Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La dieta ad alta percentuale di grassi esacerba il morbo di Alzheimer nel modello del mouse

La ricerca ha indicato che le persone che hanno diabete sono più inclini sviluppano la demenza. Sebbene la gente sia ampiamente informata del diabete, a causa del suo avvenimento comune, sono meno informate dei prediabetes. Simile al diabete, prediabetes egualmente è associato con tolleranza alterata del glucosio. Tuttavia, a differenza del diabete, i pazienti con i prediabetes mostrano un leggero aumento in insulina e glicemia a digiuno piuttosto che l'iperglicemia.

Comorbidities e malattie di Neurodegenerative

Sia il diabete che i prediabetes sono le co-morbosità comuni per i due moduli più comuni di demenza, vale a dire, del morbo di Alzheimer (AD) e dei contributi vascolari a danno ed a demenza conoscitivi (VCID). Gli studi precedenti egualmente hanno indicato che essendo obeso o comorbid con i prediabetes o il diabete di tipo 2 è associato con i rischi elevati di ANNUNCIO e di VCID.

Messo semplicemente, l'ANNUNCIO accade dovuto il neurodegeneration che pregiudica negativamente l'atrofia del cervello e causa il danno conoscitivo. VCID si presenta a causa di una riduzione in flusso sanguigno cerebrale e/o di un danneggiamento delle imbarcazioni cerebrali. È estremamente difficile da differenziarsi fra l'ANNUNCIO e VCID. Molti pazienti con demenza mostrano le patologie multiple, che comunemente è definita demenza mista (MxD). Malgrado la sua alta prevalenza clinica, un numero limitato degli studi è disponibile su MxD. Gli scienziati ritengono che MxD potrebbe essere capito meglio se l'interazione fra i fattori di rischio di VCID e dell'ANNUNCIO fosse scoperta.

La ricerca precedente ha indicato che le donne sono ad un elevato rischio di elaborazione dell'ANNUNCIO e gli uomini sono più suscettibili di VCID. Tuttavia, questo non è vero nel caso della gente con il diabete. Le donne diabetiche sono a VCID più inclini che gli uomini diabetici.

Dieta ad alta percentuale di grassi e malattia conoscitiva

Gli scienziati usano spesso una dieta (HF) ad alta percentuale di grassi per indurre la malattia metabolica in roditori. Tale dieta causa l'obesità, prediabetes ed egualmente ha un effetto immenso sul cervello. Alcuni degli effetti di una dieta di HF sul cervello sono sesso-dipendenti. Per esempio, la dieta di HF altera il neurogenesis hippocampal adulto in femmina ma non di topo maschio. Inoltre, un altro studio recentemente ha rivelato che la dieta di HF in mouse di mezza età ha provocato i deficit più conoscitivi in femmine che i maschi. La ricerca priore ha rivelato che la dieta di HF ha aumentato il danno e le patologie conoscitivi dell'ANNUNCIO come infiammazione, atrofia del cervello ed il caricamento di Aβ. Tuttavia, non è ancora chiaro come i prediabetes influenza i sottotipi differenti di demenza. Gli studi più iniziali hanno documentato che la dieta di HF in femmine ha aumentato il astrogliosis nell'ipotalamo, una regione del cervello quella gestisce la funzione metabolica. Se queste perturbazioni metaboliche inducono il danno e la neuropatologia conoscitivi nel cervello ancora non è stato studiato.

Un nuovo studio

Per indirizzare queste lacune nella ricerca, gli scienziati hanno studiato l'impatto dai dei prediabetes indotti da dieta e del sesso biologico sulla funzione conoscitiva e la neuropatologia nei modelli del mouse dell'ANNUNCIO e di MxD. Questo studio, che è disponibile sul " server " della pubblicazione preliminare del bioRxiv*, ha rivelato che dall'l'obesità indotta da dieta con i prediabetes piombo ad una più vasta schiera dei deficit conoscitivi ed alla neuropatologia in femmine ha confrontato ai maschi.

Nei mouse maschii che femminili correnti 3xTg-AD della ricerca, sia sono stati dati un ambulatorio comune falso (modello dell'ANNUNCIO) o unilaterale di occlusione dell'arteria carotica per indurre il hypoperfusion cerebrale cronico (modello di MxD). I mouse sono stati tenuti nell'ambito (di una dieta controllata o ad alta percentuale di grassi del grasso di 60%) per tre mesi prima della valutazione di comportamento.

La dieta di HF ha causato il maggior danno metabolico in ANNUNCIO e le femmine di MxD hanno confrontato ai maschi. A) Cronologia sperimentale. GTT (prova di tolleranza di glucosio). B) L
La dieta di HF ha causato il maggior danno metabolico in ANNUNCIO e le femmine di MxD hanno confrontato ai maschi. A) Cronologia sperimentale. GTT (prova di tolleranza di glucosio). B) L'obesità è stata valutata dai % del cambiamento nel peso corporeo dall'inizio dello studio alla conclusione dello studio. C) L'adiposità viscerale è stata determinata isolando e pesando i cuscinetti grassi viscerali e normalizzandosi al peso corporeo. La D, E) intolleranza al glucosio è stata valutata con un GTT che segue un 16hr velocemente. D) La rimozione del glucosio è stata misurata dalle concentrazioni di glucosio nel sangue misurato col passare del tempo (glicemia a digiuno di tempo 0=). E) La concentrazione nel glucosio di sangue è stata usata col passare del tempo per calcolare l'area sotto la curva. Precedentemente abbiamo riferito i dati metabolici per il PESO e l'ANNUNCIO finti di falsità, ma non il MxD, gruppi in Robison ed altri (2020) nel giornale di Neuroinflammation (29); conceduto una licenza a nell'ambito di una licenza internazionale di attribuzione 4,0 creativi dei terreni comunali; https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/). ** p<0.01 effetto della dieta, effetto della dieta, ^p<0.05 effetto di demenza, ^^^p<0.001 effetto di demenza, del **** p<0.0001 effetto ^^^^p<0.0001 di demenza. I dati sono presentati come la media + SEM (n=13-25/group).

Dopo tre mesi, sia i mouse maschii che femminili hanno guadagnato il peso ed hanno rivelato il fenotipo prediabetic, cioè, tolleranza alterata del glucosio. I ricercatori ancora trovato che le conseguenze metaboliche di una dieta di HF erano più significative in femmine che in maschi come sia i gruppi di mouse femminili con l'ANNUNCIO o MxD ha sofferto confrontato severamente al gruppo sano di mouse (tipo selvaggio).

Lo studio corrente ha indicato che sia i mouse maschii che femminili, HF-alimentati l'ANNUNCIO o MxD, carenze esibite nella memoria spaziale nel labirinto dell'acqua di Morris (MWM) studiano. Tuttavia, HF-alimentato soltanto i mouse femminili con i mouse di MxD indicati ha diminuito l'abilità di apprendimento spaziale nel MWM. Interessante, indipendentemente dalla dieta, i mouse femminili con l'ANNUNCIO o MxD video le carenze nelle attività quotidiane. Tale avvenimento era assente in di topo maschio.

I ricercatori hanno trovato il astrogliosis e la patologia severi di Aβ fra l'ANNUNCIO e le femmine di MxD, confrontati ai maschi. Ulteriormente, la dieta di HF ha provocato una maggior capitalizzazione di amiloide-beta nelle femmine di MxD confrontate ai maschi di MxD. Tuttavia, la prevalenza severa dei prediabetes è stata correlata con il microgliosis hippocampal aumentato in femmine, ma una tal circostanza non è stata trovata in di topo maschio.

Conclusione

Riassumendo, lo studio corrente ha dimostrato che le femmine sono più suscettibili degli effetti metabolici, conoscitivi e neuropathological negativi dell'ANNUNCIO, di MxD e di una dieta di HF. I risultati indicano che i prediabetes potrebbero influenzare i moduli multipli di demenza in donne. Le diete di differenziale con le composizioni grasse varie o le combinazioni con lo zucchero possono avere conseguenze dissimili. Tuttavia, un maggior danno metabolico di cause grasse 60% croniche di dieta nelle femmine di AD/MxD ha confrontato ai maschi.

Gli autori di questo studio hanno dimostrato l'importanza di come il sesso influenza l'associazione fra i fattori di rischio e la demenza. I ricercatori hanno sostenuto che più lavoro è richiesto per la valutazione della sovrapposizione di altri fattori di rischio, specialmente alla metà della vita. Queste analisi contribuirebbero a sviluppare gli efficaci approcci terapeutici per il trattamento e la prevenzione di demenza.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Priyom Bose

Written by

Dr. Priyom Bose

Priyom holds a Ph.D. in Plant Biology and Biotechnology from the University of Madras, India. She is an active researcher and an experienced science writer. Priyom has also co-authored several original research articles that have been published in reputed peer-reviewed journals. She is also an avid reader and an amateur photographer.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Bose, Priyom. (2021, October 07). La dieta ad alta percentuale di grassi esacerba il morbo di Alzheimer nel modello del mouse. News-Medical. Retrieved on December 03, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20211007/High-fat-diet-exacerbates-Alzheimers-disease-in-mouse-model.aspx.

  • MLA

    Bose, Priyom. "La dieta ad alta percentuale di grassi esacerba il morbo di Alzheimer nel modello del mouse". News-Medical. 03 December 2021. <https://www.news-medical.net/news/20211007/High-fat-diet-exacerbates-Alzheimers-disease-in-mouse-model.aspx>.

  • Chicago

    Bose, Priyom. "La dieta ad alta percentuale di grassi esacerba il morbo di Alzheimer nel modello del mouse". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20211007/High-fat-diet-exacerbates-Alzheimers-disease-in-mouse-model.aspx. (accessed December 03, 2021).

  • Harvard

    Bose, Priyom. 2021. La dieta ad alta percentuale di grassi esacerba il morbo di Alzheimer nel modello del mouse. News-Medical, viewed 03 December 2021, https://www.news-medical.net/news/20211007/High-fat-diet-exacerbates-Alzheimers-disease-in-mouse-model.aspx.