Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La ricerca rivela le differenze chiave fra l'infanzia e l'orticaria spontanea cronica adulta

La nuova ricerca presentata al congresso di EADVth 30 oggi rivela le comprensioni chiave sulle differenze caratteristiche nell'orticaria spontanea cronica (presentata comunemente come alveari) in bambini contro gli adulti. I risultati rivelano l'orticaria spontanea cronica è meno severi in bambini che in adulti, con le tariffe più basse dell'autoimmunità della tiroide e di angioedema, supportanti l'idea che le strategie di gestione differenti possono essere richieste.

C'è alta prevalenza sia di orticaria acuta che cronica nella popolazione in genere, sebbene i fattori di rischio siano sconosciuti. L'orticaria è caratterizzata da un'eruzione che prude sollevata (conosciuta comunemente come gli alveari) ed occasionalmente dal angioedema, che è il gonfiamento rapido dell'interfaccia. Nell'orticaria spontanea cronica (CSU) non c'è causa o grilletto specifica, ma gli alveari sono presenti la maggior parte dei giorni della settimana, per 6 settimane o più.

Precedentemente, è stato pensato che i bambini fossero più probabili avvertire l'orticaria acuta piuttosto che l'orticaria cronica, ma questo studio cristallizza la prova recente per suggerire che l'orticaria cronica sia un problema comune che pregiudica i bambini. Ci sono egualmente disparità fra gli adulti ed i bambini in termini di risposta al trattamento, all'autoimmunità ed alla malattia scorrono.

CSU è una malattia comune trovata in entrambi i bambini ed adulti, sebbene ci siano differenze fra le due popolazioni pazienti riguardo alle origini mediche e ad altre malattie di coesistenza. La nostra ricerca è messa a fuoco sull'identificazione delle queste differenze per contribuire ad informare il trattamento futuro di orticaria spontanea cronica ed a fornire più informazioni sugli effetti di CSU sui bambini - qualcosa quale precedentemente è stato trascurato in questo campo di ricerca„.

Il professor Emek Kocaturk, ospedale universitario di Koc a Costantinopoli, Turchia

Un'analisi retrospettiva di 755 pazienti di CSU (171 bambino, adulto 580) è stata condotta, con un confronto tra i dati eseguiti e per determinare le caratteristiche distinte fra pediatrico contro i pazienti adulti di CSU. I risultati dello studio comprendono la più breve durata di malattia (10.0±18.2), avvenimento più basso del angioedema (21,8% contro 59,8%; p<0.001) ed autoimmunità della tiroide (8,9% contro 25,4%; <0.001) nel gruppo pediatrico contro il gruppo adulto. Inoltre, i pazienti pediatrici di CSU sono stati trovati per rispondere meglio agli antistaminici che i pazienti adulti di CSU.

La resistenza agli antistaminici è stata associata con (la positività anti--TPO degli autoanticorpo di antitiroide più comuni) (p=0.02), la presenza di angioedema (p=0.01) e il eosinopenia (un indicatore di disordine di sangue; p<0.001) nel gruppo pediatrico mentre è stato associato soltanto con il eosinopenia (p=0.03) nel gruppo adulto.

Ulteriore ricerca che esamina CSU in bambini aiuterà verso la comprensione degli aspetti differenti di clinico, del laboratorio e delle caratteristiche di terapia della circostanza e perché queste differenze esistono. Questa comprensione aiuterà verso la gestione ed il trattamento d'ottimizzazione di CSU in bambini ed è un grande esempio del tipo di ricerca innovatrice che è montrata al congresso di EADVth 30 questo anno.„

Asli Bilgic, membro del Comitato di comunicazioni di EADV