Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

le fluttuazioni di Momento--momento nell'attività di cervello possono predire attendibilmente i risultati del trattamento psichiatrico

Rimane una sfida centrale in psichiatria da giudicare attendibilmente se un paziente reagirà al trattamento. In un nuovo studio pubblicato in psichiatria biologica del giornale, i ricercatori da Karolinska Institutet in Svezia ed il Max Planck Institute per lo sviluppo umano in Germania indicano che le fluttuazioni di momento--momento nell'attività di cervello possono predire attendibilmente se i pazienti con disordine di ansia sociale saranno ricettivi alla terapia comportamentistica conoscitiva (CBT).

I preannunciatori possibili della risposta del trattamento psichiatrico sono cercati spesso, ma rimangono evasivi. Le tecniche di rappresentazione del cervello quale imaging a risonanza magnetica funzionale (fMRI) hanno indicato la promessa, ma l'affidabilità bassa ha limitato l'utilità delle misure tipiche del fMRI come presagi di successo del trattamento. Sebbene considerato storicamente un indicatore “di disturbo„ nel cervello, la variabilità del segnale del cervello di momento--momento continui a guadagnare lo slancio come indicatore sensibile ed affidabile di diverse differenze nell'efficacia della funzione neurale. Tuttavia, la variabilità neurale ancora non era stata esaminata relativamente ai risultati del trattamento psichiatrico.

Per agire in tal modo, il gruppo di ricerca ha progettato uno studio unico; 45 pazienti con disordine di ansia sociale hanno avuti loro cervelli imaged durante resto passivo e la visualizzazione emozionale della fronte di taglio (un compito ansia-pertinente sociale) in due sessioni (11 settimana a parte) per catturare la variabilità neurale di momento--momento. Poi, i pazienti hanno subito una terapia comportamentistica conoscitiva di nove settimane consegnata via Internet. I ricercatori hanno indicato che la variabilità del segnale del cervello misurata durante il compito emozionale era il più forte e preannunciatore più affidabile di risultato del trattamento, malgrado il compito che richiede soltanto tre minuti affinchè i pazienti completino.

La variabilità nei segnali del cervello è considerata spesso misura “disturbo, “qualcosa eliminarsi prima di ulteriore analisi. Indichiamo a prima prova che la variabilità neurale può essere un preannunciatore affidabile ed efficiente di risultato del trattamento psichiatrico, specialmente quando le progettazioni disordine-pertinenti di compito sono utilizzate. Dobbiamo semplicemente ripensare i nostri approcci standard nel neuroimaging psichiatrico per massimizzare l'impatto clinico.„

Dott. Kristoffer Månsson, autore principale, psicologo clinico e ricercatore, dipartimento di neuroscienza clinica, Karolinska Institutet

Nella fase prossima di loro ricerca, gli autori raccoglieranno i più grandi campioni per esaminare se la variabilità del segnale del cervello può predire il quale trattamento specifico un paziente dovrebbe subire.

“Se la variabilità neurale di momento--momento è di valere il suo sale come preannunciatore clinicamente utile di risultato del trattamento, deve dire a clinici non solo quanto un paziente reagirà ad un trattamento dato, ma se il trattamento A o B è adatto meglio per loro. L'instaurazione del questo sarà il nostro scopo a lungo termine. Nel frattempo, i nostri metodi sono immediatamente ed apertamente disponibile a tutto il ricercatore interessato dentro di se la variabilità neurale fornisce l'utilità clinica all'interno ed oltre i pazienti sociali di disordine di ansia,„ dice il Dott. senior Douglas Garrett, guida dell'autore del gruppo neurale di dinamica di durata della vita al centro di Max Planck UCL per la psichiatria e la ricerca di calcolo di invecchiamento a Berlino.

Gli studi sono stati intrapresi in stretta collaborazione con il centro di Max Planck UCL per la psichiatria di calcolo e la ricerca di invecchiamento ed il Max Planck Institute per lo sviluppo umano a Berlino, la Germania e università di Stoccolma, università di Upsala e la rappresentazione di cervello funzionale di Umeå concentrano in Svezia. È stata finanziata dal consiglio della ricerca svedese, dalle fondamenta svedesi del cervello e dalle fondamenta di ricerca tedesche. Nessun conflitto di interessi è stato riferito.

Source:
Journal reference:

Månsson, K.N.T., et al. (2021) Moment-to-moment brain signal variability reliably predicts psychiatric treatment outcome. Biological Psychiatry. doi.org/10.1016/j.biopsych.2021.09.026.