Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il ALS egualmente causa le alterazioni retiniche, studio rivela

La sclerosi laterale amiotrofica (ALS), caratterizzata da danno ai neuroni del cervello ed al midollo spinale, egualmente pregiudica il tessuto della retina, secondo uno studio diretto da Universidad Complutense de Madrid (UCM).

La ricerca, pubblicata nella ricerca neurale di rigenerazione, indica che i pazienti con ALS possono soffrire i cambiamenti nelle celle microglial, responsabili della protezione e della difesa dei neuroni, con una perdita di celle del ganglio - i neuroni nella retina.

Queste alterazioni individuate in questa malattia possono servire da biomarcatori per la diagnosi ed il video dei pazienti con ALS e controllare un modulo semplice, non invadente e meno costoso di efficacia dei trattamenti differenti attraverso del video.„

Pilar Rojas, ricercatore, istituto di Ramón Castroviejo per ricerca dell'occhio (IIORC), UCM

Così come la descrizione dei cambiamenti alla retina, il lavoro egualmente indica che queste modifiche si evolvono nel corso della malattia. Il cambiamento di microglia da uno stato o dal fenotipo di m2 (antinfiammatorio) nelle fasi precedenti a M1 (proinflammatory) negli stadi finali.

“Questo era stato osservato nel midollo spinale di questi pazienti, ma non nella retina, che è un passo avanti, perché questa può essere meno dilagante riflettere i pazienti„, indica Rosa de Hoz, da IIORC.

Prima rilevazione in esseri umani, conferma in mouse

Lo studio è stato effettuato allo IIORC, in collaborazione con l'instituto della biochimica del UCM, l'ospedale universitario generale di Gregorio Marañón di Madrid, la rete OFTARED dell'oftalmologia dell'istituto di salubrità di Carlos III e la rete di RetiBrain del Ministero di scienza, di innovazione e delle università.

Nell'avanzamento dello studio, i ricercatori hanno registrato le alterazioni retiniche con tomografia ottica della coerenza (OCT) - una prova non invadente che esegue un'analisi della retina e del nervo ottico, capace dell'osservazione dei cambiamenti secondari che sono spesso invisibili all'occhio umano„, stati il co-author Ana Isabel Ramírez.

Individuato una volta in vivo in esseri umani, sono continuato a confermare questo in un modello animale con analisi al microscopio con le tecniche immunohistochemical in mouse con la mutazione del superossido dismutase-1 - uno dei la più comuni in esseri umani con ALS.

“Il nostro gruppo ha ricercato estesamente i cambiamenti retinici nelle malattie neurodegenerative differenti, quale Alzheimer. Tuttavia, pochi studi hanno descritto che cosa accade nella retina e più specificamente nelle celle microglial per ALS„, conclude José Manuel Ramírez, un professore in oftalmologia a UCM ed il Direttore IIORC, mediante il riassunto.

Source:
Journal reference:

Ramirez, A., et al. (2021) Amyotrophic lateral sclerosis, a neurodegenerative motor neuron disease with retinal involvement. Neural Regeneration Research. doi.org/10.4103/1673-5374.324841.