questi servizi ed impianti. Lo studio corrente è stato effettuato nel Canada.

Le NPI rigorose iniziali hanno diminuito i gradi di infezione e così hanno diminuito la domanda sugli ospedali e sui sistemi sanitari. I programmi di vaccinazione nel Canada hanno cominciato presto nel 2021, con uno scopo iniziale di ottenere una dose del vaccino a vasto di una popolazione come possibile per fornire rapidamente una certa immunità alle popolazioni vulnerabili.

La seconda dose poi è stata offerta più presto di quanto preveduta. Per coincidenza, la seconda dose è stata offerta nello stesso momento in cui la variante di delta SARS-CoV-2 è emerso nel Canada e rapidamente si è trasformata nello sforzo di circolazione dominante. Malgrado l'emergenza di questa variante, le tariffe della vaccinazione rallentano tipicamente dopo copertura 40-50%, mentre la gente ha teso a rilassarsi i loro atteggiamenti personali di protezione contro l'infezione sono state vaccinate una volta che con anche una dose.

Il segno di copertura di 50% si è presentato nel Canada verso il mezzo del maggio 2021, seguito da entrambi questi fenomeni. Lo studio corrente è puntato su che capisce il carico preveduto di sanità nei termini quantitativi.

Implicazioni

I ricercatori hanno trovato che il loro modello misura molto attentamente la durata del soggiorno nel reparto di ospedale e nel ICU. Il modello predice che un eccesso di domanda dei letti di ICU si presenterebbe nella caduta in alcune regioni di Canada almeno, con il declino nell'efficacia vaccino contro le più nuove varianti SARS-CoV-2 di preoccupazione (VOCs) e senza ulteriore aumento significativo nell'assorbimento vaccino.

Per liberare l'ospedale ed i letti di ICU, i pazienti devono essere scaricati più presto. Tuttavia, senza migliori trattamenti, questo non può essere fatto su vasta scala a meno che le NPI siano rintrodotte. Purtroppo, questo punto è estremamente sgradevole alla popolazione che sta soffrendo dalla fatica e dalla frustrazione pandemiche.

Su una nota più luminosa, il modello egualmente indica che molte regioni nel Canada, particolarmente quelle province che hanno il più alta popolazione, sono improbabili da esaurire l'ospedale ed i letti di ICU.

La lezione da imparare è la necessità di saldare il rilassamento della NPI con la domanda di sanità. Semplicemente allontanare tutte le NPI più in anticipo può piombo rapido ad una situazione dove l'efficacia dei vaccini è limitata ed i caricamenti enormi cadono ancora sul sistema sanitario sovraccaricato.

Infatti, mentre molte province sono improbabili da avvertire un eccesso di domanda sui servizi di sanità globalmente durante l'autunno, questo potrebbe accadere con i letti di ICU.

Deve essere notato che i risultati della rinascita di caduta che non vedono la domanda di eccesso ICU dovrebbero ancora essere uno scopo per tutti i canadesi. L'assorbimento vaccino aumentato dovrebbe essere considerato così come pure comprensione aumentata e pratica adeguata dei comportamenti protettivi personali.„

Il modello usato qui può essere usato per lo studio su altre malattie infettive per esprimere nei termini quantitativi la domanda di sanità nelle più piccole o più grandi regioni.

avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2021, September 23). La vaccinazione COVID-19 facilita la domanda di sanità. News-Medical. Retrieved on December 09, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210923/COVID-19-vaccination-eases-healthcare-demand.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "La vaccinazione COVID-19 facilita la domanda di sanità". News-Medical. 09 December 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210923/COVID-19-vaccination-eases-healthcare-demand.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "La vaccinazione COVID-19 facilita la domanda di sanità". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210923/COVID-19-vaccination-eases-healthcare-demand.aspx. (accessed December 09, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2021. La vaccinazione COVID-19 facilita la domanda di sanità. News-Medical, viewed 09 December 2021, https://www.news-medical.net/news/20210923/COVID-19-vaccination-eases-healthcare-demand.aspx.