Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il caricamento allostatic elevato può urtare i risultati di sopravvivenza di completamento e del cancro al seno del trattamento

Il caricamento allostatic elevato è stato associato con una probabilità più bassa di completamento della chemioterapia e un tasso di sopravvivenza globale più basso in pazienti con il cancro al seno vertice-negativo della linfa vertice-positiva o ad alto rischio HER2-negative della linfa, secondo i risultati presentati alla conferenzath di 14 AACR sulla scienza delle disparità di salubrità del Cancro in razziale/minoranze etniche e medicamente nel Underserved, ha tenuto 6-8 ottobre 2021 online.

Il caricamento di Allostatic è “l'usura„ sull'organismo causato tramite l'esposizione per tutta la vita ai fattori di sforzo; quali isolamento, povertà e razzismo sociali; molti di cui sia comune fra razziale/minoranze etniche. Il caricamento allostatic elevato è stato associato con i vari problemi sanitari, quali ipertensione, l'indice di massa corporea aumentato, la malattia renale, l'infiammazione, l'artrite ed altre circostanze.

Il comportamento paziente ed i risultati clinici non possono essere isolati dagli effetti del loro ambiente sociale. Il caricamento di Allostatic ci fornisce un modo valutare gli effetti dei fattori di sforzo sociali ed ambientali sulla fisiologia di un paziente.„

Samilia Obeng-Gyasi, MD, MPH, oncologo chirurgico, il centro completo del Cancro di Ohio State University

In questo studio, Obeng-Gyasi ed i colleghi nel gruppo di ricerca sul cancro di ECOG-ACRIN hanno cercato di capire se il caricamento allostatic o l'ascendenza genetica (identificata da DNA) urtasse la sopravvivenza e la loro probabilità dei pazienti di completamento della chemioterapia. Gli studi priori hanno suggerito che il caricamento allostatic e l'ascendenza genetica ciascuno svolgesse un ruolo nei risultati difficili del cancro al seno; tuttavia, nessuno studio ha esaminato entrambi i fattori allo stesso tempo in una popolazione di studio.

“Abbiamo osservato che la gente con un alto caricamento allostatic all'inizio dello studio ha avuta una maggior probabilità di fermata la chemioterapia presto e dell'elevato rischio della morte,„ abbiamo detto Obeng-Gyasi. “Al contrario, non abbiamo osservato un'associazione fra l'ascendenza ed il completamento genetica della chemioterapia o di sopravvivenza. Ciò suggerisce che il caricamento allostatic possa essere migliore dell'ascendenza genetica a completamento di predizione della chemioterapia ed alla sopravvivenza globale.„

I ricercatori hanno analizzato i dati dal test clinico di fase III di ECOG-ACRIN E5103, una delle prime grandi prove del trattamento di cancro al seno per montare un biorepository e un database di informazioni pazienti, compreso dati demografici e DNA, per la ricerca futura. La prova ha esaminato l'effetto di aggiunta del bevacizumab nei regimi chemioterapeutici sequenziali del paclitaxel e di antraciclina in pazienti con il cancro al seno vertice-negativo della linfa vertice-positiva o ad alto rischio HER2-negative della linfa.

Facendo uso delle analisi genomiche e di altre informazioni pazienti dalla repository E5103, Obeng-Gyasi ed i colleghi hanno esaminato lo sforzo cronico, misurato dal caricamento allostatic, attraverso tre vaste categorie di ascendenza genetica; Africano, europeo ed altro. Fra i 348 pazienti inclusi nell'analisi, circa 80 per cento hanno avuti ascendenza europea, 10 per cento hanno avuti ascendenza africana e 10 per cento hanno avuti altra ascendenza.

Il caricamento di Allostatic è stato misurato in pazienti in E5103 facendo uso dei biomarcatori dei sistemi cardiovascolari, immuni e metabolici raccolti prima dell'iniziare il trattamento. Gli esempi dei biomarcatori hanno incluso l'indice di massa corporea, la pressione sanguigna, la creatinina e parecchie citochine.

Dopo avere registrato per ottenere l'ascendenza genetica, i ricercatori hanno trovato che ogni aumento di 1 unità nel punteggio allostatic del caricamento è stato associato con una riduzione di 15 per cento della probabilità di completamento la chemioterapia e dell'aumento di 14 per cento nel rischio di morte.

“Questi risultati indicano che l'esposizione a lungo termine al sociale cronico ed allo stress ambientale può contribuire ai risultati difficili in pazienti con cancro al seno,„ hanno detto Obeng-Gyasi.

Ha spiegato che con ulteriore ricerca, misurare il caricamento allostatic può essere uno strumento utile per predire quali pazienti con cancro al seno possono essere al rischio aumentato per la fermata della chemioterapia presto e/o avere sopravvivenza difficile. “I test clinici futuri futuri con le misure ripetute del caricamento allostatic possono fornire la maggior comprensione nella sua relazione al trattamento ed alla sopravvivenza, particolarmente se il caricamento allostatic è raccolto periodi multipli durante le fasi attive di sopravvivenza e del trattamento di cura,„ lei hanno aggiunto.

Una limitazione dello studio è che le analisi hanno incluso soltanto una sottopopolazione dei pazienti con cancro al seno; quindi, i risultati non possono applicarsi a tutti i pazienti. Una limitazione supplementare è la piccola dimensione del campione.

Questi studi sono stati intrapresi dal gruppo di ricerca sul cancro di ECOG-ACRIN e sono stati supportati dall'istituto nazionale contro il cancro degli istituti della sanità nazionali. Il contenuto è solamente la responsabilità degli autori e necessariamente non rappresenta i punti di vista ufficiali degli istituti della sanità nazionali. Obeng-Gyasi non dichiara conflitti di interessi.