Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Quantificazione dei titoli dell'anticorpo contro le varianti SARS-CoV-2 suscitate dal vaccino BNT162b2

Il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, che è il virus responsabile della pandemia in corso di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19), già ha infettato più di 233 milione persone ed ha reclamato più di 4,7 milione vite attraverso il mondo. SARS-CoV-2 è un virus dell'acido ribonucleico (RNA) che appartiene alla famiglia di coronaviridae.

Gli scienziati hanno sviluppato parecchi vaccini COVID-19 per gestire questa pandemia, molte di cui già hanno ricevuto l'autorizzazione di uso di emergenza (EUA) dagli enti competenti globali intorno al mondo. Ciò ha permesso che i programmi di vaccinazione cominciassero in molti paesi.

Studio: I titoli dell'anticorpo contro beta, di gamma e di delta varianti le alfa, di SARS-CoV-2 indotto dalla vaccinazione BNT162b2 hanno misurato usando il immunoassay chemiluminescente automatizzato degli enzimi. Credito di immagine: anyaivanova/Shutterstock.com

Sfondo

I vaccini COVID-19 basati sulla tecnologia del RNA messaggero (mRNA) sono stati trovati per generare l'immunità rapida e robusta rispetto alla protezione immune indotta dopo l'infezione naturale. I vaccini BNT162b22 e mRNA-1273, in particolare, suscitano gli alti titoli degli anticorpi di neutralizzazione SARS-CoV-2 (acchiappa) e sono associati con alta efficacia nell'impedire la malattia e nella diminuzione della severità di malattia all'interno dell'intervallo di 94% e di 95%.

È importante da misurare acchiappa per determinare lo stato di immunità protettiva contro l'infezione virale. Corrente, SARS-CoV-2 in tensione e ad analisi basate a virus pseudotyped sono ampiamente usati a causa della loro sicurezza e versatilità. Tuttavia, queste analisi richiedono i molti tempi della lettura e sono capacità di lavorazione bassa.

Un nuovo studio pubblicato sul medRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare discute lo sviluppo dei reagenti dedicati contro la proteina della punta SARS-CoV-2 con l'uso di un sistema chemiluminescente automatizzato di immunoassay (CLEIA) degli enzimi citato come AIA-CL.

Circa lo studio

Per questo studio, gli scienziati hanno analizzato i campioni da 168 lavoratori giapponesi di sanità che avevano ricevuto due dosi del vaccino BNT162b2. Hanno studiato i valori di indice analitico (IgG) di G dell'immunoglobulina facendo uso del sistema automatizzato AIA-CL di CLEIA ed hanno studiato i fattori che pregiudicano il titolo dell'anticorpo. Successivamente, l'indice analitico di IgG (SP) della proteina della punta è stato paragonato ai titoli di neutralizzazione di 50%.

Il metodo di AIA-CL ha fornito i buoni valori di indice analitico della risposta dell'anticorpo dopo che i pazienti sono stati vaccinati con il vaccino BNT162b2. Il sistema è un alto test sierologico di capacità di lavorazione capace di trattamento 120 campioni all'ora. AIA-CL è molto robusto e può individuare simultaneamente IgGs contro la proteina del nucleocapsid (NP) e lo SP di SARS-CoV-2.

I dati ottenuti hanno rivelato che i valori di indice analitico dello SP IgG negli individui completamente vaccinati hanno avuti una correlazione media con le attività di neutralizzazione facendo uso alle delle analisi basate lentivirus di pseudovirus. A causa della versatilità di questo metodo, potrebbe essere modificato per valutare gli oggetti che hanno ricevuto i tipi differenti di vaccini COVID-19 ed anche per schermare per immunità del gregge.

I titoli dello SP IgG sono stati misurati dal sistema di AIA-CL prima e poi a 2, 4 e 6 settimane dopo la prima dose negli oggetti che hanno subito due dosi del vaccino BNT162b2. Prima della vaccinazione, i titoli dello SP IgG di tutti gli oggetti erano sotto la soglia (indice analitico 1,0). I titoli di indice analitico dello SP IgG erano aumentato in 2, 4 e 6 settimane dopo la prima dose. Abbreviazioni: SP, proteina della punta; IgG, immunoglobulina.

Il vaccino studiato qui non ha mostrato l'immunità umorale sufficiente dopo una dose. Piuttosto, il vaccino BNT162b2 è sembrato indurre l'alta immunità a tre settimane dopo la seconda vaccinazione.

Correlazione fra i titoli di neutralizzazione dell'anticorpo NT50 ed il titolo dello SP IgG di AIA-CL a 4 (A) ed a 6 (B) settimane dopo la prima dose negli oggetti che hanno subito due dosi del vaccino BNT162b2.

Nel contesto corrente, le infezioni vaccino dell'innovazione stanno aumentando e quella è una fonte di preoccupazioni. In uno studio relativo, gli scienziati avevano osservato che che acchiappano i titoli in persone che si sono sviluppate infezioni dell'innovazione erano sostanzialmente più bassi di quelli senza infezioni dell'innovazione (177,7 contro 501,3).

Nelle persone completamente vaccinate, i ricercatori hanno riferito un indice analitico di acchiappare di 100 o un indice analitico dello SP IgG di AIA-CL di 10, che devono essere interpretati con attenzione per determinare il titolo protettivo esatto dell'anticorpo. Tipicamente, più su acchiappi i titoli ed i valori aumentati dell'indice analitico dello SP IgG sono richiesti per diminuire il rischio di sviluppare l'infezione SARS-CoV-2.

Lo studio corrente egualmente ha determinato le risposte immunitarie umorali differenziali indotte dal vaccino BNT162b2 contro l'entrambe sforzo originale SARS-CoV-2 come pure le sue varianti di preoccupazione facendo uso dei comitati del reagente del prototipo.

I ricercatori hanno riferito i livelli dell'indice analitico dello SP IgG contro la beta variante SARS-CoV-2 per essere 54% di quelli dello sforzo originale. Tuttavia, questo non era l'argomento per l'alfa sforzo, dove il valore di indice analitico dello SP IgG è risultato doppio quello dello sforzo originale. Questo risultato non era in conformità con uno studio più iniziale connesso con l'alfa sforzo, che ha specificato che il titolo dell'anticorpo suscitato dopo che la vaccinazione era simile a quella contro dello sforzo originale.

Proporzioni di titoli dell'anticorpo contro alfa, beta, di gamma e di delta gli sforzi originali, a 6 settimane dopo la prima dose.

Gli autori di questo studio hanno indicato che il CLEIA è estremamente sensibile ed individua la differenza nelle risposte umorali fra le varianti SARS-CoV-2. Di conseguenza, questo metodo ha potuto essere usato come metodo di vagliatura di massa.

Questo studio ha precisato alcuni dei fattori importanti che pregiudicano i titoli di indice analitico dello SP IgG negli individui completamente vaccinati. Per esempio, la risposta più bassa dell'anticorpo della mostra anziana. Inoltre, un altro studio giapponese ha indicato che le persone che hanno bevuto l'alcool hanno avute frequentemente titoli più bassi dell'anticorpo che coloro che non ha fatto.

Il ruolo dell'indice di massa corporea (BMI) sulla post-vaccinazione dei livelli di acchiappare non è buono capito. Uno studio recente sulle persone severamente obese ha rivelato che i titoli dell'anticorpo contro lo SP ottenuto via l'infezione naturale erano più alto confrontati ad immunità umorale indotta dopo la vaccinazione.

Conclusione

Questo studio ha presentato alcune limitazioni, che hanno incluso un piccolo gruppo di studio, che potrebbe influenzare la relazione fra la predisposizione i fattori e dei titoli dell'anticorpo. Un'altra limitazione di questo studio era la mancanza di inclusione di immunità cellulare, come i vaccini COVID-19 possono suscitare sia l'immunità comunicata per cellule che umorale.

Gli autori hanno sottolineato forte che indipendentemente dalle caratteristiche di una persona, il completamento della vaccinazione è estremamente essenziale, specialmente per le persone senza cronologia priore di COVID-19.

avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Priyom Bose

Written by

Dr. Priyom Bose

Priyom holds a Ph.D. in Plant Biology and Biotechnology from the University of Madras, India. She is an active researcher and an experienced science writer. Priyom has also co-authored several original research articles that have been published in reputed peer-reviewed journals. She is also an avid reader and an amateur photographer.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Bose, Priyom. (2021, September 28). Quantificazione dei titoli dell'anticorpo contro le varianti SARS-CoV-2 suscitate dal vaccino BNT162b2. News-Medical. Retrieved on November 30, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210928/Quantification-of-antibody-titers-against-SARS-CoV-2-variants-elicited-by-BNT162b2-vaccine.aspx.

  • MLA

    Bose, Priyom. "Quantificazione dei titoli dell'anticorpo contro le varianti SARS-CoV-2 suscitate dal vaccino BNT162b2". News-Medical. 30 November 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210928/Quantification-of-antibody-titers-against-SARS-CoV-2-variants-elicited-by-BNT162b2-vaccine.aspx>.

  • Chicago

    Bose, Priyom. "Quantificazione dei titoli dell'anticorpo contro le varianti SARS-CoV-2 suscitate dal vaccino BNT162b2". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210928/Quantification-of-antibody-titers-against-SARS-CoV-2-variants-elicited-by-BNT162b2-vaccine.aspx. (accessed November 30, 2021).

  • Harvard

    Bose, Priyom. 2021. Quantificazione dei titoli dell'anticorpo contro le varianti SARS-CoV-2 suscitate dal vaccino BNT162b2. News-Medical, viewed 30 November 2021, https://www.news-medical.net/news/20210928/Quantification-of-antibody-titers-against-SARS-CoV-2-variants-elicited-by-BNT162b2-vaccine.aspx.