Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I melanomi che si riproducono per metastasi alla ghiandola surrenale sono resistenti agli inibitori del controllo

Gli avanzamenti recenti nell'immunoterapia hanno permesso medici all'università di centro del Cancro di colorado efficacemente ai melanomi dell'ossequio che si sono sparsi ad altre parti del corpo. Droghe di immunoterapia quali gli inibitori del controllo, che sono comunemente usati trattare i melanomi, lavoro per rinforzare il sistema immunitario di un paziente in moda da poterlo impedire un tumore “spegnere„ la capacità del sistema immunitario di combatterlo.

Nelle loro riunioni di consiglio settimanali del tumore del melanoma, tuttavia, il Cancro del CU il centro cura ha scoperto che erano tutti che incontrano lo stesso problema. Gli inibitori del controllo stavano facendo un grande processo dei sistemi immunitari che dei pazienti d'attivazione andare dentro ed uccidere le celle del melanoma in tutto l'organismo, ma per qualche motivo, le cellule tumorali che si sono sparse alle ghiandole surrenali non sono state influenzate dalle droghe. Ancora di più riguardo a, pazienti con le metastasi della ghiandola surrenale hanno avuti le prognosi e risultati significativamente peggiori che coloro che non ha fatto.

Nei casi d'esame, abbiamo notato il fatto che i pazienti stavano avendo una scomparsa completa ad altri siti della metastasi, ma la ghiandola surrenale non ha risposto. Abbiamo cominciato esaminare la probabilità di questo che accade ed ogni quanto tempo stava accadendo.„

MD di William Robinson, PhD, membro, università di centro del Cancro di colorado

Ulteriore prospezione piombo a rimozione di raccomandazione

Robinson ed altri medici del cancro del CU, compreso il collega membro Martin McCarter, MD del centro del Cancro del CU, hanno approfondito l'emissione più ulteriormente, esaminando 68 pazienti di cui il melanoma metastatico si era sparso alle ghiandole surrenali e 100 pazienti sulla stessa immunoterapia di cui il melanoma metastatico non si era sparso alle ghiandole surrenali. I pazienti hanno avuti principalmente cutaneo -; o interfaccia -; melanomi, ma alcuni melanomi dell'occhio e mucosi pure.

“Che cosa abbiamo trovato è che le ghiandole surrenali sono in qualche modo un sito privilegiato nell'organismo,„ Robinson dice della ricerca pubblicata ad agosto nel giornale completo nazionale JNCCN della rete del Cancro. “Il sistema immunitario non può in qualche modo avviare una risposta immunitaria attiva nella ghiandola surrenale. Le celle immuni sono là nella ghiandola surrenale -; potete vederli al di sotto del microscopio -; ma non possono funzionare.„

Robinson ed i suoi colleghi ricercatori ora stanno lavorando per capire perché l'micro-ambiente della ghiandola surrenale lo rende insensibile agli inibitori del controllo -; una delle loro teorie è che può essere collegato con la secrezione dei corticosteroidi -; un ormone antinfiammatorio naturale -; nella ghiandola surrenale, in grado di potenzialmente bloccare le celle immuni.

Finché non possano ulteriormente esplorare questa teoria, Robinson raccomanda che quando medici incontrano la metastasi della ghiandola surrenale nel melanoma, la loro migliore linea di condotta sia di eliminare chirurgicamente la ghiandola.

“Non è sempre facile, ma quella è la nostra raccomandazione,„ Robinson dice. “Se lasciato non trattato, le ghiandole possono diventare molto un grande, sanguini e causi molti problemi locali. Se non li eliminate, stanno andando continuare ad essere un fuoco di ulteriore diffusione del melanoma pure.„

Studio dell'emissione in altri cancri

Poichè continuano la loro ricerca, i medici del CU sperano di trovare un modo nonsurgical trattare le metastasi della ghiandola surrenale. Egualmente stanno esaminando la metastasi della ghiandola surrenale in altri cancri, compreso i cancri polmonari, per vedere se sono ugualmente insensibili agli inibitori del controllo.

“Se dobbiamo liberarci del sito del santuario ed impedire ulteriore diffusione, dobbiamo capire come trattare le metastasi nelle ghiandole surrenali in modo diverso,„ Robinson dice. “Possiamo fare l'ambulatorio, ma quello può essere molto per il paziente. Piuttosto useremmo una certa altra immunosoppressione o un certo modo bloccare la soppressione che sta andando sulla ghiandola surrenale.„

Source:
Journal reference:

Borgers, J. S. W., et al. (2021) Melanoma Metastases to the Adrenal Gland Are Highly Resistant to Immune Checkpoint Inhibitors. Journal of the National Comprehensive Cancer Network. doi.org/10.6004/jnccn.2020.7800.