Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le donne sopportate con i difetti del cuore possono diventare incinte e dare alla luce sicuro ai bambini in buona salute

La maggior parte delle donne che nascono con i difetti del cuore possono diventare incinte e dare alla luce sicuro ai bambini in buona salute con i pochi o i problemi secondari se sono supportate assistenza medica esperta e consigliando, secondo la ricerca pubblicata nel giornale europeo del cuore.

Nelle ultime decadi, gli sviluppi della cardiochirurgia hanno significato che più bambini sopportati con la malattia di cuore congenita (CHD) hanno sopravvissuto ed hanno raggiunto all'età riproduttiva ma, finora, i rischi per le donne con CHD di diventare incinto e dante alla luce non è stato chiaro. Medici li hanno consigliati spesso per non tentare la gravidanza a causa dei rischi di problemi sanitari di morte ed altri per sia le madri che i bambini.

Lo studio corrente su 7.512 gravidanze in 4.015 donne con CHD in Germania è il più grande per studiare l'emissione ed indica che nessuna donna è morto, sebbene ci siano stati più complicazioni di salubrità per questi madri e bambini confrontati ad un gruppo di controllo di 11.225 gravidanze in 6.502 donne senza CHD. C'era un piccolo ma rischio aumentato di feti nati morti o di bambini che muoiono entro il primo mese di vita fra quei nati alle madri di CHD e questi bambini hanno avuti un maggior rischio sestuplo di CHD che nel gruppo di controllo.

L'individuazione più importante dal nostro studio è che molte donne sopportate con un difetto congenito del cuore possono passare attraverso la gravidanza e dare alla luce sicuro. Ciò è importante perché soltanto alcune decadi fa molte donne nemmeno avrebbero raggiunto l'età adulta stesse. È molto incoraggiante vedere che tali tantissime madri con un difetto congenito del cuore possono dare alla luce ai bambini in buona salute.„

Dott. Astrid Lammers, autore di studio primo e un consulente in cardiologia pediatrica, dipartimento per gli adulti con CHD, ospedale universitario Münster

“Riferiamo i problemi sanitari intorno al periodo della nascita, che sono pertinenti ed importanti. Tuttavia, grazie a supporto ed alle tecniche neonatali avanzati, una maggioranza di questi problemi possono essere sormontati con supporto medico, anche se con chirurgia e l'ospedalizzazione prolungata.„

Un editoriale accompagnante dagli esperti addetti alla ricerca descrive il risultato delle morti zero fra le madri dallo studio “ben-eseguito„ come “notizie inattese e fantastiche„.

Il Dott. Lammers ed i suoi colleghi ha analizzato tutte le gravidanze in donne con CHD fra 2005 e 2018 da una di più grandi società di assicurazioni di assicurazione sanitaria tedesche, che assicura circa nove milione di persone (intorno ad un none della popolazione tedesca). Li hanno abbinati con le donne di simili età che non hanno avute CHD.

Hanno trovato che nessuna donna nel gruppo di CHD è morto durante la gravidanza ed i fino a 90 giorni dopo la consegna; una donna nel gruppo non-CHD è morto. Sebbene le complicazioni siano in basso globali, le donne con CHD hanno avute una tariffa significativamente più alta del colpo (1,13% contro 0,17%), dell'infarto (0,84% contro 0,03%) e dei problemi anormali del ritmo del cuore (0,82% contro 0,12%) confrontati alle donne senza CHD. Le consegne di taglio cesareo erano egualmente più comuni nei pazienti di CHD: 40,5% contro 31,5%.

Fra i bambini nati dalle madri con CHD, c'era un rischio aumentato di feti nati morti (1,4% contro 0,4%), di morte entro il primo mese di vita (0,83% contro 0,22%), di minimo ed estremamente - peso alla nascita basso (1000-2499g o più di meno di 1000g), essendo sopportando prematuramente, richiedendo la ventilazione meccanica, avendo anomalie visibili importanti ed avendo sindrome di Down o altre sindromi genetiche. Diciotto per cento dei bambini nati dalle madri con CHD hanno avuti CHD stessi confrontato a 3% dei bambini delle madri senza CHD e 6% contro 0,4% cardiochirurgie necessarie al supporto del commputer cuore-polmoni dall'età di sei anni.

I ricercatori hanno trovato che la complessità del difetto del cuore della madre, dell'ipertensione, dell'infarto, sangue-assottigliante il trattamento con gli antagonisti di vitamina K durante l'anno prima della gravidanza e del trattamento di fertilità priore era tutto preannunciatori significativi dei problemi di salute nel neonato.

In loro documento, i ricercatori precisano che le madri che hanno studiato sono state gestite insieme dai cardiologi, dai ginecologi e dai medici di famiglia pediatrici ed adulti come pure i centri regionali e nazionali dell'adulto CHD, in un solido, hanno decentralizzato il sistema di salubrità in cui avrebbero avuti accesso per appropriarsi il consiglio. Gli stessi risultati sarebbero improbabili in paesi meno dotati di risorse.

“I nostri risultati dovrebbero contribuire ad informare madre--sono con la malattia di cuore congenita che cosa per prevedere in termini di complicazioni neonatali e per dirigerli per appropriarsi i curante se desiderano mettere su famiglia. Il consiglio è molto una parte importante della cura di ogni donna con un difetto congenito del cuore e dovrebbe cominciare in età precoce. Sembra lavorare in paesi sviluppati quale la Germania, come suggerito dalla mancanza di morti fra le madri. Ciò è probabilmente dovuto la prevenzione delle gravidanze molto ad alto rischio e gestione appropriata della gravidanza,„ ha detto il Dott. Lammers.

“I problemi sanitari sembrano accadere pricipalmente nella prole ed in modo da consigliare dovrebbe mettere a fuoco sui problemi sanitari potenziali per loro. Per alcune donne di cui il cuore diserta collochile a molto ad alto rischio della morte o delle complicazioni serie, i rischi connessi con la gravidanza devono essere discussi durante il consiglio e queste donne dovrebbero essere scoraggiate dal diventare incinte. A volte il desiderio di avere un bambino supera questi rischi in peso e le donne ancora scelgono di ottenere incinte. Rimane una decisione determinata per la donna ed il suo partner. In questo caso, è importante fornire il controllo medico vicino da tutti gli specialisti addetti in tutto l'intero corso della gravidanza.„

Nell'editoriale accompagnante, il professor Jolien Roos-Hesselink ed il Dott. Karishma Ramlakhan, dal centro medico di ERASMUS Rotterdam (Paesi Bassi) scrivono che lo studio è un contributo importante a conoscenza sull'oggetto. “Non solo è questo il più grande studio, ma include tutte le donne con ACHD [malattia di cuore congenita adulta, senza una tendenziosità possibile soltanto compreso i pazienti del veduti di ad un centro terziario o che includono i pazienti con altri generi di malattia di cuore.

Ancora, perché è eseguito in un paese occidentale con il sistema sanitario ottimale, i risultati sono applicabili ad altri paesi occidentali con i sistemi comparabili dell'organizzazione di cura con appropriato consigliando la collaborazione sul posto e buona fra cura cardiaca e ostetrica. I risultati di gravidanza negli studi con una prospettiva globale, compreso i pazienti dai paesi in via di sviluppo, mostrano i risultati meno favorevoli. Queste differenze illustrano come il sistema sanitario e l'ambiente delle donne hanno grande impatto sui loro risultati di gravidanza ed indicano che ancora dobbiamo lavorare per migliorare questi risultati per tutte le donne universalmente.„

Precisano che il fatto che nessuna donna con CHD è morto “permette di rassicurare la grande maggioranza dei pazienti di ACHD circa il rischio della mortalità di gravidanza. Ciò è un messaggio importante e dovrebbe piombo ad un cambiamento nella polizza dalla gravidanza d'avvicinamento potenzialmente molto pericolosa, alla considerazione della gravidanza come relativamente sicuro ed a spiegare i rischi possibili, a condizione che le donne nel mWHO IV [il gruppo di elevato rischio] se diventino incinte.