Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Ritenere felice circa vita diminuisce le probabilità di danno conoscitivo in adulti più anziani

Ritenere felice circa vita ha rallentato il declino conoscitivo fra gli adulti più anziani in Cina, un nuovo studio di 12 anni suggerisce.

I ricercatori hanno trovato che le probabilità di sviluppare il danno conoscitivo, quale demenza, erano più basse in quelle con migliore benessere psicologico.

Mentre gli studi precedenti hanno riferito i vantaggi della psicologia positiva sulle funzioni conoscitive, la ricerca ha tenuto la carreggiata soltanto le persone per un breve periodo, che possono sottovalutare l'associazione fra benessere psicologico e cambiamento conoscitivo.

Conoscere più circa danno conoscitivo è un'emissione di salute pubblica importante in una società di invecchiamento, ha detto Lydia Li, professore di lavoro sociale all'università del Michigan ed al co-author dello studio corrente.

I risultati hanno implicazioni per polizza e praticano considerare la gente più anziana supportante per conservare la funzione conoscitiva nella vecchiaia, dato che il benessere psicologico è modificabile.„

Lydia Li, il professor di lavoro sociale, università del Michigan

Inoltre, migliorare il benessere psicologico degli adulti più anziani non solo migliora la loro qualità di vita, ma può anche diminuire il carico e costare associato con danno conoscitivo, Li ha detto.

I dati sono venuto da un sottoinsieme dell'indagine sana longitudinale cinese di longevità. Il campione ha incluso quasi 9.500 dichiaranti invecchiati 60 e più vecchio senza alcuni danni conoscitivi al riferimento (2002). I dichiaranti sono stati intervistati cinque volte fra 2002 e 2014.

Circa 2.640 dichiaranti hanno avuti inizio di danno conoscitivo ad una delle interviste di seguito ed i numeri leggermente sono aumentato col passare del tempo, da quasi 11% durante l'intervallo 2002-2005 a 13,3% nell'intervallo 2011-2014.

per valutare benessere psicologico, i dichiaranti hanno risposto alle domande circa il loro ottimismo, il conscientiousness, la solitudine, l'autostima ed altri fattori. Egualmente hanno rivelato che supporto sociale hanno ricevuto, quali le visite dalla famiglia e dagli amici come pure il loro stato di salute.

Sebbene la ricerca messa a fuoco interamente sui residenti cinesi, Li dica che non c'è ragione i risultati non potrebbero applicarsi ad altri gruppi razziali, etnici o geografici.

I contributori dello studio hanno incluso l'autore principale Jiaan Zhang, un ricercatore all'università di Fudan Shanghai, in Cina e Sara McLaughlin, professore associato alla Miami University (Ohio). I loro risultati sono comparso nel giornale di invecchiamento e di salubrità.

Source:
Journal reference:

Zhang, J., et al. (2021) Psychological Well-Being and Cognitive Function among Older Adults in China: A Population-Based Longitudinal Study. Journal of Aging and Health. doi.org/10.1177/08982643211036226.