Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le donne e la gente incinta hanno minimizzato negli studi usati per elaborare l'orientamento nutrizionale

Le donne e la gente incinta sono sottorappresentate negli studi usati per elaborare l'orientamento nutrizionale fornito agli Americani ed i canadesi, secondo un documento pubblicato oggi nella scienza avanza.

La nostra ricerca è la prima rassegna completa della ricerca di fondo che informa i valori di riferimento nutrienti. Questi sono usati per tante cose: dallo sviluppare i programmi federali dell'alimento alla decisione che cosa è nella vostra barra di granola a determinare il trucco delle vostre vitamine prenatali. I nostri punti di studio alle lacune nella conoscenza circa il livello esatto di micronutrienti che dobbiamo mangiare per proteggere la salubrità delle donne, compreso le donne incinte.„

Emily R. Smith, assistente universitario dell'esercizio e delle scienze di nutrizione, università di George Washington

Smith ed i suoi colleghi hanno esaminato tutti studi che sostengono i valori di riferimento per i micronutrienti stabiliti nei valori di riferimento dietetici per gli Stati Uniti ed il Canada.

Il gruppo ha trovato quell'quasi un quarto degli uomini inclusi studi soltanto e nella ricerca che ha incluso le donne, i partecipanti femminili erano sottorappresentato confrontati agli uomini. Gli studi che hanno usato i metodi di avanguardia della ricerca erano il più minimo probabili includere le donne. Le donne incinte o d'allattamenti sono state incluse in appena 17% degli studi, uno spazio che lo rende duro formulare il consiglio nutrizionale per contribuire a tenere le madri ed i bambini in buona salute, Smith ha detto.

Smith ed il suo gruppo egualmente hanno trovato che 90% degli studi in questo settore non è riuscito ad identificare la corsa o l'origine etnica dei partecipanti, un'individuazione che gli aumenti una preoccupazione che le popolazioni di minoranza sono egualmente sottorappresentate.

“Le versioni future di questi rapporti nazionali ed internazionali di orientamento dovrebbero comprendere la metrica di diversità e dell'inclusione e tutti i dati usati devono essere esaminati per gli effetti sesso-specifici. I finanziatori ed i ricercatori devono intensificare i loro sforzi per includere le donne e gente incinta negli studi che possono informare le versioni future dei valori di riferimento nutrienti,„ Smith ha detto. “Infine tali sforzi aiuterebbero il settore privato, governi ed il pubblico ottiene le informazioni nutrizionali state necessarie per supportare i buona salute.„

Source:
Journal reference:

Smith, E. R., et al. (2021) Limited data exist to inform our basic understanding of micronutrient requirements in pregnancy. Science Advances. doi.org/10.1126/sciadv.abj8016.