Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati identificano la malattia infettiva emergente causata da un nuovo nairovirus nel Giappone

Un virus precedentemente sconosciuto che può infettare gli esseri umani e la malattia di causa è stato identificato dagli scienziati nel Giappone. Il virus contagioso novello, nominato virus di Yezo e trasmesso dai morsi della tacca, causa una malattia caratterizzata da febbre e una riduzione di piastrine e di leucociti. La scoperta è stata fatta dai ricercatori all'università dell'Hokkaido e dai colleghi ed i risultati sono stati pubblicati nelle comunicazioni della natura del giornale.

Keita Matsuno, un virologo all'istituto internazionale dell'università dell'Hokkaido per controllo di zoonosi, ha detto: “Almeno sette genti sono state infettate con questo nuovo virus nel Giappone dal 2014, ma, finora, nessuna morte è stata confermata.„

Il virus di Yezo è stato scoperto dopo che un uomo di 41 anni è stato ammesso all'ospedale nel 2019 con dolore di cosciotto e di febbre dopo il morso da un artropodo creduto di essere una tacca mentre stava camminando in una foresta locale nell'Hokkaido. È stato curato e che scaricato stato dopo due settimane, ma prova ha mostrato che non era stato infettato con alcuni virus conosciuti portati dalle tacche nella regione. Un secondo paziente ha rivelato con i simili sintomi dopo un morso della tacca il seguente anno.

L'analisi genetica dei virus isolati dai campioni di sangue dei due pazienti ha trovato un nuovo tipo di orthonairovirus, classe A di nairovirus, che include gli agenti patogeni quale il virus emorragico di febbre del Della Crimea-Congo. Gli scienziati la hanno nominata virus di Yezo, dopo un nome giapponese storico per l'Hokkaido, una grande isola nel Nord del paese in cui il virus è stato scoperto. Il virus novello è stato trovato più strettamente connesso al virus di Sulina ed al virus di Tamdy, individuati in Romania e l'Uzbekistan, rispettivamente, gli ultimi di cui secondo le informazioni ricevute hanno causato recentemente la febbre acuta in esseri umani in Cina.

Gli scienziati poi hanno controllato i campioni di sangue raccolti dai pazienti ricoverati che hanno mostrato i simili sintomi dopo i morsi della tacca dal 2014. Hanno trovato i campioni positivi supplementari da cinque pazienti. Questi pazienti, compreso i primi due, hanno avuti una febbre e le piastrine e leucociti diminuiti e gli indicatori indicati della funzione epatica anormale.

Per determinare la sorgente probabile del virus, il gruppo di ricerca ha schermato i campioni raccolti dagli animali selvatici nell'area fra 2010 e 2020. Hanno trovato gli anticorpi per il virus nei cervi e nei procioni di shika dell'Hokkaido. Egualmente hanno trovato il RNA del virus in tre specie importanti di tacche nell'Hokkaido. Matsuno dice, “il virus di Yezo sembra stabilire la sua distribuzione nell'Hokkaido ed è altamente probabile che il virus causa la malattia quando è trasmesso agli esseri umani dagli animali via le tacche.„

Mentre la pandemia Covid-19 dimostra così drammaticamente, gli animali portano molti virus sconosciuti ed alcuni di questi possono continuare ad infettare la gente. “Tutti casi di infezione virale che di Yezo conosciamo di finora non si sono trasformati negli infortuni mortali, ma è molto probabile che la malattia è trovata oltre l'Hokkaido, in modo da dobbiamo studiare urgentemente la sua diffusione, “ha detto Matsuno.

Il gruppo di ricerca ora pianificazione tenere la carreggiata la distribuzione nazionale possibile del virus novello in animali selvatici ed in pazienti. E dicono che più ospedali dovrebbero provare a virus in pazienti che si lamentano dei sintomi.

Lo studio è stato effettuato in collaborazione con i ricercatori alla scuola post-laurea di medicina veterinaria e ad un centro di ricerca di salubrità dell'università dell'Hokkaido, del policlinico della città di Sapporo, dell'ospedale della croce rossa di Nagaoka, dell'istituto dell'Hokkaido di salute pubblica, dell'istituto nazionale delle malattie infettive, dell'università di Nagasaki, dell'università di Rakuno Gakuen, dell'università di scienze di salubrità di Hokkaido e dell'università di Liverpool.

Source:
Journal reference:

Kodama, F., et al. (2021) A novel nairovirus associated with acute febrile illness in Hokkaido, Japan. Nature Communications. doi.org/10.1038/s41467-021-25857-0.