Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'ambiente dell'alloggio ha influenzato la salute mentale durante la pandemia COVID-19

L'ultimo anno e mezzo è stato una lotta per tutti noi e quello sta mettendolo leggermente.

Ma in termini di salute mentale, Americani dell'appartamento-abitazione; particolarmente quelli che vivono da solo; può soffrire più problemi sanitari di salute mentale durante la pandemia COVID-19 che quelli che vivono con le loro famiglie nella periferia, suggeriscono la nuova ricerca dall'università di Georgia.

Pubblicato nel giornale internazionale della ricerca ambientale e della salute pubblica, lo studio ha indicato che le persone che vivono nelle unità abitative multifamiliari, come i complessi condominiali, erano più probabili avvertire i problemi sanitari di salute mentale che la gente nelle case o in condomini autonomi. Gli affittuari egualmente hanno avuti più alte probabilità di avvertire le emissioni di salute mentale durante la pandemia che quei proprietari di abitazione.

Credo ardente che il vostro ambiente dell'alloggio possa avere certo genere di impatto sulla vostra salute mentale, particolarmente durante il COVID.„

Andy Carswell, il professor, istituto universitario delle scienze di consumatore e di famiglia

La ricerca ha indicato che gli affittuari, specialmente quelli viventi nei complessi ad alta densità, sono generalmente a crisi di salute mentale più inclini ma la pandemia è sembrato comporre quell'effetto.

“Nella maggior parte dei ambienti dell'affittuario, il residente non ha tan controllo come lui o lei gradirebbe,„ Carswell ha detto. I vicini rumorosi, spazio all'aperto, anche se il residente può possedere gli animali domestici tutti dipendono dalle norme dell'impresa locative. “Quando non avete controllo, quello può durare sulla vostra salute mentale, causare l'ansia e rendervi un poco più depresso.„

Mentre le opportunità sociali hanno inaridito, la gente che vive da solo si è divertita mentalmente fare fronte che coloro che ha vissuto con i membri della famiglia.

“Un lato della moneta è quel senso di sollievo; “Vivo da solo. “C'è una probabilità molto più piccola di me che ottengo il virus se vivo da solo, '„ Carswell ha detto. “Ma c'è un'epidemia di solitudine là fuori anche. Secondo i nostri dati, la vostra salute mentale migliora mentre più gente entra nella maschera: Più la gente nell'unità abitativa, la salute mentale della migliore gente era.„

Complessi condominiali ad alta densità causati sforzo

I ricercatori hanno contato sui dati dall'indagine di impulso della famiglia, un'indagine online ripartita con scelta casuale dall'Ufficio censimento che ha raccolto le informazioni su come le vite della gente sono state urtate dalla pandemia di coronavirus. In media, oltre 80.000 famiglie alla settimana ha partecipato, con più di 1,5 milione partecipanti totali durante il periodo di studio.

L'indagine ha compreso varie domande, compreso posizione nella professione, obbligazione dell'alimento e sicurezza del posto di lavoro. Ai partecipanti egualmente sono stati chiesti che circa ogni quanto tempo hanno ritenuto depressi, ansiosi o preoccupati durante la settimana passata.

Per gli affittuari, vari fattori probabilmente hanno entrato in gioco. Gli ambienti più stretti in edilizie ad alta densità significa una probabilità aumentata di imbattersi in qualcuno nel corridoio e possibilmente che è esposto al virus. I giri dei lockdowns hanno significato che più gente stava restando 24/7 domestico, potenzialmente aumentando la probabilità di interazione con altre nella costruzione pure.

Facendo uso delle amenità tradizionali come le palestre o i raggruppamenti dell'appartamento è diventato un rischio calcolato; se non fossero chiusi dalla gestione porre freno la diffusione.

Gli affittuari egualmente hanno tipicamente il moderato ai redditi bassi e le ansie finanziarie già esistenti probabilmente esacerbate pandemiche. La possibilità di sfratto era una minaccia sempre presente fino a passare le moratorie.

Certificazione mentale di benessere

Indipendentemente dalla situazione dell'alloggio di un partecipante, le emissioni di salute mentale erano dominanti in tutto tutte le unità residenziali.

Un programma mentale di certificazione di benessere per le case d'affitto esiste. Sulla base degli studi universitari della ricerca, il sistema di certificazione di Fitwel originalmente è stato creato dal CDC per migliorare la salubrità ed il benessere in edilizie e nelle comunità. Ma gli estesi protocolli per la salute mentale dei residenti proteggenti sono ancora equo rari.

“Il grande takeaway è quello; nessuna sorpresa; argomenti dell'alloggio,„ Carswell ha detto. “Nella definizione dell'uno dei problemi dei molti livelli di problemi che COVID porta, salute mentale realmente è stato un aspetto nascosto di questa intera pandemia.„

Source:
Journal reference:

Ghimire, J., et al. (2021) The Impact of U.S. Housing Type and Residential Living Situations on Mental Health during COVID-19. International Journal of Environmental Research and Public Health. doi.org/10.3390/ijerph18168281.