Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo modello del cancro del pancreas 3D potrebbe essere usato per svilupparsi e provare hanno mirato ai trattamenti

Un gruppo internazionale degli scienziati ha creato un modello tridimensionale del tumore del cancro del pancreas (3D) in laboratorio, combinante una matrice bioengineered e le celle paziente-derivate che potrebbero essere usate per mettere a punto e sperimentare hanno mirato ai trattamenti.

In un nuovo studio pubblicato oggi nelle comunicazioni della natura, i ricercatori dall'università di Nottingham, l'università di Londra di Queen Mary, la Monash University e la Shanghai Jiao Tong University hanno creato un microenvironment multicellulare 3D che usa le celle paziente-derivate per ricreare il modo celle del tumore che si sviluppa nel cancro del pancreas e rispondono alle droghe della chemioterapia.

Il cancro del pancreas è molto difficile da trattare, specialmente poichè non ci sono segni o sintomi finché il cancro non si sia sparso. Può essere resistente al trattamento ed il tasso di sopravvivenza in basso è paragonato ad altri cancri, soltanto ad un tasso di sopravvivenza 5-10% cinque anni dopo la diagnosi.

Lo studio piombo dai professor Alvaro Mata dall'università di Nottingham (Regno Unito), Daniela Loessner dalla Monash University (Australia) e Christopher Heeschen dalla Shanghai Jiao Tong University (Cina). Il Dott. David Osuna de la Peña, un ricercatore del cavo sul progetto, ha detto: “Ci sono due ostacoli principali a curare il cancro del pancreas - una matrice molto densa delle proteine e la presenza delle cellule staminali altamente resistenti del cancro (CSCs) che sono coinvolgere nella ricaduta e nella metastasi. Nel nostro studio, abbiamo costruito una matrice in cui CSCs può interagire con altri tipi delle cellule e comportarsi insieme più simile alle loro faccia nell'organismo, aprente la possibilità per verificare i trattamenti differenti in un modo più realistico.„

C'è una necessità per i modelli migliori del cancro 3D di studiare la crescita del tumore e la progressione in pazienti e le risposte della prova ai nuovi trattamenti. Attualmente, 90% di riusciti trattamenti del cancro ha verificato il venire a mancare pre--clinico nelle fasi in anticipo di test clinici e meno di 5% delle droghe dell'oncologia riescono nei test clinici.

Le prove precliniche principalmente contano su una combinazione (2D) di colture cellulari e di modelli dell'animale sviluppati laboratorio bidimensionale per predire le risposte al trattamento. Tuttavia, le 2D colture cellulari convenzionali non riescono ad imitare le caratteristiche fondamentali dei tessuti del tumore e le differenze interspecies possono provocare molti riusciti trattamenti in host animali che sono inefficaci in esseri umani.

Di conseguenza, i modelli sperimentali novelli del cancro 3D sono necessari ricreare meglio il microenvironment umano del tumore e comprendere le differenze paziente-specifiche.

l'Auto-installazione è il trattamento tramite cui i sistemi biologici controllably montano le molecole e le celle multiple nei tessuti funzionali. Sfruttando questo trattamento, il gruppo ha creato un nuovo biomateriale dell'idrogel fatto con il multiplo, eppure specifico, proteine trovate nel cancro del pancreas. Questo meccanismo di formazione permette all'incorporazione dei tipi chiave delle cellule di creare gli ambienti biologici che possono emulare le funzionalità del tumore di un paziente.

Il professor Mata aggiunge: “Facendo uso dei modelli di cancro umano sta diventando più comune nei trattamenti svilupparsi per la malattia, ma una barriera importante ad entrarli nelle applicazioni cliniche è il tempo complessivo. Abbiamo costruito ex vivo un modello completo e musicale dell'adenocarcinoma duttale pancreative (PDAC) montando ed organizzando le componenti chiave della matrice con le celle paziente-derivate. I modelli esibiscono i profili trascrizionali paziente-specifici, la funzionalità di CSC ed il forte tumourigenicity; globale fornendo uno scenario più pertinente che le culture della sfera ed Organoid. Per di più, le risposte della droga sono state riprodotte meglio nelle nostre culture auto-montate che negli altri modelli.„

Crediamo i movimenti di questo modello più vicino alla visione di potere catturare le celle pazienti del tumore in ospedale, le comprendiamo nel nostro modello, troviamo il cocktail ottimale dei trattamenti per cancro particolare e lo consegniamo di nuovo al paziente - tutto all'interno di breve calendario. Sebbene questa visione per la medicina di precisione per il trattamento della questa malattia sia ancora un modo fuori, questa ricerca fornisce un punto verso la realizzazione.„

Alvaro Mata, i professor, università di Nottingham