Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati di NUS sviluppano una fasciatura astuta per riflettere le ferite croniche

Un gruppo di ricerca piombo dal professor Lim Chwee Teck dall'università nazionale di dipartimento di Singapore (NUS) di assistenza tecnica biomedica e dell'istituto per l'innovazione di salubrità & di tecnologia (iHealthtech), in collaborazione con i partner clinici dal policlinico di Singapore, ha sviluppato un sensore portabile astuto che può condurre il tempo reale, valutazione di punto-de-cura delle ferite croniche senza fili via un app. Un mondo primo, la tecnologia dei sensori novella può individuare la temperatura, il pH, batteri digita e fattori infiammatori specifici alle ferite croniche in 15 minuti, quindi permettendo alla valutazione veloce ed accurata della ferita.

Con rapido una popolazione di invecchiamento, i fornitori di cure mediche stanno vedendo più pazienti soffrire dalle ferite non curative quali il piede diabetico e le ulcere venose croniche del cosciotto. È stato stimato che circa due per cento della popolazione del mondo soffrissero dalle ferite croniche. I trattamenti curativi per queste ferite croniche sono spesso interrotto dovuto le ragioni quali l'infezione ed il trauma ripetuto, piombo allo sforzo, al dolore ed al disagio severi ai pazienti afflitti. Per i pazienti con le ulcere diabetiche del piede, questo può piombo ai risultati più severi quale l'amputazione del piede. La cura tempestiva ed il trattamento adeguato delle ferite croniche sono necessari accelerare il ripristino della ferita. Tuttavia, questo richiede le visite cliniche multiple per la lunghi valutazione e trattamento della ferita, che aggiunge al costo di sanità. L'innovazione del gruppo di NUS può contribuire ad attenuare queste conseguenze ed a sollevare i pazienti con le ferite croniche da emergenza inutile.

La ricerca in primo luogo è stata pubblicata negli avanzamenti di scienza del giornale il 21 maggio 2021.

Applicazione della salubrità digitale per la sanità personale

Le valutazioni cliniche correnti delle ferite contano su ispezione visiva, o sulla raccolta e sull'invio del liquido della ferita ad un laboratorio centralizzato per individuare ed analizzare i biomarcatori specifici. Il trattamento di tutto solitamente richiede i circa un - due giorni e può impedire gli interventi medici adeguati, tempestivi e precisi. Sebbene ci sia recente gli sviluppi in sensori flessibili progettati per la ferita si preoccupano, essi possono sondare soltanto un insieme limitato degli indicatori quali l'acidità, la temperatura, l'ossigeno, l'acido urico e l'impedenza per diagnosticare l'infiammazione della ferita.

In risposta a queste limitazioni correnti, i ricercatori hanno sviluppato VeCare, una punto-de-cura feriscono la piattaforma di valutazione che consiste di una ferita innovatrice che percepisce la fasciatura, un chip elettronico e un cellulare app. La fasciatura comprende un livello del contatto della ferita, una barriera esterna respirabile, un collettore fluido della ferita microfluidic e un immunosensor flessibile. VeCare è la prima piattaforma di valutazione della ferita che può individuare i batteri digita e sonda i fattori infiammatori, oltre all'acidità ed alla temperatura di misurazione, all'interno di una prova minuta singoli 15. La fasciatura immunosensing permette alla valutazione rapida del microenvironment della ferita, dell'infiammazione e dello stato di infezione individuando i biomarcatori ferita-specifici cronici multipli dal liquido della ferita facendo uso di un sistema elettrochimico. Il collettore fluido della ferita microfluidic fissato al sensore dirige ed amplifica per ferire la consegna fluida al sensore da fino a 180 per cento. La progettazione assicura la prestazione di percezione affidabile indipendentemente dalla forma o dalla dimensione dell'ulcera.

Inoltre, un chip integrato con elettronica flessibile è connesso al sensore per trasmettere i dati senza fili ad un app per la valutazione della ferita e l'analisi convenienti e in tempo reale sul posto. La componente del chip, alimentata con una batteria ricaricabile, può essere riutilizzata per le applicazioni successive.

La piattaforma di VeCare ed il cellulare app permettono a medici di riflettere a distanza lo stato delle ferite croniche dei pazienti, diminuente la controversia affinchè i pazienti viaggino ad una clinica. La fasciatura complementa il trattamento medico attuale del paziente mentre facilita l'intervento medico tempestivo per i trattamenti curativi della ferita.

le unità di Punto-de-cura accoppiate con telehealth o la capacità digitale di salubrità possono svolgere un ruolo significativo nella trasformazione l'industria di sanità e della nostra società, che è catalizzata dai requisiti pandemici COVID-19 del distanziare sicuro. La nostra tecnologia astuta della fasciatura è la prima del suo genere destinato affinchè la gestione cronica della ferita dia a pazienti la libertà per eseguire la prova e per riflettere i loro stati della ferita a casa.„

Il professor Lim Chwee Teck, Direttore di iHealthtech a NUS

In collaborazione con il policlinico di Singapore, una piccola prova clinica di VeCare è stata effettuata sui pazienti con le ulcere venose croniche del cosciotto. Hanno dimostrato con successo che la piattaforma è efficace nella valutazione delle ferite croniche e video permettere del progresso della ferita che guarisce con l'intervento medico tempestivo.

Facendo uso dei sensori astuti per la migliore gestione clinica

“La piattaforma di VeCare è facilmente evolutiva e personalizzabile accomodare i comitati differenti dei biomarcatori per riflettere i vari tipi di ferite. Lo scopo è di avere un efficace e strumento diagnostico e prognostico di facile impiego per dalla la gestione clinica precisa e guidata da dati dei pazienti,„ prof. commentato Lim.

Il punto seguente per il gruppo di ricerca è più ulteriormente di sviluppare VeCare per incontrare le considerazioni della sicurezza, di fabbricazione regolatrice ed in serie. Il gruppo esplorerà l'incorporazione di altri biomarcatori appropriati adatti ad altri tipi della ferita ed utilizzerà i dati in flussi di lavoro clinici esistenti per migliorare la diagnosi ed il trattamento. Sperano di verificare la tecnologia su un più grande test clinico ripartito con scelta casuale futuro con differenti tipi di ulcere croniche non curative quali le ulcere diabetiche di pressione e del piede.

Source:
Journal reference:

Gao, Y., et al. (2021) A flexible multiplexed immunosensor for point-of-care in situ wound monitoring. Science Advances. doi.org/10.1126/sciadv.abg9614.