Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli adulti in buona salute del cuore hanno rischio più basso di vita di diabete di tipo 2

Gli adulti di mezza età in buona salute del cuore sono meno probabili sviluppare il diabete di tipo 2 durante la loro vita, secondo uno studio pubblicato il giorno del cuore del mondo nel giornale europeo della cardiologia preventiva, un giornale della società europea della cardiologia (ESC).

La ricerca ha trovato che l'importanza di salubrità cardiovascolare favorevole era evidente indipendentemente dalla probabilità genetica di una persona di sviluppare il diabete di tipo 2. La salubrità cardiovascolare favorevole è stata definita come avendo un peso corporeo, una pressione sanguigna e un colesterolo sani, non fumando, non mangiando una dieta equilibrata e non essendo fisicamente attiva.

È stimato che 463 milione adulti abbiano diabete e che 10% di spese sanitarie globali è speso sulla circostanza (USD 760 miliardo).

Mentre la genetica contribuisce alla probabilità del diabete di tipo 2 di sviluppo, i risultati indicano quello abitudini sane di mantenimento di stile di vita e particolarmente avendo un peso corporeo sano, può aiutare più in basso il rischio di vita della circostanza.„

Dott. Fariba Ahmadizar, autore di studio, centro universitario medico di ERASMUS

Lo studio ha incluso 5.993 partecipanti dello studio basato sulla popolazione di Rotterdam che erano esenti dal diabete di tipo 2 al riferimento. L'età media era di 69 anni e 58% erano donne. I partecipanti hanno ricevuto un punteggio cardiovascolare di salubrità di 0 - 12 secondo l'indice di massa corporea, la pressione sanguigna, il colesterolo di sangue, lo stato di fumo, la dieta e l'attività fisica al riferimento, con gli più alti punteggi che corrispondono alla migliore salubrità cardiovascolare. I partecipanti poi sono stati divisi in tre categorie di salubrità cardiovascolare secondo il loro punteggio: povero (0-5), intermedio (6-7) ed ideale (8-12).

Per valutare la predisposizione genetica al diabete di tipo 2, i ricercatori hanno usato 403 varianti genetiche indipendenti relative alla circostanza per calcolare un punteggio genetico di rischio. I partecipanti poi sono stati categorizzati come rischio genetico basso, intermedio o alto secondo il loro punteggio.

Complessivamente 869 persone hanno sviluppato il diabete di tipo 2 durante le 69.208 persona/anno di seguito. I ricercatori hanno stimato e confrontato il rischio di vita per il diabete di tipo 2 all'interno della salubrità cardiovascolare e delle categorie genetiche di rischio.

Esaminando la salubrità cardiovascolare da solo, i ricercatori hanno trovato che il rischio restante di vita di diabete di tipo 2 era più basso in quelli con migliore salubrità del cuore. Per esempio, all'età 55, i partecipanti con salubrità cardiovascolare ideale hanno fatti rispetto un rischio 22,6% di sviluppare il diabete di tipo 2 nella loro vita, a 28,3% e 32,6% rischi per quelle a salubrità cardiovascolare intermedia e difficile, rispettivamente.

Quando il rischio genetico è stato considerato, il rischio di vita per il diabete di tipo 2 era ancora più basso in quelli con migliore salubrità cardiovascolare. All'età 55, per esempio, il rischio restante di vita di diabete nell'alto gruppo di rischio genetico era 23,5% per quelli con salubrità cardiovascolare ideale, rispetto a 33,7% e a 38,7% per quelli a salubrità cardiovascolare intermedia e difficile, rispettivamente. Le stesse relazioni sono state vedute all'interno dei gruppi di rischio genetici bassi ed intermedi.

Il Dott. Ahmadizar ha detto: “I nostri risultati evidenziano l'importanza di salubrità favorevole del cuore nell'impedire il diabete di tipo 2 fra gli adulti di mezza età indipendentemente da se sono geneticamente a massimo o ad a basso rischio della circostanza. Cioè uno stile di vita sano è associato con significativamente un più a basso rischio del diabete di tipo 2 all'interno di qualunque categoria genetica di rischio. I risultati applicati ugualmente agli uomini ed alle donne ed indicano che la metà della vita in- di abitudini sane è un'efficace strategia per la prevenzione del diabete in seguito.„

Source:
Journal reference:

Wang, K., et al. (2021) Cardiovascular health, genetic predisposition, and lifetime risk of type 2 diabetes. European Journal of Preventive Cardiology. doi.org/10.1093/eurjpc/zwab141.