Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La droga ampiamente usata di osteoporosi protegge dal diabete di tipo 2, dice la ricerca

La nuova ricerca che è presentata alla riunione annuale dell'associazione europea per lo studio sul diabete (EASD), tenuto online questo anno, suggerisce che il alendronate ampiamente usato della droga di osteoporosi diminuisca il rischio di diabete di tipo 2.

È stato conosciuto per le decadi che i pazienti con il diabete hanno un elevato rischio delle fratture - suggerire un collegamento fra il regolamento dello zucchero di sangue e la qualità dell'osso. Più recentemente, gli studi sugli animali hanno suggerito che la modifica delle celle di osso dalle droghe di osteoporosi pregiudicasse il regolamento del glucosio.

Quindi, abbiamo speculato che il trattamento di osteoporosi potrebbe urtare sul rischio di diabete di tipo 2.„

Dott. Rikke Viggers, ospedale universitario di Aalborg

Per scoprire più, il Dott. Viggers ed i colleghi hanno confrontato le tariffe del diabete fra quelli hanno prescritto il alendronate della droga di osteoporosi con quelle non date il trattamento.

Il trattamento prima linea per osteoporosi, il alendronate ed altri bifosfonati contribuiscono a rinforzare le ossa e diminuire il rischio di frattura.

Le registrazioni dell'ospedale sono state usate per identificare tutte le persone con il diabete di tipo 2 in Danimarca fra 2008 e 2018. Ogni paziente del diabete è stato abbinato dall'età e dal sesso con tre genti in buona salute dalla popolazione.

Le registrazioni di prescrizione sono state usate per determinare se i partecipanti erano stati mai alendronate prescritto.

I 163.588 pazienti con il diabete di tipo 2 e 490.764 partecipanti senza diabete hanno avuti un'età media di 67 e 55 per cento erano maschii.

L'analisi ha rivelato che coloro che aveva catturato il alendronate erano 34 per cento meno probabili da essere diagnosticato con il diabete di tipo 2 che coloro che non aveva catturato mai la droga. I fattori quali il fumo, l'uso dell'alcool, l'obesità, il reddito e lo stato civile sono stati inclusi nell'analisi.

La cattura del alendronate per almeno otto anni potrebbe potenzialmente diminuire il rischio da più della metà (53 per cento) confrontata a coloro che non ha usato mai il alendronate.

Ulteriore analisi ha suggerito che un effetto dipendente dalla dose cioè più lungamente una persona catturasse la droga, il più basso le loro probabilità di sviluppare la circostanza.

Gli autori dello studio dicono che non è chiaro come il alendronate diminuisce il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Una teoria è che la droga diminuisce l'infiammazione di qualità inferiore e lo sforzo ossidativo, una centrale di due trattamenti probabilmente allo sviluppo di insulino-resistenza. (Insulino-resistenza, in cui i somatociti non rispondono correttamente ad insulina e non possono prendere facilmente il glucosio da sangue, è una caratteristica fondamentale del diabete di tipo 2.)

Non è conosciuto se altre medicine di osteoporosi hanno lo stesso effetto.

Il Dott. Viggers aggiunge: “Il diabete di tipo 2 è uno stato per tutta la vita serio che può piombo ad altre emissioni di salubrità serie quale l'amputazione del colpo, della malattia di cuore, di cecità e dell'arto e qualche cosa che impedisca, o persino lo ritarda, egualmente diminuirà il rischio di una persona di tutti questi altri stati.

“Emozionantemente, la nostra ricerca suggerisce quel alendronate, una medicina economica ampiamente usata trattare l'osteoporosi, può anche proteggere dal diabete di tipo 2.

“Crediamo che medici dovrebbero considerare questo quando l'osteoporosi di prescrizione droga a quelle con il pre-diabete o ad ad alto rischio del diabete di tipo 2.„