Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I pazienti di disordine bipolare che avvertono gli episodi maniaci probabilmente per mostrare il cervello anormale cambia

I pazienti con disordine bipolare che avvertono gli episodi maniaci sono più probabili mostrare col passare del tempo i cambiamenti anormali del cervello, secondo uno di più grandi studi longitudinali della rappresentazione di cervello nel suo campo fin qui. Lo studio, piombo dai ricercatori a Karolinska Institutet e l'università di Gothenburg in Svezia, egualmente conferma i collegamenti fra disordine bipolare e l'ingrandimento accelerato del ventricolo del cervello. I risultati sono pubblicati online in psichiatria biologica del giornale.

Il disordine bipolare è un disordine psichiatrico caratterizzato dagli episodi ricorrenti di mania e della depressione. Gli studi precedenti della rappresentazione hanno trovato le anomalie strutturali in alcune regioni del cervello dei pazienti bipolari. Queste anomalie comprendono lo spessore corticale più basso rispetto alle persone in buona salute. La corteccia, il livello esterno del cervello, strizzacervelli naturalmente come l'età della gente ma l'assottigliamento corticale accelerato è stata collegata alle varie malattie di cervello.

Gli studi neuroimaging più precedenti su disordine bipolare sono stati piccoli ed a sezione trasversale nella progettazione, significante essi hanno catturato soltanto un'istantanea a tempo. Quindi, c'è stato una mancanza di studi su grande scala che hanno esaminato col passare del tempo i cambiamenti del cervello.

In questo studio, i ricercatori hanno sormontato quelle imperfezioni raccogliendo i dati (MRI) di imaging a risonanza magnetica da 14 centri di ricerca universalmente per esaminare i cambiamenti nel cervello durante fino a nove anni. Lo studio ha fatto partecipare 1.232 persone, compreso 307 pazienti di disordine bipolare e 925 comandi sani.

Cambiamenti in corteccia prefrontale

I ricercatori hanno trovato una correlazione fra il numero degli episodi maniaci ed il grado di cambiamenti corticali del cervello che si sono presentati durante il periodo esaminatore: Mentre gli episodi più maniaci sono stati collegati con l'assottigliamento corticale più veloce, i pazienti che non hanno avvertito episodi non hanno mostrato o cambiamenti o persino gli aumenti nello spessore corticale. Questi cambiamenti erano più evidenti nella corteccia prefrontale, che è centrale per il regolamento di emozione, la progettazione, il processo decisionale, il controllo di impulso ed altre funzioni conoscitive importanti.

“Il fatto che l'assottigliamento corticale nei pazienti relativi agli episodi maniaci sollecita l'importanza del trattamento per impedire gli episodi dell'umore ed è informazioni importanti per gli psichiatri,„ dice il professor Mikael Landén all'istituto della neuroscienza e della fisiologia, all'università di Gothenburg ed al dipartimento dell'epidemiologia e della biostatistica mediche, Karolinska Institutet. “I ricercatori dovrebbero mettere a fuoco meglio sulla comprensione dei meccanismi progressivi a gioco nel disordine bipolare infine per migliorare le opzioni del trattamento.„

Nel paragonare i pazienti al disordine bipolare e le persone in buona salute, i cambiamenti hanno differito col passare del tempo significativamente in tre regioni del cervello: i ventricoli - intercapedini che producono il liquido cerebrospinale importante per la protezione del cervello - e due aree si sono collegati al riconoscimento ed alla memoria: la corteccia fusiforme e parahippocampal. Mentre i pazienti bipolari hanno mostrato gli ingrandimenti più veloci dei ventricoli del cervello che il gruppo di controllo, in effetti video sull'assottigliamento più lento medio delle regioni corticali fusiformi e parahippocampal.

Segni di disordine neuroprogressive

“Gli ingrandimenti anormali del ventricolo e d'importanza le associazioni fra l'assottigliamento corticale ed i sintomi maniaci indicano che il disordine bipolare può in effetti essere un disordine neuroprogressive, in grado di spiegare il peggioramento dei sintomi bipolari in alcuni pazienti,„ dice l'autore Christoph corrispondente Abé, un ricercatore al dipartimento della neuroscienza clinica, Karolinska Institutet. “È importante chiarire questo in futuro ed identificare le cause esatte per impedire gli episodi dell'umore e l'impatto che possono avere sul cervello.„

I ricercatori notano che l'individuazione dell'assottigliamento corticale più lento in alcune aree del cervello dei pazienti bipolari potrebbe potenzialmente essere spiegata dai cosiddetti effetti della pavimentazione, come i pazienti di disordine bipolare mostrano solitamente lo spessore corticale più basso che le persone in buona salute all'inizio con. Un'altra spiegazione possibile è che questa che trova riflette i miglioramenti strutturali dovuto gli effetti del trattamento, quali gli effetti neuroprotective attribuiti al farmaco del litio. Quindi, i cambiamenti del cervello osservati in questo studio non possono necessariamente riflettere i cambiamenti che si presentano durante il corso naturale di disordine bipolare se lasciato non trattato.

Source:
Journal reference:

Abé, C., et al. (2021) Longitudinal structural brain changes in bipolar disorder: A multicenter neuroimaging study of 1,232 individuals by the ENIGMA Bipolar Disorder Working Group. Biological Psychiatry. doi.org/10.1016/j.biopsych.2021.09.008.