Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'anticorpo di Hyperimmune prodotto in cavalli può essere un approccio efficiente per combattere covid-19

Gli studi intrapresi da un consorzio dei ricercatori brasiliani hanno dimostrato che un siero del hyperimmune che consiste dei frammenti depurativi dell'anticorpo prodotti in cavalli può essere un approccio efficiente per combattere covid-19. Le prove effettuate in criceti hanno migliorato le circostanze cliniche animali. L'attività di neutralizzazione dei sieri sviluppati dagli scienziati si è rivelata essere alta contro le varianti P.1 (gamma) e P.2. I risultati sono stati pubblicati in iScience.

La ricerca apre la possibilità per lo sviluppo di immunizzazione o del trattamento passiva contro l'infezione SARS-CoV-2.

Usando la proteina trimeric della punta di SARS-COV-2 per immunizzare i cavalli, un cocktail dei frammenti depurativi di IgG (F (ab)2) la mostra dell'attività molto su di neutralizzazione è stata sviluppata. Ciò potrebbe essere contromisure utili contro covid-19, con i vantaggi aggiunti di essere un'alternativa accessibile che può essere prodotta in mondiale disponibile delle installazioni produttive del siero del cavallo.„

Il professor Leda Castilho, università federale di Rio de Janeiro

Il professor Leda Castilho coordina il laboratorio che produce la proteina recombinante della punta usata per il hyperimmunization del cavallo.

Gli scienziati sono sicuri del risparmio di temi del nuovo prodotto. “Il risultato principale nel nostro studio è che gli anticorpi equini delle globuline del hyperimmune sviluppati contro la proteina della punta del SARS-CoV-2 ancestrale hanno avuti atto di neutralizzazione di livello contro le nuove varianti del virus, quale lo sforzo di gamma. La natura policlonale spiega questa alta potenza, che può ora essere adattata usando una combinazione di proteina mutante della punta dalle varianti differenti come antigeni,„ dice il professor Jerson L. Silva, dall'università federale di Rio de Janeiro ed il coordinatore dello studio.

L'immunizzazione equina è una tecnologia ben nota e facilmente evolutiva collaudata generare gli alti titoli degli anticorpi di neutralizzazione ed è stata usata per trattare molte malattie, quali la rabbia, il tetano e il envenomation del serpente.

Poiché i prodotti equini dell'antiveleno sono prodotti ordinariamente sia in alti che paesi a basso reddito, la strategia brasiliana potrebbe essere riprodotta facilmente in qualsiasi parte del mondo e potrebbe essere provata rapido come terapia o lo strumento passivo di immunizzazione per covid-19.

Lo studio

I lavori precedenti sui sieri equini del hyperimmune contro SAR-CoV e MERS-CoV avevano indicato i risultati positivi per questi betacoronaviruses strettamente connessi. Un altro studio recente ha indicato che il dominio recombinante dell'ricevitore-associazione (RBD) della proteina di SARS-CoV-2 S potrebbe stimolare la produzione dell'anticorpo in mouse ed in equini.

Nello studio brasiliano, gli scienziati hanno usato la glicoproteina trimeric recombinante della punta (s) per immunizzare i cavalli per la produzione delle globuline del hyperimmune contro SARS-CoV-2. La tecnica combina i vantaggi di usando un antigene che somiglia molto attentamente al suo stato sulla superficie del virus indigeno con i vantaggi di sicurezza biologica relativi a usando un immunogeno recombinante.

Dopo avere sviluppato il concentrato 2 del hyperimmune la F (ab) del cavallo, il gruppo ha effettuato le prove di sfida in criceti, iniettanti la sostanza negli animali. I ricercatori hanno valutato il pretrattamento ed il trattamento dopo l'infezione SARS-CoV-2.

I risultati hanno mostrato la capacità del trattamento di diminuire il caricamento virale in tessuti polmonari e di migliorare le circostanze cliniche animali, come a peso guadagno riflesso. Tutto l'intervento progetta protetto gli animali contro perdita di peso nella fase acuta della malattia. Gli animali non trattati hanno mostrato una perdita di peso aumentata, mentre il pretrattamento ha provocato nessuna perdita di peso dell'organismo.

Il punto seguente della ricerca è di condurre un test clinico di fase 1/2 in esseri umani. Il protocollo di prova già è stato approvato dal comitato di etica nazionale brasiliano ed il materiale di riempimento sterile e la finitura è in corso permettere ai dati della versione in lotti e di controllo di qualità da presentare all'agenzia regolatrice brasiliana ANVISA. Il test clinico studierà come i risultati tutti gli aspetti della sicurezza come pure durata dell'ospedalizzazione, del caricamento virale e della progressione a ventilazione assistita.

Source:
Journal reference:

Cunha, L.E.R., et al. (2021) Polyclonal F(ab')2 fragments of equine antibodies raised against the spike protein neutralize SARS-CoV-2 variants with high potency. iScience. doi.org/10.1016/j.isci.2021.103315.