Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'erogazione dell'idrossiclorochina e del ivermectin in Australia ha saltato durante il primo anno di COVID

L'Australia ha adottato una risposta rapida e severa alla pandemia di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) chiudendo le frontiere internazionali come pure chiudendo giù le località e le regioni per i periodi varianti fermare la trasmissione del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo attraverso il paese. Tuttavia, le credenze comuni rifornite dalla celebrità che le approvazioni hanno causato un aumento temporaneo nell'uso di alcuni farmaci hanno detto di contribuire ad impedire l'infezione o ad attenuare la sua severità.

Un nuovo studio pubblicato sul medRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare descrive la natura e le dimensioni dello spostamento nell'erogazione dei questi farmaci come pure il suo risultato finale.

Studio: Cambiamenti nell'erogazione delle medicine proposte per Ri-Purposing durante il primo anno della pandemia COVID-19 in Australia. Credito di immagine: Selva/Shutterstock.com di Horacio

Sfondo

Una serie di farmaci sono stati proposti per essere efficaci nell'impedire COVID-19, nel trattamento dell'infezione e/o nella limitazione della progressione della malattia. Fra questi sono le droghe innegabilmente utili quale il dexamethasone come pure le droghe potenzialmente utili quali i determinati inibitori e remdesivir di citochina.

Ivermectin, una droga antiparassitaria, l'idrossiclorochina, una droga antimalarica e anti-reumatica e la vitamina D, ampiamente sono stati sollecitati, in alcuni casi dalle celebrità, come essendo altamente efficaci nella prevenzione COVID-19 e nel trattamento. Malgrado il fatto che la loro sicurezza ed efficacia in questo senso siano non sostenute dalle grandi prove ben progettate, questi medicinali ancora stanno prescrivendi su vasta scala.

Gli studi più iniziali su tali tendenze hanno messo a fuoco pricipalmente sulle aree con un'alta incidenza di COVID-19, quale gli Stati Uniti, in cui rosa di prescrizioni dell'idrossiclorochina di 7 volte nel marzo 2020 nel corso dell'anno prima.

Lo studio corrente ha mirato ad esplorare i cambiamenti nella medicina che prescrive in un'area in Australia con un'incidenza COVID-19 di meno di 120/100,000 di popolazione. Ciò significa che un salto nelle prescrizioni di idrossiclorochina, per esempio, è improbabile da essere dovuto il suo uso nella gestione reale dei casi COVID-19. Piuttosto, è probabile che stia memorizzanda dai pazienti reumatici per evitare eseguire l'a corto di o impedire COVID-19 in persone che pensano sarà del vantaggio.

La forza convenzionale clinica nazionale di prova COVID-19, che è stata installata per valutare la prova disponibile e per pubblicare continuamente le linee guida correnti sulla prevenzione COVID-19 e sulla gestione, ha intrapreso lo studio corrente per capire come queste droghe stanno dispensande dall'inizio della pandemia in Australia fra marzo un d novembre 2020.

Risultati di studio

I ricercatori hanno trovato che tutti i farmaci dispensati da medici della comunità sono andato nel marzo 2020 su da 20% sopra i livelli previsti ma d'altra parte sono caduto per parecchi mesi. Il Azithromycin che dispensa era da aprile al novembre 2020 più basso, da circa 64.000 dispensings.

L'idrossiclorochina che dispensa è andato nel marzo 2020 su tramite 25.000, o un aumento incredibile 99,4% sopra il livello preveduto, ma da 5.000 nell'aprile 2020. Da allora in poi, le prescrizioni di questa droga hanno caduto tali che l'aumento globale sopra i valori previsti era 9.000 più durante il periodo di studio di tutto. Circa 70% dell'aumento di marzo è stato attribuito all'accumulazione dagli utenti attuali, mentre c'era oltre 700 nuovi utenti durante il periodo di studio.

I nuovi utenti a marzo e aprile 2020 erano principalmente femminili a 70% rispetto a 75% durante gli stessi mesi durante l'anno prima. I medici di famiglia (GPs) hanno contribuito molti nuovi dispensings supplementari, a 43% rispetto a 25% l'anno prima. I reumatologi hanno scritto nel 2019 26% delle prescrizioni nel 2020, rispetto a 45%.

Soltanto 16 nuove prescrizioni per idrossiclorochina egualmente hanno contenuto una prescrizione per azithromycin durante questo periodo.

Le prescrizioni di Ivermectin sono aumentato fra i maggio al novembre 2020, alzanti a maggio con un aumento di 56% sopra la domanda preveduta. I dispensings sono aumentato di quasi 2.000 sopra i livelli previsti durante il periodo di studio. Quasi due di ogni tre prescrizioni erano dai GPs sia in 2019 che in 2020.

La colchicina che dispensa è aumentato a marzo e più piccoli aumenti a giugno e settembre 2020, senza alcuna differenza significativa sopra l'intero periodo, o i nuovi utenti.

Calcitriol è un modulo della vitamina D. Ciò è stata prescritta più spesso a marzo, giugno e settembre 2020, con lo stesso reticolo della colchicina.

I corticosteroidi sono stati prescritti meno spesso globalmente, con una goccia di 77.000 sotto i livelli previsti.

Implicazioni

Lo studio corrente indica che l'idrossiclorochina e il ivermectin sono stati prescritti più spesso di quanto preveduti durante il periodo COVID-19. Ciò era particolarmente vera all'inizio della pandemia nel marzo 2020, quando tutti i medicinali comunemente prescritti hanno veduto un aumento nelle prescrizioni da circa 20%. Ciò è parzialmente dovuto accumulare come conseguenza di timore della scarsità dalla gente già facendo uso di queste droghe.

L'aumento nelle prescrizioni del GP per idrossiclorochina è simile a quello veduto negli Stati Uniti, in cui i medici di pronto intervento hanno prescritto il medicinale ai livelli elevati composti di dieci parti eccessivi durante il periodo pandemico. Questa droga non è conosciuta per essere efficace nel trattamento o nell'impedire del COVID-19; quindi, la forza convenzionale si pronuncia contro il suo uso.

L'amministrazione terapeutica delle merci (TGA) in Australia ha regolamentato la sua prescrizione per i nuovi utenti il 24 marzo 2020, in risposta a tali prescrizioni ingiustificate. Uno studio più iniziale nello stesso paese ha mostrato che quella dei nuovi utenti di questa droga che avevano ricevuto una prescrizione dai loro GPs realmente metà un'indicazione per il suo uso.

Il calo nelle prescrizioni del azithromycin è probabilmente dovuto il calo drammatico osservato nell'incidenza delle infezioni respiratorie durante questo periodo. Le prescrizioni di Ivermectin sono aumentato più successivamente dell'idrossiclorochina ed hanno persistito più lungamente, probabilmente perché è stata sollecitata soltanto da aprile 2020 come efficace preventivo contro COVID-19 severo in avanti.

La forza convenzionale non raccomanda Ivermectin neanche, poichè i test clinici ancora stanno continuando a valutare la sua efficacia. L'aumento relativamente piccolo nelle prescrizioni indica che qualche gente ancora ha creduto nei sui effetti preventivi.

I cambiamenti nelle prescrizioni per l'accumulazione degli scopi possono creare le scarsità in cui non ci ne sono, o peggiorare quei esistenti. Finora, la gente in Australia non ha avvertito le scarsità della droga. I criteri locali e le agenzie regolarici possono contribuire ad evitare tali eventi durante le rotture della catena di fornitura, come accaduto con la pandemia in corso, rapidamente limitando le indicazioni per le droghe vulnerabili ed i professionisti che possono prescriverli.

Ha saldato e la comunicazione informata della prova cambiante, compreso accesso aggiornato ed affidabile a consiglio prova-informato è necessaria da minimizzare tutti gli impatti negativi di salubrità relativi ari-purposing delle medicine.„

avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2021, October 03). L'erogazione dell'idrossiclorochina e del ivermectin in Australia ha saltato durante il primo anno di COVID. News-Medical. Retrieved on January 18, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20211003/Dispensing-of-hydroxychloroquine-and-ivermectin-in-Australia-jumped-in-first-year-of-COVID.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "L'erogazione dell'idrossiclorochina e del ivermectin in Australia ha saltato durante il primo anno di COVID". News-Medical. 18 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20211003/Dispensing-of-hydroxychloroquine-and-ivermectin-in-Australia-jumped-in-first-year-of-COVID.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "L'erogazione dell'idrossiclorochina e del ivermectin in Australia ha saltato durante il primo anno di COVID". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20211003/Dispensing-of-hydroxychloroquine-and-ivermectin-in-Australia-jumped-in-first-year-of-COVID.aspx. (accessed January 18, 2022).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2021. L'erogazione dell'idrossiclorochina e del ivermectin in Australia ha saltato durante il primo anno di COVID. News-Medical, viewed 18 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20211003/Dispensing-of-hydroxychloroquine-and-ivermectin-in-Australia-jumped-in-first-year-of-COVID.aspx.