Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il vaccino novello della malattia di Lyme può anche combattere altre malattie tacca-sopportate

I ricercatori di Yale University hanno sviluppato un vaccino novello che in cavie offre la protezione contro l'infezione dal batterio che causa la malattia di Lyme e può anche combattere altre malattie tacca-sopportate, essi riferisce il 17 novembre nella medicina di traduzione di scienza del giornale.

Invece di avviamento della risposta immunitaria contro un agente patogeno particolare, il nuovo vaccino richiede una risposta rapida nell'interfaccia alle componenti della saliva della tacca, limitando il lasso di tempo che ticchetta deve alimentare su ed infetta il host, le manifestazioni di studio.

Il vaccino è consegnato dalla stessa tecnologia del mRNA che ha provato così efficace contro COVID-19.

Negli Stati Uniti, almeno 40.000 casi della malattia di Lyme sono riferiti annualmente, ma i numeri reali delle infezioni potrebbero essere 10 volte maggiori, i ricercatori hanno detto. Inoltre, altre malattie tacca-sopportate egualmente si sono sparse in molte regioni degli Stati Uniti.

“Ci sono malattie tacca-sopportate multiple e questo approccio potenzialmente offre la protezione più ad ampia base che un vaccino che mira ad un agente patogeno specifico,„ ha detto Erol senior Fikrig autore, il professore di Waldemar Von Zedtwitz di medicina (malattie infettive) a Yale e professore dell'epidemiologia (malattie microbiche) e della patogenesi microbica. “Potrebbe anche essere usata insieme con ai i vaccini più tradizionali e più basati a agente per aumentare la loro efficacia.„

La saliva della zecca dalle zampe nere nero-fornita di gambe della tacca, che trasmette il burgdorferi di borrelia dell'agente patogeno della malattia di Lyme, contiene molte proteine. I ricercatori messi a fuoco su 19 proteine separate.

Nella ricerca della base del vaccino, i ricercatori di Yale, in collaborazione con un gruppo piombo tramite Drew Weissman all'università della Pennsylvania, hanno analizzato i bit del mRNA che producono tutti e 19 le delle proteine della saliva. Una simile strategia è stata utilizzata in vaccini che efficacemente combattono il virus SARS-Cov-2. Ed in una serie degli esperimenti, hanno analizzato il vaccino sulle cavie, che possono essere infettate con l'agente della malattia di Lyme ed anche essere usate mentre un modello per studiare la resistenza della tacca.

A differenza delle cavie non immunizzate, gli animali vaccinati esposti alle tacche infettate hanno sviluppato rapidamente il rossore al sito del morso della tacca. E finchè le tacche sono state eliminate quando il rossore è comparso, nessuno degli animali immunizzati hanno sviluppato la malattia di Lyme. Al contrario, circa la metà del gruppo di controllo è stato infettato con il burgdorferi del B. dopo che le tacche sono state eliminate. Quando una singola tacca infettata è stata fissata alle cavie immunizzate e non è stata eliminata, nessuno di loro è stata infettata mentre 60% degli animali di controllo è stato infettato. Se tre tacche rimanessero fissate alle cavie, tuttavia, la protezione ha calato anche in animali immunizzati.

Inoltre, le tacche fissate agli animali immunizzati non potevano alimentare aggressivamente ed hanno spostato più rapidamente di quelli sulle cavie nel gruppo di controllo.

Il vaccino migliora la capacità di riconoscere un morso della tacca, parzialmente trasformante un morso della tacca in un morso di zanzara. Quando ritenete un morso di zanzara, gli date uno schiaffo. Con il vaccino, c'è il rossore e probabilmente un prurito in modo da potete riconoscere che siete stato morso e potete tirare rapidamente lo spuntare, prima che abbia la capacità di trasmettere il burgdorferi del B.„

Erol Fikrig, autore senior

I ricercatori hanno notato un avvertimento nei loro risultati: Nei simili esperimenti, i mouse, che non possono acquistare la resistenza naturale della tacca dopo l'infezione, non erano protetti contro la malattia di Lyme dopo la vaccinazione. Infatti, contrariamente alle cavie, i mouse sono un bacino idrico naturale per le tacche di scapularis del I., suggerente che le tacche possano evolversi per sviluppare i modi specificamente alimentare ripetutamente sui mouse. Un'altra possibilità può essere che l'interfaccia della cavia, come interfaccia umana, è più stratificata dell'interfaccia dei mouse.

Fikrig ha detto che più studio è necessario scoprire i modi che le proteine in saliva possono impedire l'infezione. Infine, le prove umane dovrebbero essere condotte per valutare la sua efficacia nella gente.

Il Andaleeb Sajid di Yale, Jaqueline Matias e Gunjan Arora è co-primi autori della ricerca. Weissman a UPenn è egualmente un co-author. La ricerca soprattutto è stata costituita un fondo per dalle fondamenta di Cohen e dagli istituti della sanità nazionali.

Source:
Journal reference:

Sajid, A., et al. (2021) mRNA vaccination induces tick resistance and prevents transmission of the Lyme disease agent. Science Translational Medicine. doi.org/10.1126/scitranslmed.abj9827.