Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Miocardite fra i destinatari del vaccino di Moderna COVID-19

La diffusione del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo ha causato la salubrità pandemica e causata di malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus, il sociale e le crisi economiche. Per affrontare questa, la vaccinazione e gli interventi non farmaceutici (NPIs) sono stati considerati essenziali per contenere il virus e per diminuire i feriti, che hanno attraversato cinque milioni universalmente a partire da ora.

Studio: Miocardite dopo la vaccinazione mRNA-1273: UnStudio: Miocardite dopo la vaccinazione mRNA-1273: Un'analisi basata sulla popolazione di 151 milione destinatari vaccino universalmente. Credito di immagine: Giovanni Cancemi/Shutterstock

Gli effetti contrari del vaccino, particolarmente coaguli di sangue e la miocardite, sono stati dati l'estesa copertura mediatica, contribuente al sentimento negativo contro i vaccini. Una nuova pubblicazione preliminare riferisce sull'incidenza della miocardite in una grande popolazione oltre di 150 milioni chi ha ricevuto due dosi del primo vaccino per ricevere l'autorizzazione di uso di emergenza (EUA) contro il virus.

Sfondo

I primi due vaccini per ricevere l'u.c.e. sono stati sviluppati sulla piattaforma dell'acido ribonucleico del messaggero (mRNA). Sia Pfizer/vaccini di Moderna che di BioNTech contiene i bit del mRNA che codificano l'antigene virale della punta. Sull'iniezione, questi inducono la punta ad essere prodotti dentro le cellule ospiti, inducenti una reazione immune che crea gli anticorpi e le celle innescati per riconoscere ed eliminare l'agente patogeno del punta-cuscinetto.

Entrambi i vaccini (Pfizer e Moderna) hanno passato a fase 3 prove, facendo partecipare 15.000 e 22.000 persone sopra l'età di 18 e 16 anni, rispettivamente, senza alcuni effetti contrari seri che sono riferiti ed efficacia di 94% contro COVID-19 sintomatico. A seguito della loro amministrazione a milioni di persone mondiali, la sorveglianza continua ha fornito una sorgente dei dati della sicurezza per contribuire ad identificare le complicazioni rare che possono accadere solo dopo che il vaccino si distribuisce nei numeri molto più grandi che nei test clinici.

Poichè questo è l'uso in primo luogo riferito di tutto il vaccino del mRNA, l'esigenza di tale video diventa ancora più importante. Malgrado la sicurezza globale di questi vaccini, i rapporti ripetuti della miocardite sono venuto su, avviando parecchie ricerche su un'associazione causale possibile con i vaccini.

Per esempio, l'Israele ha riferito i casi <150 fra cinque milione destinatari vaccino; i militari degli Stati Uniti hanno riferito 23 fra 2,8 milione dosi. In entrambi i casi, i giovani maschi adulti sono stati influenzati generalmente.

La miocardite non era stata riferita nei test clinici, possibilmente a causa della rarità osservata di questa complicazione.

Lo studio corrente, sul " server " della pubblicazione preliminare del medRxiv*, esamina l'incidenza globale della miocardite e del myopericarditis fra i destinatari vaccino di Moderna, il 18 dicembre 2020 d'inizio, usando soltanto il database della sicurezza di Moderna.  

Che cosa lo studio ha mostrato?

Il periodo di studio incluso oltre 275 milioni ha amministrato le dosi del vaccino, durante cui oltre 1.400 erano i casi della miocardite o del myopericarditis - circa 0,4% del totale ha riferito i casi. Quasi 80% sono stati riferiti da un professionista di sanità, con 1,5% che ha un risultato interno.

Quasi uno in cinque casi è stato riferito per essere recuperato e 1% aveva recuperato ma avuto conseguenze. Circa un quarto ancora stava recuperando; appena sopra la stessa proporzione non aveva recuperato. Il quarto restante non era stato riferito per il risultato.

La maggior parte di questi casi proveniva da U.S.A. e dall'Europa, l'età media che è di 27 anni. Circa 78% erano maschi e 61% avevano luogo fra 18-29 anni. Più della metà si è presentato dopo la seconda dose. Un quarto era dopo la prima dose. Principalmente, i sintomi hanno collocato dentro ai sei giorni dalla dose della vaccinazione.

Il tempo mediano all'inizio di sintomo era dei tre giorni ed i sintomi sono durato una mediana dei 5 giorni.

La tariffa dei casi riferiti era 0,95 casi per 100.000 destinatari vaccino complessivi, contro la tariffa di segnalazione osservata di 1,56 casi e di 0,37 casi per 100.000 destinatari vaccino per i maschi e le femmine, rispettivamente.  Nella gente di 18-24 anni, è stato a quasi 4 per 100.000, mentre per i maschi in questo gruppo d'età, la tariffa è stata raddoppiata a 7,4 casi per 100.000.

L'incidenza del riferimento nei militari degli Stati Uniti era 0,45 volte che nell'intero gruppo complessivo. Una volta stratificata dall'età, la tariffa era molto più alta in maschi di 18-24 anni a 3,49 per 100.000, confrontato ad un aumento di 5% sopra il riferimento in maschi inferiore a 18 anni. In quei maschi che erano di 25-39 anni, la tariffa era 23% sopra la tariffa del riferimento.

Mentre considerevolmente di meno in femmine, l'incidenza era il più alto nel gruppo d'età 18-24-year a 0,89 casi per 100.000 destinatari. La tariffa per le femmine nei militari degli Stati Uniti nello stesso gruppo d'età era soltanto 20% del riferimento, mentre per quelli ha invecchiato 18-24 anni, era 73%.

Se l'analisi fosse limitata ai casi che accadono entro sette giorni della vaccinazione, la tariffa era in genere più alta dopo la seconda dose, particolarmente in maschi sotto l'età di 39 anni ed il più specialmente nel gruppo d'età 18-24-year, con un'incidenza riferita di 5 casi per 100.000.

Che cosa sono le implicazioni?

Lo studio mostra una tariffa bassa ma significativa della miocardite fra i destinatari vaccino, a meno di 1 per 100.000 destinatari. Mentre i più giovani maschi ottengono vaccinati, le tariffe riferite sono andato su, con le più alte tariffe osservate che sono fra i maschi inferiore a 39 anni, particolarmente dopo la seconda dose vaccino.

L'incidenza della miocardite della post-vaccinazione era il più alto, a 7,4 casi per 100, 000 destinatari, che fosse volta 3,5 la tariffa del riferimento per questo gruppo. La maggior parte di questi rapporti sono venuto dalle autorità competenti.

Malgrado la rarità di questo evento, la miocardite è conosciuta per complicare la vaccinazione della vaiolo facendo uso di un vaccino attenuato in tensione del virus, con una tariffa simile all'più alta incidenza in questo studio, a 7,8 per 100.000 oltre la post-vaccinazione dei 30 giorni. Ciò è volta 3,6 più superiore alla tariffa del riferimento.

La miocardite è dovuto entrambe le infezioni e cause non infettive. L'infezione SARS-CoV-2 può anche causare la miocardite, con un'incidenza calcolata 15,7 volte di superiore alla tariffa fra quelle senza l'infezione. Di nuovo, i maschi sono all'elevato rischio, mentre bambini sotto l'età di 16 ed adulti di 50 anni o più sono all'elevato rischio.

Un altro studiano i rapporti 450 casi della miocardite durante l'infezione SARS-CoV-2 per milione maschi di 12-17 anni, che è sei volte più superiore a quella vaccinazione seguente.

Nel frattempo, un altro studio basato sulla popolazione ha fornito un'incidenza di 0,08 e 0,58 casi per 100.000 dopo le prime e seconde dosi - ha considerato un evento raro. Ogni caso della miocardite era in maschi ospedalizzati con un'età media di 25 anni e risolto senza trattamento specializzato.

Gli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA) hanno riferito recentemente su questa circostanza, facendo uso sistema di controllo della sicurezza di Biologics e dell'efficacia di FDA di MIGLIORE) (. Mentre le tariffe erano in basso globali, egualmente hanno riferito la dose elevata fra i maschi di 18-25 anni. Ciò è stata confermata da altri gruppi, quale gruppo di lavoro tecnico della sicurezza vaccino COVID-19 (il vasto) nell'ottobre 2021 e la riunione di centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) ACIP ed il sottocomitato COVID-19 del comitato consultivo globale del WHO sulla sicurezza vaccino (GACVS).

Mentre alcuni studi indicano le tariffe comparabili della miocardite dopo qualsiasi vaccino del mRNA, un altro mostra a quasi 10 casi più per milione dosi di Moderna contro Pfizer. Tuttavia, i dati in questo studio erano limitati. Dovrebbe non essere dimenticato mai che anche se la miocardite si presenta dopo la vaccinazione in rari casi, la vasta maggioranza di tali casi è auto-limitante e delicata, rispetto al rischio molto maggior di questa circostanza a COVID-19 che è impedito dai vaccini.

Il gruppo di risposta di CDC COVID-19 ha riferito che in circa quattro mesi, i maschi di 18-24 anni avrebbero sviluppato 45 - 56 casi della miocardite per milione seconde dosi vaccino, i vaccini potrebbe potenzialmente ridurre le ospedalizzazioni di 530, le ammissioni dell'unità di cure intensive da ~130, i casi COVID-19 da 12,0000 ed impedire tre morti.

Gli autori hanno concluso che il vantaggio della vaccinazione del mRNA COVID-19 ha superato chiaramente il rischio in peso di miocardite in tutte le fasce d'età raccomandate, compreso i più giovani adolescenti maschii al rischio intensificato per la miocardite dopo la vaccinazione.„

Questo rapporto di video di seguito da Moderna difende l'uso del vaccino gestire la pandemia.

avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2021, November 16). Miocardite fra i destinatari del vaccino di Moderna COVID-19. News-Medical. Retrieved on November 28, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20211116/Myocarditis-among-Moderna-COVID-19-vaccine-recipients.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Miocardite fra i destinatari del vaccino di Moderna COVID-19". News-Medical. 28 November 2021. <https://www.news-medical.net/news/20211116/Myocarditis-among-Moderna-COVID-19-vaccine-recipients.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Miocardite fra i destinatari del vaccino di Moderna COVID-19". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20211116/Myocarditis-among-Moderna-COVID-19-vaccine-recipients.aspx. (accessed November 28, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2021. Miocardite fra i destinatari del vaccino di Moderna COVID-19. News-Medical, viewed 28 November 2021, https://www.news-medical.net/news/20211116/Myocarditis-among-Moderna-COVID-19-vaccine-recipients.aspx.