Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le guide della droga di malattia autoimmune impediscono il danno ai polmoni, morte in mouse con l'infezione SARS-CoV-2

In un nuovo documento, i ricercatori all'università dell'Illinois Chicago riferiscono che una droga ha approvato per la cura dei pazienti con la malattia autoimmune contribuita per impedire il danno ai polmoni e la morte in mouse infettati con il virus SARS-CoV-2, che causa COVID-19 in esseri umani.

I risultati del loro studio forniscono la prova ben fondata quella dispersione vascolare del polmone infiammatorio -; o polmoni colanti -; è una caratteristica fondamentale della malattia COVID-19. La dispersione vascolare può essere causata tramite infiammazione ed i risultati severi in un'accumulazione di liquido nei polmoni, che interferisce con il consumo d'ossigeno. I mouse infettati con SARS-CoV-2 hanno mostrato i segni molto chiari ed in anticipo di dispersione dai vasi sanguigni del polmone.

La ricerca egualmente suggerisce i trattamenti mirati a della droga che sopprimono soltanto le vie selezionate del sistema immunitario, come la droga di artrite reumatoide utilizzata nello studio che mira al ricevitore molecolare chiamato IL-1, potrebbe essere una terapia più adatta per i pazienti COVID-19 che i trattamenti della droga che sopprimono l'intero sistema immunitario.

Lo studio piombo l'autore da Asrar senior Malik, capo del dipartimento di farmacologia e di medicina a ricupero all'istituto universitario di medicina e l'autore da Jalees co-senior Rehman, professore di medicina nel dipartimento di farmacologia e di medicina a ricupero.

“Con COVID-19, dobbiamo stendere un bilancio. Da un lato, abbiamo bisogno di forte sistema immunitario di eliminare il virus. D'altra parte, parecchi studi suggeriscono che in pazienti con COVID-19 severo, il sistema immunitario possa andare fuori bordo e perfino danneggiare il nostro proprio organismo,„ Rehman hanno detto. “Così, mentre abbiamo bisogno del sistema immunitario di funzionare efficientemente, egualmente dobbiamo impedirlo trasformarci in danno collaterale iperattivo e causante.„

L'esigenza di bilanciamento è perché i ricercatori di UIC hanno deciso di studiare gli effetti di una droga che gli impianti su soltanto uno hanno mirato alla via del sistema immunitario e vedono se quello contribuisse ad impedire i polmoni colanti di SARS-CoV-2-induced.

Per lo studio, i ricercatori hanno osservato i mouse infettati con il virus ed hanno tenuto la carreggiata la progressione della malattia. Hanno veduto che i mouse hanno mostrato rapidamente i sintomi come perdita di peso, accumulazione fluida nei polmoni dai vasi sanguigni colanti del polmone e perfino gli indicatori del polmone che sfregiano, quale il collageno aumentato livellano nel tessuto polmonare.

“Questa è prova importante che la dispersione del vaso sanguigno nei polmoni è una caratteristica fondamentale di COVID-19 severo e che trattamenti che impediscono o diminuiscono ulteriore studio della cedola vascolare di dispersione,„ Rehman ha detto.

I ricercatori egualmente hanno trattato alcuni dei mouse con la droga approvata di malattia autoimmune, chiamato anakinra, per bloccare il ricevitore IL-1, un'infiammazione di regolamentazione della molecola chiave.

“Abbiamo veduto che i mouse che hanno ricevuto la droga avevano diminuito i sintomi -; compreso meno accumulazione del polmone e più di meno sfregio fluidi dei polmoni -; e migliore sopravvivenza,„ Rehman ha detto.

Rehman ha detto che questi risultati aprono la strada per l'aiuto dei pazienti COVID-19 e illuminano l'esigenza della più ricerca sui trattamenti mirati a e personali.

“Ovviamente, il migliore approccio a diminuire il danno a breve termine ed a lungo termine come conseguenza di COVID-19 è di ottenere vaccinato e diminuire il rischio di infezione SARS-CoV-2 come pure il rischio di malattia severa. Tuttavia, la perplessità di molte persone ottenere vaccinato come pure la mancanza di accesso ai vaccini in molte parti del mondo significa che continueremo a vedere i pazienti con COVID-19 severo nell'immediato futuro. I nostri risultati indicano che è possibile identificare un selezionato una popolazione paziente vulnerabile COVID-19 che è più probabile da trarre giovamento da questa terapia,„ Rehman ha detto.

In loro documento, Interleukin-1RA attenua la dispersione vascolare del polmone infiammatorio di SARS-CoV-2-Induced e la mortalità in mouse umanizzati K18-hACE-2, i ricercatori suppone quella valutando il livello di determinati segnali infiammatori in pazienti, quale l'attivazione della via del ricevitore IL-1, gli scienziati potrebbero identificare quando il sistema immunitario di un paziente potrebbe dirigersi nell'overdrive ed usare un immunosoppressore mirato a, come il anakinra, per tenere l'infiammazione al bilanciamento giusto.

“È importante ottenere la droga giusta al paziente giusto al momento giusto e questo studio fa luce su un percorso di andata per i test clinici che stanno studiando questa droga ed altri che mirino alle componenti specifiche del sistema immunitario,„ Rehman ha detto.

Source:
Journal reference:

Xiong, S., et al. (2021) Interleukin-1RA Mitigates SARS-CoV-2–Induced Inflammatory Lung Vascular Leakage and Mortality in Humanized K18-hACE-2 Mice. Arteriosclerosis, Thrombosis, and Vascular Biology. doi.org/10.1161/ATVBAHA.121.316925.