Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati sviluppano gli anticorpi “dell'elite„ capaci di sconfitta delle varianti di coronavirus estremamente - a dosaggio basso

Gli scienziati giapponesi hanno creato gli anticorpi “dell'elite„ che sconfiggono le varie varianti di coronavirus anche all'estremamente - dose bassa con un nuovo metodo che ha accelerato il trattamento lungo mesi di individuazione dei tali candidati straordinari dell'anticorpo agli appena dieci giorni.

I nostri organismi producono gli anticorpi specifici per contrastare gli agenti patogeni d'invasione. Alcuni di questi anticorpi sono il genere di neutralizzazione che chiude sulla punta dei virus la proteina, impedente la il dirottamento e riprogrammante una cella in una fabbrica difabbricazione. I cosiddetti anticorpi “dell'elite„, conosciuti come gli anticorpi largamente di neutralizzazione, sono molecole immuni rare capaci di continuare con le travestimenti usate dalle varianti differenti dei virus per mascherare la sua proteina della punta.

Gli anticorpi monoclonali che neutralizzano il virus SARS-CoV-2 sono finora l'intervento terapeutico di promessa.„

Tomoharu Yasuda, cavo di studio, il professor, università di Hiroshima

“I virus mutanti resistenti ai vaccini correnti sono un rischio potenziale ma realistico nell'immediato futuro. Per preparare combattere contro tali virus e salvare la gente da quelle malattie infettive, dobbiamo affrettare nello sviluppare le efficaci droghe contro i vasti sforzi del mutante SARS-CoV-2.„

Ma queste molecole di salvataggio sono laboriose individuare. I ricercatori devono schermare le centinaia alle centinaia di milioni di linfociti B dai campioni di sangue pazienti per trovare i candidati che più potenti possono migliorare e svilupparsi in laboratori come anticorpi monoclonali terapeutici.

Chiarendo le caratteristiche tipiche dei pazienti probabilmente per portare gli anticorpi “dell'elite„ ed ottimizzando il trattamento di scoperta, Yasuda ed i suoi colleghi hanno ridotto drammaticamente il numero delle celle state necessarie per essere schermato e per accelerato l'identificazione dei candidati d'estrazione dell'anticorpo.

Diciotto pazienti recuperati sono stati iscritti come donatori di sangue per lo studio dall'aprile 2020 al gennaio 2021. I pazienti hanno invecchiato COVID-19 sperimentato 23-93 anni ai severities differenti. I campioni di sangue sono stati rilevati due settimane dopo i pazienti hanno verificato il positivo a SARS-CoV-2 - il virus che causa COVID-19 - basato sulla teoria concentrare germinale della reazione su produzione di neutralizzazione degli anticorpi.

“Ottenendo i campioni di sangue dai pazienti severi COVID-19 oltre quattro settimane, idealmente intorno otto settimane, dopo che l'infezione primaria ottiene efficientemente gli efficaci anticorpi dell'elite,„ Yasuda ha spiegato.

Dopo avere analizzato i campioni dei pazienti, hanno trovato quello anche se tutti hanno portato gli anticorpi di neutralizzazione, circa 40% di quelli non hanno avuti di attività o debole bordeggiare SARS-CoV-2.

I loro risultati egualmente hanno indicato che 80% dei partecipanti con COVID-19 severo ha fatto un ad alto livello degli anticorpi “dell'elite„, mentre soltanto 20-30% di quelli con i casi delicati ha fatto.

Il nuovo metodo ha ottenuto con successo cinque candidati dell'anticorpo “dell'elite„ su 51 cella da due pazienti erogatori. Essi versioni costruite fabbricate di questi anticorpi e trovate che lavoro quattro contro gli sforzi più pericolosi di SARS-CoV-2 anche ad una dose bassa.

Tutti e quattro gli anticorpi hanno acquietato le varianti di delta e dell'alfa, che sono più contagiose dello sforzo originale del coronavirus novello. Due di loro egualmente hanno neutralizzato la beta variante conosciuta per diminuire l'efficacia di alcuni vaccini.

Gli anticorpi hanno mostrato la potenza50 di IC a 3-20 ng/mL. Una misura ampiamente usata dell'efficacia della medicina, IC50 determina quanta droga è necessaria fermare un trattamento biologico dall'avvenimento dalla metà. I ricercatori hanno detto che i trattamenti dell'anticorpo corrente che progrediscono nei test clinici universalmente hanno raggiunto la potenza50 di IC a 15-95 ng/mL.

Secondo loro, questa tecnologia è la prima nel Giappone per ottenere gli anticorpi “dell'elite„ che legano agli sforzi minacciosi multipli di SARS-CoV-2.

“Il nostro approccio potrebbe essere utile da sviluppare le droghe dell'anticorpo anche in altre pandemie future, non solo mutanti SARS-CoV-2,„ Yasuda ha detto.

La loro tecnica novella ed i quattro anticorpi che “dell'elite„ hanno costruito ora stanno attendendo l'approvazione di brevetto. Il punto seguente per il gruppo di ricerca è di sviluppare una tecnologia che accelera ad un passo che pandemico la lavorazione di terapie dell'anticorpo monoclonale efficaci contro SARS-CoV-2 futuro sforza. L'intero processo di fabbricazione richiede solitamente un - tre anni, dalla scoperta dei candidati possibili a fabbricazione in serie per uso medico.