Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La lunghezza d'onda specifica di luce UV è sicura e modo efficace da uccidere il virus SARS-CoV-2

Una lunghezza d'onda specifica di luce ultravioletta (UV) è non solo estremamente efficace ad uccidere il virus che causa COVID-19, ma è egualmente più sicura per uso negli spazi pubblici, trova la nuova università di ricerca di colorado Boulder.

Lo studio, pubblicato questo mese in microbiologia applicata ed ambientale, è il primo per analizzare completamente gli effetti delle lunghezze d'onda differenti di luce UV su SARS-CoV-2 e su altri virus respiratori, compreso la sola lunghezza d'onda più sicura affinchè gli esseri viventi sia esposto senza alla protezione.

I risultati, a che gli autori si riferiscono come “commutatore del gioco„ per uso della luce UV, potrebbero piombo a nuovo accessibile, alla cassaforte ed ai sistemi altamente efficaci per la diminuzione della diffusione virale negli spazi pubblici ammucchiati come gli aeroporti e le sedi di concerto.

Di quasi ogni agente patogeno che abbiamo studiato mai, questo virus è uno dei più facili, di gran lunga, uccidere con luce UV. Cattura una dose molto bassa. Ciò indica che la tecnologia UV potrebbe essere una soluzione realmente buona per gli spazi pubblici proteggenti.„

Tiglio di Karl, autore senior, professore di assistenza tecnica ambientale

La luce UV è emessa naturalmente dal sole e la maggior parte dei moduli sono nocivi agli esseri viventi; così come i microrganismi, come i virus. Questo indicatore luminoso può ottenere assorbente dal genoma di un organismo, legare i nodi ed impedirlo riprodurrsi. Queste lunghezze d'onda nocive dal sole, tuttavia, sono filtrate dal livello di ozono prima che raggiungano la superficie della terra.

Alcuni prodotti comuni, come le lampade del tubo fluorescente, uso umano-hanno costruito la luce UV, ma un rivestimento fosforoso bianco sull'interno protegge la gente dalle razze UV.

“Quando catturiamo quel ricoprire fuori, possiamo emettere quelle lunghezze d'onda e possono essere nocive per la nostra interfaccia ed i nostri occhi; ma possono anche uccidere gli agenti patogeni,„ ha detto il tiglio.

Gli ospedali già usano la tecnologia della luce UV per disinfettare le superfici negli spazi quando non c'è gente in loro, utilizzanti i robot che possono splendere la luce UV nel funzionamento e le stanze pazienti fra gli usi.

E molti aggeggi sul servizio oggi liberano tutto dai telefoni cellulari alle bottiglie di acqua con luce UV. Ma i protocolli della sicurezza ancora stanno sviluppandi da FDA e dal EPA. Il tiglio avverte contro per mezzo delle unità affatto personali o “germicide„ in cui una persona è esposta a luce UV.

I nuovi risultati sono unici, disse, perché hanno colpito il punto dolce fra luce UV che è relativamente sicura per gli esseri umani e nociva per i virus, particolarmente quello che causa COVID-19.

“Questo può essere un commutatore del gioco per l'uso pubblico di luce UV negli spazi dell'interno,„ ha detto il tiglio.

Morte tramite esposizione

Per lo studio, il tiglio ed il suo gruppo hanno confrontato parallelamente le lunghezze d'onda UV differenti facendo uso dei metodi standardizzati messi a punto attraverso l'industria della luce UV.

“Ci abbiamo pensati, lasciato venire insieme e rilasciare un'istruzione definitiva la sulla che esposizione UV è richiesta per uccidere fuori SARS-CoV-2,„ ha detto il tiglio. “Abbiamo voluto assicurarci che se la luce UV sta usanda per gestire la malattia, stiate consegnando la giusta dose che è protettiva delle sanità e dell'interfaccia umana, ma egualmente stiate andando uccidere fuori da questi agenti patogeni.„

L'opportunità di fare questo genere di lavoro è rara, poichè ci sono norme di sicurezza estremamente rigorose richieste per lavorare con SARS-CoV-2. Così tiglio e Ben mA, ricercatore postdottorale nel gruppo di ricerca del tiglio, collaborato con il virologo Charles Gerba all'università dell'Arizona, ad un laboratorio rimosso per lavorare con il virus e le sue varianti.

I ricercatori hanno trovato che mentre il virus era generalmente abbastanza suscettibile di luce UV una lunghezza d'onda specifica di lontano ultravioletto-c, a 222 nanometri, era particolarmente efficace. Creato da che cosa è conosciuta come lampada di eccimeri del cloruro del cripto, rifornita dalle molecole che si muovono fra gli stati differenti di energia, questa lunghezza d'onda è molto alta energia. Di conseguenza, può da infliggere il danneggiamento dell'acido nucleico e della maggior proteina virale del virus confrontato ad altre unità UV-C come pure è bloccato dai livelli superiori stessi di interfaccia e di occhi umani; significando che ha limitato a nessun effetti sulla salute nocivi alle dosi che sono capaci di uccisione fuori dai virus.

“Non solo è cassaforte, è egualmente il più efficace,„ ha detto il tiglio.

Il ruolo di disinfezione UV oggi

La luce UV in vari moduli è stata usata ampiamente dall'inizio del XX secolo per disinfettare l'acqua, l'aria e le superfici. Fin dagli anni 40, è stata usata per diminuire la trasmissione della tubercolosi in ospedali ed in aule, splendendo l'indicatore luminoso al massimale per disinfettare l'aria mentre ha circolato in tutto la stanza. Oggi, ha utilizzato non solo in ospedali, ma in alcuni bagni ed aeroplani pubblici quando non c'è gente in quegli spazi.

In White paper recente ha pubblicato dall'associazione UV internazionale, “radiazione UV-C lontana: Current Di stato de Knowledge,„ che accompagna il nuovo studio, il tiglio ed i co-author sostengono che questa lunghezza d'onda più sicura di indicatore luminoso UV-C lontano potrebbe servire da misura chiave di diminuzione contro le attuali e pandemie future, oltre a ventilazione, all'uso della maschera ed alla vaccinazione migliori.

Il tiglio immagina i sistemi che potrebbero qualsiasi ciclo in funzione e a riposo negli spazi dell'interno pulire ordinariamente l'aria e le superfici, o crea una barriera in corso e invisibile fra gli insegnanti e studenti, i clienti ed i lavoratori di servizio e la gente negli spazi in cui distanziare del sociale non è possibile, per disinfettare l'aria.

La disinfezione della luce UV può anche rivaleggiare con gli effetti positivi di ventilazione dell'interno migliore assicurando la protezione equivalente dei rinnovi d'aria aumentati all'ora all'interno di una stanza. È egualmente molto più economico da installare le luci UV che migliorare un intero sistema di HVAC.

“C'è un'opportunità qui di risparmiare la moneta e l'energia mentre protegge la salute pubblica allo stesso modo. È realmente emozionante,„ ha detto il tiglio.

Source:
Journal reference:

Ma, B., et al. (2021) UV Inactivation of SARS-CoV-2 across the UVC spectrum: KrCl* excimer, mercury-vapor, and LED sources. Applied and Environmental Microbiology. doi.org/10.1128/AEM.01532-21.