Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

COVID-19 collegato alle complicazioni neonate

Ha stato una considerevole quantità di controversia che circonda se le donne incinte con la malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus sono ad un elevato rischio per i risultati difficili per se stessi ed i loro bambini. Uno studio recente suggerisce che la risposta dipenda dalla presenza di sintomi al termine vicino.

“La maggior parte dei risultati della consegna e di gravidanza erano simili fra COVID-19-positive e - partorienti negative.„

Studio: Fa la presenza di risultati di gravidanza di influenza di sintomi nel terzo acetonide in donne con SARS-CoV-2. Credito di immagine: MilanMarkovic78/Shutterstock.com

Sfondo

Il coronavirus di sindrome respiratorio acuto severo (SARS-CoV-2) ha infettato oltre 239 milione di persone universalmente ed ha causato le morti oltre di 4,8 milioni. Nella fase iniziale nella pandemia, la gravidanza è stata reputata uno stato ad alto rischio per COVID-19, con i funzionari di salute pubblica che raccomandano queste persone per riparare in isolamento.

La gravidanza è associata con un tributo più superiore usuale dovuto la malattia respiratoria. Ciò è dovuto la natura della fisiologia peculiare della gravidanza, con le profonde alterazioni nel sistema immunitario, nella coagulazione e nell'attività del cuore e dei polmoni.

I virus respiratori possono quindi causare la malattia severa nella gravidanza, che urta il feto pure. Alcuno presto studia ha trovato che COVID-19 può aumentare il rischio di ammissione (ICU) dell'unità di cure intensive, l'esigenza di ventilazione dilagante o l'ossigenazione extracorporea della membrana (ECMO) e morte.

Altri studi hanno indicato che la consegna e le tariffe premature del taglio cesareo sono aumentate con COVID-19 nella gravidanza. Tuttavia, c'è poca prova diretta per supportare una conclusione definitiva.

Altrettanto poichè uno in dieci donne incinte è COVID-19-positive ai tempi dell'ammissione al reparto di lavoro. Quasi 80% di questo gruppo sono asintomatici, che sottolinea l'esigenza della prova universale in questa popolazione.

Lo studio corrente, che è stato pubblicato nel giornale di medicina Materno-Fetale e neonatale, discute il rischio di malattia materna severa di COVID-19-induced in donne incinte che sviluppano la malattia sintomatica nel terzo acetonide.

Risultati di studio

Gli studi correnti sono stati intrapresi al centro medico del Mayanei Hayeshua dell'Israele ed alle donne incluse fra 18-50 anni con una singola gestazione di termine che sono stati schermati per l'infezione SARS-CoV-2. Gli oggetti erano quantità negativa su selezione, positivo ma asintomatico, o positivo e sintomatico.

Dei circa 2.500 pazienti schermati, 7% (170) erano positivi, di cui 56 erano sintomatici e 116 asintomatici. Il conteggio totale del linfocita era più basso nei pazienti di COVID-19-positive, mentre questi pazienti hanno avuti un'più alta tariffa del diabete mellito gestazionale (GDM) che i comandi.

Altre funzionalità, quali i disturbi ipertensivi, la restrizione intrauterina della crescita, o il modo di consegna, non erano differenti nei vari gruppi. Le complicazioni materne non sono state aumentate globalmente; tuttavia, i conteggi del linfocita erano più bassi e l'emorragia successiva al parto era più alta nel gruppo COVID-19. Le tariffe della sindrome di emergenza respiratoria e della tachipnea transitoria del neonato erano egualmente più alte in questo gruppo.

Altre complicazioni fetali erano comparabili. Tre neonati che nascevano normalmente alle madri COVID-19 erano positivi per SARS-CoV-2 alla consegna, ma sono diventato negativi a 24 e 48 ore, così indicando che erano falsi positivi.

I risultati avversi in donne incinte sembrano essere sull'aumento dai comandi sani rispetto ad asintomatico alle donne incinte sintomatiche, ad un'incidenza di 11%, di 14% e di 20%, rispettivamente.

I risultati avversi nel neonato sono stati raddoppiati nel gruppo sopportato alle madri di COVID-19-positive. Di nuovo, l'incidenza è aumentato da 3,5% nei comandi sani o dai pazienti asintomatici a 9% in pazienti sintomatici.

In generale, i risultati avversi del composito sono stati raddoppiati nel gruppo sintomatico.

Implicazioni

Mentre 93% delle donne erano negativi per COVID-19 su selezione ai tempi dell'ammissione al reparto di lavoro, la maggior parte di coloro che ha verificato il positivo era egualmente asintomatica. La maggior parte di gravidanza e delle consegne non sono riuscito a mostrare un profondo peggioramento nel gruppo di madri di COVID-19-positive, sebbene il tasso di natalità prematuro andasse giù.

Il diabete gestazionale era più comune nel gruppo sintomatico, forse contribuendo al fenotipo piuttosto più severo della malattia. Mentre la sindrome di emergenza respiratoria nel neonato egualmente è stata aumentata, nessun bambino si è trasformato in seriamente in Illinois.

Ciò può essere attribuita ai cambiamenti comportamentistici ed alle linee guida di pratica alterate durante questo periodo. D'importanza, la gestione ostetrica era invariata dalla presenza di COVID-19 a questo centro, che piombo ai livelli comparabili di taglio cesareo in madri con o senza COVID-19.

Un paziente ha avuto malattia respiratoria severa dovuto COVID-19, ma nessun paziente è morto. La maggior parte dei pazienti con la malattia sintomatica sono stati scaricati nei giorni. La tendenza globale dei risultati avversi compositi mostra un aumento verso il progressivo che peggiora nel gruppo sintomatico.  

“I nostri risultati rivelano che, fra la nostra popolazione, COVID-19 nel terzo acetonide della gravidanza ha implicazioni cliniche, anche se alle tariffe più basse di quanto prevedute una volta che i pazienti asintomatici sono considerati.„

Ulteriori studi possono essere richiesti di capire come le differenze nello sforzo virale, nell'origine etnica paziente, nei fattori epigenetici e nel termine della gravidanza ai tempi dell'infezione, pregiudicano il risultato.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2021, October 13). COVID-19 collegato alle complicazioni neonate. News-Medical. Retrieved on October 24, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20211013/COVID-19-linked-to-newborn-complications.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "COVID-19 collegato alle complicazioni neonate". News-Medical. 24 October 2021. <https://www.news-medical.net/news/20211013/COVID-19-linked-to-newborn-complications.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "COVID-19 collegato alle complicazioni neonate". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20211013/COVID-19-linked-to-newborn-complications.aspx. (accessed October 24, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2021. COVID-19 collegato alle complicazioni neonate. News-Medical, viewed 24 October 2021, https://www.news-medical.net/news/20211013/COVID-19-linked-to-newborn-complications.aspx.