Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I malati di cancro sulla chemioterapia hanno risposta immunitaria più bassa COVID-19 al vaccino, ritrovamenti di studio

La pandemia COVID-19 ha stato un tempo particolarmente stressante per i malati di cancro che subiscono la chemioterapia, che attacca non solo il cancro, ma anche le celle immuni state necessarie per difendere l'organismo dalle infezioni. La nuova ricerca alle scienze di salubrità dell'università dell'Arizona ha trovato che i pazienti che subiscono la chemioterapia attiva hanno avuti una risposta immunitaria più bassa a due dosi del vaccino COVID-19, ma una terza dose ha aumentato la risposta.

Abbiamo voluto assicurarci capissimo che il livello di protezione i vaccini COVID-19 stia offrendo i nostri malati di cancro, particolarmente poichè le restrizioni stavano facilitande e le varianti più contagiose stavano cominciando spargersi.„

Rachna Shroff, MD, ms, capo dell'oncologia medica gastrointestinale, centro del Cancro di UArizona e Direttore del Cancro si concentra l'ufficio di test clinici

Per rispondere a questo problema, il Dott. Shroff e un gruppo dei ricercatori di scienze di salubrità di UArizona hanno esaminato 53 pazienti concentrare del Cancro sulla terapia attiva immunosopressiva del cancro, quale la chemioterapia. Hanno confrontato la risposta immunitaria che segue la prima e seconda dose del vaccino di Pfizer-BioNTech COVID-19 con quella di 50 adulti in buona salute. I loro risultati sono stati pubblicati online nella medicina della natura del giornale.

Dopo due dosi vaccino, la maggior parte dei malati di cancro hanno mostrato una certa risposta immunitaria al vaccino, significante essi hanno avuti anticorpi per SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19.

“Siamo stati sorpresi piacevolmente,„ ha detto Deepta Bhattacharya, PhD, professore del immunobiology nell'istituto universitario di medicina - Tucson e un membro del centro del Cancro e l'istituto BIO5. “Abbiamo esaminato gli anticorpi, le celle di T e dei linfociti B, che compongono il sistema di difesa dell'organismo e che abbiamo trovato che il vaccino è probabile essere almeno parzialmente protettivo per la maggior parte della gente sulla chemioterapia.„

Tuttavia, la risposta immunitaria era molto più bassa di in adulti in buona salute ed alcuni dei pazienti non hanno avuti risposta al vaccino COVID-19. Ciò traduce alla meno protezione contro SARS-CoV-2, particolarmente la variante di delta che ora è lo sforzo dominante negli Stati Uniti.

Venti pazienti hanno ritornato per un terzo scatto, che ha amplificato la risposta immunitaria per la maggior parte. La risposta immunitaria del gruppo globale dopo che la terza ha sparato i livelli raggiunti simili a quelli della gente che non era sulla chemioterapia dopo due dosi.

Il gruppo di ricerca interdisciplinare è stato formato poco tempo dopo il vaccino di Pfizer-BioNTech è stato approvato alla fine del 2020. Per ottenere la più chiara risposta possibile, hanno messo a fuoco sui pazienti con i tumori solidi, quali il petto o il cancro gastrointestinale ed hanno escluso la gente su immunoterapia.

“Il fatto che potremmo rispondere che questo problema in un tal periodo ridotto parla a che cosa può accadere quando fate leva la competenza varia abbiamo all'interno delle scienze di salubrità di UArizona,„ ha detto il Dott. Shroff, che egualmente è un membro dell'istituto BIO5. “I clinici concentrare del Cancro sono andato sopra e oltre iscrivere i loro pazienti allo studio perché interamente abbiamo avuti uno scopo unificato per proteggere i nostri pazienti che.„

Source:
Journal reference:

Shroff, R.T., et al. (2021) Immune responses to two and three doses of the BNT162b2 mRNA vaccine in adults with solid tumors. Nature Medicine. doi.org/10.1038/s41591-021-01542-z.