Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'esame descrive gli squilibri nutrizionali in adulti con la malattia celiaca che segue una dieta senza glutine

Un esame dal gruppo di ricerca di GLUTEN3S al UPV/EHU-University del Paese Basco descrive gli squilibri nutrizionali trovati in adulti che soffrono dalla malattia celiaca che seguono una dieta senza glutine. I tasti ad evitare i problemi possibili fra questi pazienti sono video adeguato e formazione nutrizionale buona, per assicurare una dieta che è non solo senza glutine ma ben equilibrata egualmente.

La malattia celiaca è un disordine autoimmune cronico dell'intestino tenue che può provocare l'atrofia villous in risposta al consumo del glutine e l'assorbimento difficile conseguente delle sostanze nutrienti. Il solo efficace trattamento è permanentemente di eliminare tutto il glutine dalla sua dieta, poiché le conseguenze di salubrità per i pazienti che continuano a consumare questa proteina possono essere estremamente gravi (cancro, difficoltà che concepiscono, anemia, diabete ed osteoporosi, tra l'altro). Il consumo continuato del glutine egualmente provoca vari sintomi differenti.

Prestare attenzione alla sua dieta è generalmente un'abitudine sana con gli impatti positivi innegabili e questo è niente di meno vero per quelli di cui la circostanza le preclude dal cibo di alimenti determinati. Tuttavia come pure essendo sicura, una dieta senza glutine deve (come tutte le diete) egualmente è ben equilibrata per assicurare il lavoro adeguato di tutte le funzioni fisiologiche.

Una dieta equilibrata è basata sul cibo di tutti i gruppi di alimento nella loro proporzione corretta. Ecco perché assicurare una dieta equilibrata è così difficile per la gente che non può mangiare determinati cereali, poiché i cereali sono un gruppo di alimento importante.„

Aner Cardo, co-author di studio e studente sulla laurea, sulla nutrizione e sulla salubrità, facoltà della farmacia, università del Paese Basco

Il gruppo di ricerca di GLUTEN3S al UPV/EHU-University del Paese Basco ha effettuato un esame dettagliato degli studi recenti su bilanciamento nutrizionale nelle diete senza glutine di quelli diagnosticate con la malattia celiaca. L'esame, che ha costituito la base del progetto di graduazione di Aner Cardo, è stato pubblicato nelle SOSTANZE NUTRIENTI ad alto impatto del giornale, che mette a fuoco su nutrizione e sulla dietetica.

Secondo i risultati dell'esame, le diete senza glutine sono caratterizzate da un'assunzione bassa dei carboidrati e della fibra complessi e da un'alta assunzione degli zuccheri grassi (specialmente grasso saturato) e semplici. Questo profilo egualmente parzialmente è stato collegato al consumo di prodotti senza glutine specifici, che eliminano o sostituiscono il glutine durante il processo di fabbricazione e rappresentano sempre più una parte importante di diete di molti celiacs, specialmente fra i bambini che soffrono dalla malattia.

Relativamente ai micronutrienti, i deficit più importanti evidenziati nell'esame sono collegati per rivestire di ferro, calcio, magnesio e vitamine D ed E, con alcuno dal gruppo b. Queste sostanze nutrienti sono di importanza basilare in quelle patologie di cui la tariffa di incidenza è più alta fra i celiacs, quali il diabete, l'anemia e l'osteoporosi.

Sebbene le diete senza glutine varino attraverso le culture, le conclusioni apprezzate possono essere ricavate dai risultati dell'esame in termini di raccomandazioni nutrizionali specifiche per quelli che soffrono dalla malattia celiaca. L'esame egualmente evidenzia la necessità di riflettere questi pazienti e di fornire loro addestramento nutrizionale specifico, specialmente durante i mesi che seguono la diagnosi iniziale.

“Per questi pazienti, recuperare e mantenere la salubrità delle loro mucose intestinali sono fondamentali se desiderano evitare le complicazioni future. A questo scopo, devono imparare ottenere le sostanze nutrienti che i loro organismi hanno bisogno di con una dieta varia e ben equilibrata basata sugli alimenti naturalmente senza glutine,„ insistono lo studente della lastra dal UPV/EHU-University del Paese Basco.

Source:
Journal reference:

Cardo, A., et al. (2021) Nutritional Imbalances in Adult Celiac Patients Following a Gluten-Free Diet. Nutrients. doi.org/10.3390/nu13082877.