Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La terapia nasale di photodisinfection per i pazienti COVID-19 può diminuire la severità della malattia respiratoria del tratto più basso

La ricerca sull'efficacia della terapia nasale di photodisinfection per il trattamento asintomatico ed i pazienti della fase iniziale COVID-19 ha trovato che può diminuire la severità della malattia respiratoria del tratto più basso. La ricerca è stata presentata dal Dott. Jack Kolenda, chirurgo dell'otorinolaringoiatra, della testa & del collo al centro sanitario di St Joseph a Toronto, Canada alla conferenza di IDWeek 2021.

La terapia nasale di photodisinfection per i pazienti COVID-19 può diminuire la severità della malattia respiratoria del tratto più basso
Credito di immagine: IDWeek 2021

Lo studio ha valutato l'effetto del photodisinfection nasale sulla diminuzione caricamento virale di SARS-CoV-2 dei pazienti'. Nel gruppo paziente di 13 pazienti femminili e 27 maschii con un intervallo di età di 9 - 56 anni, il trattamento seguente di photodisinfection di riduzione virale significativa del caricamento è stato confermato dalla prova rapida dell'antigene. 100% dei pazienti che hanno verificato il positivo all'inizio dello studio era quantità negativa confermata dalla prova rapida dell'antigene dopo il trattamento di photodisinfection. Inoltre, la risoluzione di febbre è stata raggiunta in 24 ore per 60% dei pazienti ed in 100% dei pazienti in 48 ore. Nessun paziente nello studio è stato ammesso all'ospedale o ha visualizzato il ER durante il periodo di seguito.

“Alla luce della prevalenza di nuovi sforzi del coronavirus e del rischio per i lavoratori di sanità dei numeri alti della gente unvaccinated, siamo eccitati per potere dividere questi risultati iniziali„, abbiamo detto il Dott. Kolenda.

Poichè il radiatore anteriore è il bacino idrico primario per incubazione SARS-CoV-2 e la trasmissione, abbiamo voluto valutare il potenziale affinchè il photodisinfection nasale diminuiamo il caricamento virale nel radiatore anteriore in fase iniziale COVID-19 e portatori asintomatici. Abbiamo messo a fuoco su questa popolazione paziente poichè corrente hanno molto pochi efficaci, trattamenti sicuri e ed economici disponibili e la tecnologia di photodisinfection mostra la grande promessa in questa area.„

Dott. Jack Kolenda, chirurgo dell'otorinolaringoiatra, della testa & del collo, il centro sanitario di St Joseph

Gli studi nasali di decolonizzazione sono stati intrapresi facendo uso della terapia nasale di photodisinfection di Steriwave™, sviluppata dal Biomedical di MedTech Ondine del canadese. Un alto caricamento virale di SARS-CoV-2 nel radiatore anteriore e nelle vie respiratorie superiori è associato con i sintomi più severi e gli più alti tassi di mortalità. Ulteriormente, i cofattori batterici sono implicati con i casi severi che piombo all'ospedalizzazione.

Il photodisinfection nasale è stato utilizzato in ospedali canadesi per i dieci anni scorsi nella prevenzione delle infezioni acquistate ospedale, dove è stato indicato per essere sicuro ed efficace contro una vasta gamma di agenti patogeni resistenti alla droga. Un vantaggio chiave di questo approccio è che gli agenti patogeni non possono sviluppare una resistenza al trattamento.

Video credito: Associazione fotodinamica internazionale