Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori mettono a punto il nuovo metodo per predire la capacità del biomateriale di indurre la rigenerazione del tessuto

I ricercatori dal polimero e dal gruppo dei materiali avanzati al Universitat Jaume I in Castellón hanno messo a punto un metodo in vitro per predire la capacità di un biomateriale di indurre la rigenerazione del tessuto molle e dell'osso. Corrente, non c'è prova personale della capacità di rigenerazione sviluppata per i pazienti che stanno andando ricevere un innesto o una protesi.

“La procedura da brevettare è basata sul verificare l'esistenza dei tipi differenti di cluster della proteina relativi all'osso e l'attività di rigenerazione del tessuto molle differenziale fissata alla superficie del biomateriale, in base al contatto del siero del paziente con il biomateriale„, spiega il gruppo di ricerca. L'invenzione egualmente includerebbe un kit per effettuare la prova.

Questo metodo in vitro permetterebbe di effettuare, prima di un intervento, una prova personale della capacità di rigenerazione sviluppata per il paziente che sta andando ricevere un innesto o una protesi. Questo modo, il rischio per la persona, il momento di ottenere i nuovi prodotti ed i costi tutti sarebbero diminuiti. “Il metodo permetterebbe di determinare la capacità di osteointegrazione nel caso di un innesto dentario e la capacità di sigillamento del tessuto molle nel caso dello sviluppo di un appoggio transepithelial„, dice il gruppo di ricerca di UJI.

In vitro e in vivo le prove corrente sono usate, ma sono lunghe, complesse, costose, non esenti dalle discussioni etiche dovuto l'uso degli animali nella sperimentazione e non completamente sicure. C'è ne cambiano o il miglioramento apportato a questi apparecchi medici, quali l'applicazione di un trattamento di superficie o lo sviluppo di nuove composizioni del biomateriale utilizzato nella loro lavorazione, richiede un trattamento costoso e complicato di valutazione della biocompatibilità del prodotto per almeno quattro anni per in vitro, in vivo e la prova preclinica.

L'applicazione gestionale di nuovo metodo riguarda i settori quale produzione della protesi; la lavorazione di materiali che devono essere in contatto con l'osso; società percutanee dell'apparecchio medico; ricerca; in vitro e in vivo gruppi di prova che sviluppano i biomateriali per la determinazione della loro capacità di rigenerazione del tessuto o del settore di sanità, in particolare cliniche, ospedali e consegnatari dentari.

La nuova tecnologia è convalidata al livello sperimentale in laboratorio l'ambiente ed il gruppo di ricerca cerca la collaborazione per lo sviluppo e l'adattamento di questa tecnologia nelle applicazioni specifiche con gli accordi specifici e l'accordo di licenza successivo con le società.