Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Terapia ormonale e demenza della menopausa

Thought LeadersDr. Yana VinogradovaSenior Research FellowUniversity of Nottingham

In questa intervista, Notizia-Medica parla al Dott. Yana Vinogradova di lei l'ultima ricerca su terapia ormonale della menopausa (MHT) ed il suo rischio non associato a demenza.

Che cosa ha provocato la vostra ultima ricerca su terapia ormonale e (MHT) su demenza della menopausa?

Siamo stati coinvolgere per un po di tempo negli studi d'osservazione molto grandi nei rischi della droga.  Ciò è il nostro terzo studio che studia gli effetti secondari seri connessi con MHT.  Gli studi iniziali avevano riferito i problemi, quali tromboembolismo e (VTE) cancro al seno venosi e questo aveva causato un declino nell'uso della terapia, che aveva persistito.

Nel 2015, l'istituto nazionale del Regno Unito per eccellenza clinica ha pubblicato le nuove linee guida che raccomandano il più ampio uso di MHT, allo stesso tempo richiedente la ricerca più dettagliata sui rischi di effetti secondari seri.  Poiché erano gli effetti secondari conosciuti e discussi il più comunemente, i nostri primi studi su MHT hanno indirizzato i rischi supplementari di VTE e di cancro al seno.  Questo terzo studio su demenza è stato avviato dai risultati contradditori attuali della ricerca sui rischi supplementari di sviluppare la demenza connessi con MHT.

Potete fare prego una generalità in cui MHT è ed in come funziona?

La menopausa è la fase nella vita di una donna in cui i suoi livelli di ormone diminuiscono ed i periodi si fermano.  Attualmente, molte donne egualmente avvertono a volte così severamente un intervallo dei sintomi, quali i getti d'acqua, i disturbi del sonno, la depressione, i basculaggi asse verticali di umore, o le perdite di memoria caldi - che hanno bisogno del trattamento di neutralizzare gli effetti.

La terapia ormonale della menopausa consiste solitamente di due tipi di ormoni un estrogeno che è la componente chiave e un progestogen ha aggiunto per la protezione dell'utero (terapia combinata).  la terapia solo estrogeno è prescritta alle donne che hanno subito le procedure che comprendono la rimozione dell'utero.

Alcuni sintomi della menopausa sono simili agli allarmi immediati di demenza futura e gli studi biologici hanno suggerito entrambi che l'esposizione ad estrogeno potesse avere un effetto protettivo sul cervello di invecchiamento e che l'aggiunta di un progestogen può neutralizzare questo effetto.

La terapia ormonale della menopausa è efficace nell'alleviamento dei sintomi della menopausa, ma se le donne che la usano erano ad più alto o ad più a basso rischio di demenza di sviluppo era poco chiara.

Terapia di sostituzione di ormone

Credito di immagine: Punto di immagine Fr/Shutterstock.com

Perché molti studi che circondano MHT e la demenza hanno fornito i risultati contradditori?

La demenza è relativamente rara ed il numero degli ormoni specifici di MHT utilizzati nei trattamenti differenti è ampio.  Valutando i rischi per le combinazioni differenti di ormoni, i dosaggi e la durata del trattamento richiede che un grandissimo numero di donne siano continuate durante un molto tempo.

Le indagini precedenti su questo argomento hanno state troppo piccole per consegnare i chiari risultati o per studiare soltanto alcune formulazioni disponibili del trattamento.  Lo studio di iniziativa della salubrità delle grandi donne, per esempio, ha studiato soltanto una combinazione di ormoni.  Uno studio finlandese recente su MHT e sul morbo di Alzheimer ha riferito gli elevati rischi piuttosto, ma la progettazione di studio ha avuta alcune debolezze metodologiche.  

Il nostro studio mirante per studiare tutte le cure ormonali della menopausa disponibili dal servizio nazionale sanitario nel Regno Unito e - come fanno tutti gli nostri studi un grandissimo numero di donne, dal rappresentante incluso della popolazione in genere.

Potete descrivere come avete effettuato la vostra ultima ricerca su MHT e su demenza?

Abbiamo utilizzato le registrazioni pazienti da due di più grandi database di pronto intervento nel Regno Unito, che egualmente avessero collegamenti a cura secondaria ed altre fonti dei dati, creanti un insieme di dati ricco con le estese informazioni sui pazienti e dati storici pazienti e caratteristiche.  Da questi, abbiamo estratto le informazioni su tutte le donne invecchiate 55 o più vecchio, che erano stati diagnosticati con demenza durante i 20 anni ultimi.

Poi abbiamo abbinato ciascuno di questi casi a fino a 5 donne senza demenza, che provenivano dalla stessa pratica ed erano della stessa età.  Per concludere, abbiamo analizzato le informazioni di prescrizione e la abbiamo confrontate fra i casi ed i comandi che considerano tutti i altri fattori disponibili che sono conosciuti per pregiudicare il loro rischio di sviluppare la demenza.

Che cosa avete scoperto?

Quando abbiamo studiato le diagnosi per demenza generica (indipendentemente da un tipo specifico), non abbiamo trovato rischi supplementari di sviluppare la demenza connessi con l'uso di MHT.  Ciò era coerente attraverso le formulazioni differenti, i dosaggi, i modi di amministrazione della terapia e la durata del trattamento di uso.

Il solo rischio elevato è stato trovato in un'analisi del sottogruppo di casse diagnosticate specificamente con il morbo di Alzheimer (AD) ed i loro comandi.  Qui abbiamo trovato un'associazione molto piccola per gli utenti della terapia combinata di MHT, aumentanti con la durata di uso e raggiungenti un livello misurabile soltanto fra gli utenti a lungo termine (adeguamento verso l'alto di 11% per un uso di 5 - 9 anni e 19% per un uso di 10 anni o di più).  Nei termini assoluti, il rischio era equivalente alle donne del supplemento rispettivamente 5 e 7 per 10.000 all'anno.

Dovrebbe essere sollecitato che i nostri preventivi per il gruppo dell'ANNUNCIO erano più bassi di quelli dallo studio finlandese citato più presto e che queste associazioni di rischio non sono causali.  L'ANNUNCIO è un modulo lentamente di sviluppo di demenza e divide alcuni sintomi con menopausa.

I nostri risultati sono più simile ad identificare un gruppo di donne con i dati storici o le caratteristiche che lo incitano più probabilmente sia per richiedere HRT per più lungamente che per essere leggermente più probabile continuare a sviluppare la demenza.

Concetto di demenza

Credito di immagine: Robert Kneschke/Shutterstock.com

Che cosa erano alcune delle limitazioni del vostro studio?

La limitazione principale dello studio è che le registrazioni per menopausa non erano complete e non potremmo conoscere quali sintomi hanno avviato le donne per catturare MHT.  Riguardo all'individuazione per il morbo di Alzheimer detto precedentemente, è possibile che alcune donne abbiano avute sintomi della menopausa simili ai segni del morbo di Alzheimer e la persistenza di quelle le ha fatte restare su MHT per più lungamente.

Per minimizzare questa tendenziosità possibile preveduta di indicazione, le nostre analisi hanno scontato tutte le prescrizioni nei tre anni prima della data di diagnosi, ma ci ancora potrebbe essere una certa confusione residua.

Come i vostri risultati aiuteranno il più ampia comunità medica compreso medici ed i responsabili della politica?

Lo studio dovrebbe più ulteriormente rassicurare le donne circa la sicurezza dei trattamenti di MHT, specialmente una volta usato per un periodo esteso.  Per le donne che ancora hanno preoccupazioni, questi informazioni saranno utili a medici, facilitanti le discussioni con i loro pazienti.  Per i responsabili della politica, egualmente chiariscono la situazione e contribuiranno a sostenere le loro raccomandazioni riguardo a HRT.

Come la vostra ricerca egualmente contribuirà a rassicurare le donne che richiedono MHT?

MHT è un farmaco e come tutto il farmaco ha alcuni effetti secondari.  Per le donne che soffrono dai sintomi della menopausa severi, MHT porta il sollievo e migliora la loro qualità di vita.  La nostra ricerca in questa area ha indicato in generale che i rischi di effetti secondari seri sono minimi (come con demenza) o molto in basso.

I risultati più dettagliati nei nostri studi egualmente aiutano le donne delle età differenti ad identificare i rischi relativi per loro dei trattamenti specifici e dei regimi (formulazione, dosaggio e/o durata).  Sosterremmo sempre che le donne discutono le loro preoccupazioni con il loro medico per identificare il la maggior parte il trattamento appropriato per i loro bisogni.

La salubrità delle donne è un campo di ricerca spesso trascurato. Perché è importante da continuare ricercare la salubrità delle donne? Che cosa di più può essere fatto qui?

Non sono così sicuro dei locali di apertura - come ricercatore negli aspetti della salubrità delle donne come pure della salubrità più generale studia, sono informato che ci sono molti aspetti di salubrità che hanno bisogno della ricerca o dove i risultati attuali potrebbero essere migliorati.

Il mio principale preoccupazione è che i bisogni dei pazienti' dovrebbero essere al centro di ogni studio di salubrità - riguardo a MHT, per esempio, l'esigenza reale di sollievo dai sintomi severi significa che gli efficaci trattamenti sono necessari, ma che cosa egualmente è necessario è studi per identificare i trattamenti più sicuri ed in modo da contribuisca a rassicurare i pazienti responsabili circa gli effetti secondari seri.

Donne

Credito di immagine: Rawpixel.com/Shutterstock.com

Che cosa sono i punti seguenti per voi nella vostra ricerca?

Intendiamo continuare la ricerca sui rischi e sui vantaggi dai trattamenti di MHT - soprattutto studi d'osservazione molto grandi facendo uso dei dati pazienti reali raccolti in centri del trattamento di mondo reale del `'.

Il nostro scopo è di consegnare i risultati osservati nella popolazione in genere in modo che i nostri preventivi riflettano che cosa i pazienti ordinari potrebbero prevedere.

Circa Dott. Yana Vinogradova

Ho studiato la matematica applicata all'università statale di Mosca (MGU) e sono diventato un ricercatore al centro di ricerca della cardiologia dell'accademia delle scienze mediche russa a Mosca. Dopo essere mossmi nel Regno Unito, ho lavorato nella divisione della cardiologia all'università di Leicester e nel centro per gli studi di servizio sanitario (SCACCHI) e nella divisione di salubrità nella Comunità all'università di Warwick.Dott. Yana Vinogradova

Nel 2005, ho unito l'università di Nottingham come esperto nelle statistiche mediche nel 2005. Da allora ho lavorato nella divisione di pronto intervento della scuola di medicina, in cui ho ricevuto un Ph.D. nella medicina tramite le opere pubblicate nel 2017. Ora sono un ricercatore senior.

Ricerca corrente

La mia ricerca comprende l'uso dei modelli matematici e dei metodi statistici migliorare la comprensione della dinamica e dell'incidenza delle malattie e dei risultati del trattamento. Il mio lavoro a Nottingham in gran parte è stato nell'area della sicurezza della droga, mettente a fuoco su due aspetti - aderenza ai farmaci prescritti ed alla sicurezza della droga, in particolare esaminante risultati rari e/o lentamente di sviluppi.  Questi richiedono gli studi d'osservazione molto grandi ed utilizzo i dati pazienti reali anonimizzati riuniti per i lungi periodi negli ambienti di pronto intervento di NHS, che sono collegati a cura secondaria e ad altre fonti dei dati pertinenti.

Ciò permette che gli studi consegnino i preventivi accurati e robusti del rischio, riflettenti dei risultati nelle popolazione in genere e giù al livello di dettaglio delle formulazioni specifiche della droga, dei dosaggi, delle misure della consegna e delle esposizioni.  Così come il mio lavoro della sicurezza della droga (corrente che mette a fuoco su MHT,) sono coinvolgere in una vasta gamma di progetti di ricerca di collaborazione.

Ricerca passata

Sono stato coinvolgere in una vasta gamma di ricerca - d'osservazione e negli studi di prova al centro di ricerca di Mosca e Leicester e l'università cardiologici di Warwick.  Dall'aggiunta dell'università di Nottingham, egualmente ho lavorato alla modellistica di previsione di rischio (QRisk) ed agli studi d'osservazione per fare con la prevenzione di lesione.

Ricerca futura

Ho abilità fortemente sviluppate nell'uso di insiemi di dati molto grandi ed ho aperto la strada all'uso di grandi database multipli (specificamente QResearch e CPRD) facilitare la ricerca più dettagliata sui tipi e sulle formulazioni di droga e migliorare l'accuratezza dei preventivi di rischio.

Il mio scopo è di costruire su cui ho raggiunto a Nottingham per continuare per trasmettere le informazioni indipendente-ricercate della sicurezza della droga di uso ai pazienti, a medici ed ai regolatori. Godo di di estendere i miei campi di specializzazione e prevedo di ricercare facendo uso di nuovo apprendimento automatico e di altre tecniche novelle, comunque sempre dal punto di vista dell'utilità piuttosto che il modo.

Emily Henderson

Written by

Emily Henderson

During her time at AZoNetwork, Emily has interviewed over 150 leading experts in all areas of science and healthcare including the World Health Organization and the United Nations. She loves being at the forefront of exciting new research and sharing science stories with thought leaders all over the world.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Henderson, Emily. (2021, October 07). Terapia ormonale e demenza della menopausa. News-Medical. Retrieved on December 09, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20211006/Menopausal-Hormone-Therapy-and-Dementia.aspx.

  • MLA

    Henderson, Emily. "Terapia ormonale e demenza della menopausa". News-Medical. 09 December 2021. <https://www.news-medical.net/news/20211006/Menopausal-Hormone-Therapy-and-Dementia.aspx>.

  • Chicago

    Henderson, Emily. "Terapia ormonale e demenza della menopausa". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20211006/Menopausal-Hormone-Therapy-and-Dementia.aspx. (accessed December 09, 2021).

  • Harvard

    Henderson, Emily. 2021. Terapia ormonale e demenza della menopausa. News-Medical, viewed 09 December 2021, https://www.news-medical.net/news/20211006/Menopausal-Hormone-Therapy-and-Dementia.aspx.