Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il vaccino di Pfizer-BioNTech COVID dei ritrovamenti di studio di CDC assicura l'alta protezione contro l'ospedalizzazione in adolescenti

All'inizio di quest'anno, l'alimento degli Stati Uniti & l'amministrazione della droga (FDA) hanno approvato i vaccini COVID-19 per 12 - 15 anni e genti sopra l'età di 16. Mentre gli adolescenti sono stati di meno a rischio della malattia severa COVID-19, le nuove varianti quale il delta hanno causato un impulso nelle infezioni in questo gruppo d'età.

La nuova ricerca dai centri per controllo di malattie & la prevenzione (CDC) suggeriscono che i vaccini siano altamente protettivi contro il coronavirus respiratorio acuto severo 2 (SARS-CoV-2). Due dosi del vaccino di Pfizer-BioNTech hanno mostrato un'efficacia di 93% contro l'ospedalizzazione. I risultati aggiungono ad un test clinico precedente che adolescenti vaccinati trovati con la protezione 100% contro le infezioni SARS-CoV-2.

Mentre i banchi riattivano in persona imparare, la vaccinazione rimane il migliore modulo della protezione contro l'infezione severa SARS-CoV-2.

Lo studio “efficacia della vaccinazione di Pfizer-BioNTech mRNA contro l'ospedalizzazione COVID-19 fra le persone di 12-18 anni - gli Stati Uniti, giugno-settembre 2021„ recentemente sono stati pubblicati nel rapporto settimanale della morbosità e della mortalità del giornale del CDC.

Studio: L
Studio: Efficacia della vaccinazione di Pfizer-BioNTech mRNA contro l'ospedalizzazione COVID-19 fra le persone di 12-18 anni - Stati Uniti, giugno-settembre 2021. Credito di immagine: 9nong/Shutterstock

Come lo hanno fatto

Lo studio ha reclutato 464 persone fra le età di 12 e di 18 ammessi a 19 ospedali pediatrici dal 1° giugno al 30 settembre 2021. Circa 179 pazienti hanno avuti i sintomi COVID-19 ma una prova negativa COVID-19. Gli altri 285 sono stati designati come comandi in quanto non non video i sintomi COVID-19 e non hanno avute prova confermare SARS-CoV-2.

Il genitore o i guardiani ha fornito informazioni sulla cronologia della vaccinazione del COVID-19 dell'adolescente, sul tipo di vaccino dato, sulla posizione del sito della vaccinazione e sulla scheda della vaccinazione per confermare lo stato della vaccinazione.

Sulla base dello stato della vaccinazione, i pazienti sono stati raggruppati come unvaccinated o completamente sono stati vaccinati. La gente che parzialmente è stata vaccinata si è esclusa dall'analisi.

Ai tempi dello studio, i ricercatori hanno studiato soltanto l'efficacia vaccino dallo scatto della due-dose di Pfizer-BioNTech perché i vaccini di Johnson & Johnson e di Moderna non sono stati autorizzati ancora per questo gruppo d'età.

Caratteristiche pazienti

L'età media dei pazienti era di 15 anni. Circa 72% dei pazienti ha avuto almeno una condizione medica di fondo, compreso l'obesità. Circa 68% degli adolescenti stanno assistendo in persona al banco.

I pazienti ospedalizzati con i sintomi COVID-19 erano più probabili vivere nelle aree ad ad alto rischio della trasmissione SARS-CoV-2 ed avere più diagnosi del diabete. Al contrario, i pazienti ospedalizzati senza sintomi COVID-19 hanno riferito i comorbidities più neurologici o più neuromuscolari.

Differenze di vaccinazione in pazienti adolescenti ospedalizzati con COVID-19

Dei 179 adolescenti ospedalizzati con i sintomi COVID-19, 3% sono stati vaccinati e 97% erano unvaccinated. Circa 43% di questi pazienti sono stati ammessi al ICU e 16% ha richiesto il sostegno vitale, compreso ventilazione, le infusioni vasoactive, o l'ossigenazione extracorporea della membrana.

Due su 29 pazienti adolescenti con la malattia severa COVID-19 sono morto.

Tutti i pazienti ammessi al ICU, al sostegno vitale richiesto, o sono morto da COVID-19 erano unvaccinated.

I pazienti adolescenti Unvaccinated che sono stati scaricati dall'ospedale hanno speso una mediana dei 5 giorni nell'ospedale confrontato a 3% in pazienti vaccinati.

I ricercatori hanno calcolato un'efficacia del vaccino di 93% nell'impedire l'ospedalizzazione fra 12 - agli adolescenti di 18 anni. L'efficacia vaccino 93% è stata calcolata in un momento in cui il delta era la variante dominante negli Stati Uniti.

Limitazioni di studio

Parecchie limitazioni di studio dovrebbero essere prese in considerazione quando valuta i risultati. L'efficacia vaccino 93% osservata nello studio è basata sulla variante di delta da quando ampiamente stava circolando allora. C'è una possibilità che l'efficacia vaccino può cambiare con altre varianti come alfa e beta.

Lo studio ha avuto una piccola dimensione del campione per la valutazione dell'efficacia vaccino contro l'infezione severa COVID-19. Ulteriormente, perché i genitori o i guardiani auto-hanno riferito i dati, lo stato della vaccinazione può essere inesatto, o ci possono essere errori nel ricordo delle date specifiche su quando l'adolescente è stato infettato.

Circa 61% degli adolescenti esaminati nello studio provenivano dal sud, dove è l'alta trasmissione SARS-CoV-2. Quindi, la popolazione di studio non può essere rappresentante degli adolescenti negli stati con la diffusione bassa SARS-CoV-2.

Ai tempi dello studio, il vaccino di Pfizer-BioNTech era quello solo approvato per gli adolescenti 12-15 anni. L'efficacia vaccino può variare con Moderna o il vaccino unico di Johnson & Johnson. Ulteriormente, l'approvazione recente significa che i ricercatori non potevano valutare quanto tempo la protezione vaccino è durato in adolescenti.

Journal reference:
Jocelyn Solis-Moreira

Written by

Jocelyn Solis-Moreira

Jocelyn Solis-Moreira graduated with a Bachelor's in Integrative Neuroscience, where she then pursued graduate research looking at the long-term effects of adolescent binge drinking on the brain's neurochemistry in adulthood.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Solis-Moreira, Jocelyn. (2021, November 23). Il vaccino di Pfizer-BioNTech COVID dei ritrovamenti di studio di CDC assicura l'alta protezione contro l'ospedalizzazione in adolescenti. News-Medical. Retrieved on January 29, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20211123/CDC-study-finds-Pfizer-BioNTech-COVID-vaccine-provides-high-protection-against-hospitalization-in-adolescents.aspx.

  • MLA

    Solis-Moreira, Jocelyn. "Il vaccino di Pfizer-BioNTech COVID dei ritrovamenti di studio di CDC assicura l'alta protezione contro l'ospedalizzazione in adolescenti". News-Medical. 29 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20211123/CDC-study-finds-Pfizer-BioNTech-COVID-vaccine-provides-high-protection-against-hospitalization-in-adolescents.aspx>.

  • Chicago

    Solis-Moreira, Jocelyn. "Il vaccino di Pfizer-BioNTech COVID dei ritrovamenti di studio di CDC assicura l'alta protezione contro l'ospedalizzazione in adolescenti". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20211123/CDC-study-finds-Pfizer-BioNTech-COVID-vaccine-provides-high-protection-against-hospitalization-in-adolescents.aspx. (accessed January 29, 2022).

  • Harvard

    Solis-Moreira, Jocelyn. 2021. Il vaccino di Pfizer-BioNTech COVID dei ritrovamenti di studio di CDC assicura l'alta protezione contro l'ospedalizzazione in adolescenti. News-Medical, viewed 29 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20211123/CDC-study-finds-Pfizer-BioNTech-COVID-vaccine-provides-high-protection-against-hospitalization-in-adolescents.aspx.