Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il delta ed il delta più infettano le celle del polmone con alta efficienza che il virus originale, manifestazioni della ricerca

L'emergenza di nuove varianti SARS-CoV-2 che possono spargersi rapido ed insidiare dall'l'immunità indotta da vaccino minaccia la conclusione della pandemia COVID-19. La variante di delta (B.1.617.2) è emerso in India e successivamente ha sparso globalmente entro un breve periodo di tempo il periodo. Inoltre in Germania, quasi tutte le infezioni recenti sono dovuto questa variante.

Oltre al delta, il cosiddetto delta più le sotto-varianti è stato osservato, che portano le mutazioni supplementari che possono renderle più pericolose. Un gruppo di ricerca piombo da Stefan Pöhlmann e da Markus Hoffmann dal centro tedesco del primate - l'istituto di Leibniz per la ricerca del primate in Göttingen ed in colleghi dalla facoltà di medicina di Hannover, dall'università di centro medico di Göttingen e dall'università di Friedrich-Alexander di Erlangen-Nürnberg ha studiato perché la variante di delta si sparge così efficientemente e se il delta più i virus è più pericoloso.

Potevano mostrare che quel delta ed il delta più infetta le celle del polmone con alta efficienza che il virus originale. Inoltre, uno di quattro anticorpi usati per trattare COVID-19 non era efficace contro il delta ed il delta più era anche resistente contro due anticorpi terapeutici. Similmente, gli anticorpi generati sopra la vaccinazione con i vaccini di Oxford-AstraZeneca e di BioNTech-Pfizer erano egualmente meno efficaci contro il delta ed il delta più confrontato al virus originale.

Il delta ed il delta più, d'altra parte, in modo paragonabile sono stati inibiti, suggerenti che il delta più non potesse comportare un maggior rischio alle persone vaccinate che il delta. Per concludere, è stato trovato che le persone hanno vaccinato in primo luogo con Oxford-AstraZeneca e poi con BioNTech-Pfizer hanno avute significantly more anticorpi che hanno inibito il delta che le persone vaccinate due volte con Oxford-AstraZeneca. La combinazione di due vaccini può indurre così una protezione immune particolarmente forte contro SARS-CoV-2 le varianti (The Lancet, la cella riferisce, di Immunol delle cellule mol).

Attualmente, più di 99 per cento del coronavirus di SAR 2 infezioni causate in Germania sono dovuto la variante di delta, secondo l'istituto di Robert Koch. Facendo uso degli esperimenti della coltura cellulare, un gruppo dei ricercatori piombo da Stefan Pöhlmann e Markus Hoffmann potevano indicare che il delta è migliore alle celle entranti del polmone confrontate al virus originale (il virus che ha circolato durante la fase in anticipo della pandemia).

Inoltre, il delta è migliore a fondere le celle infettate del polmone con le celle non infette. “È concepibile che fondendo le celle nelle vie respiratorie, la variante di delta può spargersi più efficientemente ed indurre più danno. Ciò ha potuto contribuire ad un corso più severo di COVID-19,„ presuppone Arora Prerna, scienziato al centro tedesco del primate e un primo autore di due studi specificamente che mettono a fuoco sul delta e sul delta più le varianti.

Gli anticorpi monoclonali sono usati per trattare COVID-19. Questi anticorpi sono proteine che sono prodotte dall'ingegneria genetica. A differenza del nostro sistema immunitario, che produce tantissimi anticorpi differenti contro gli agenti patogeni durante l'infezione, solo i diversi anticorpi o le combinazioni di loro sono usati per la terapia COVID-19. Il gruppo piombo da Stefan Pöhlmann e da Markus Hoffmann ha studiato quattro di questi anticorpi. Hanno trovato che il delta è resistente contro il bamlanivimab dell'anticorpo, mentre il delta più è resistente contro due anticorpi, bamlanivimab e etesevimab, che sono usati in associazione per il trattamento dei pazienti COVID-19.

Il delta ed il delta più erano meno buono inibiti (neutralizzato) dagli anticorpi dalle persone infettate e vaccinate rispetto al virus ed al questo originali probabilmente contribuiti alla diffusione rapida del delta. Un confronto diretto del delta e del delta più indicato che entrambi i virus in modo paragonabile sono stati neutralizzati. “Questo significa che la vaccinazione probabilmente conferisce la protezione comparabile contro il delta e delta più e che il delta più non è sensibilmente più pericoloso del delta,„ dice Stefan Pöhlmann. Il vaccino di BioNTech-Pfizer è il vaccino più ampiamente usato in Europa, seguita dal vaccino di Oxford-AstraZeneca's.

dovuto gli effetti secondari molto rari dopo la vaccinazione con Oxford-AstraZeneca, è raccomandato in Germania ed altri paesi che BioNTech-Pfizer sia utilizzato per il secondo scatto della vaccinazione nella gente che già ha ricevuto un primo scatto con Oxford-AstraZeneca. Questa strategia si riferisce a come vaccinazione eterologa. “I nostri studi indicano che la vaccinazione eterologa induce significantly more anticorpi di neutralizzazione al delta che due scatti della vaccinazione con Oxford-AstraZeneca. Le persone che hanno ricevuto così vaccinazione eterologa possono avere una protezione immune molto buona contro il delta e delta più,„ dice Markus Hoffmann.

I nostri risultati sono coerenti con l'osservazione che la vaccinazione protegge efficientemente dallo sviluppo della malattia severa dopo l'infezione con la variante di delta, ma frequentemente non riesce completamente a sopprimere l'infezione. Alla luce della protezione efficiente contro la malattia severa, lo scopo continua ad essere un'alta tariffa della vaccinazione. Ciò può impedire il sistema sanitario essere sopraffatto nel caso della diffusione aumentata del delta e dei virus strettamente connessi durante i periodi invernali.„

Stefan Pöhlmann, centro tedesco del primate - istituto di Leibniz per ricerca del primate

Source:
Journal reference:

Behrens, G. MN., et al. (2021) SARS-CoV-2 delta variant neutralization after heterologous ChAdOx1-S/BNT162b2 vaccination. The Lancet. doi.org/10.1016/S0140-6736(21)01891-2.