Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'esposizione settimanale ad indicatore luminoso rosso-cupo di mattina può migliorare la visione di diminuzione

Appena tre minuti dell'esposizione ad indicatore luminoso rosso-cupo una volta alla settimana, una volta consegnato di mattina, possono migliorare significativamente la vista diminuente, trova un nuovo studio aprente la strada dai ricercatori di UCL.

Pubblicato nei rapporti scientifici, le configurazioni di studio sul lavoro precedente del gruppo, che ha mostrato l'esposizione di tre minuti quotidiana ad indicatore luminoso rosso-cupo a onde lunghe “si sono inserite„ le celle dei mitocondri di produttore d'energia nella retina umana, aiutante la spinta che diminuisce naturalmente la visione.

Per questo l'ultimo studio, scienziati ha voluto stabilire che effetto una singola esposizione di tre minuti avrebbe avuta, mentre però facendo uso di livelli energetici molto più bassi che i loro studi precedenti. Ancora, costruendo sulla ricerca separata di UCL nelle mosche che hanno trovato i mitocondri video “i carichi di lavoro mobili„ secondo l'ora, l'esposizione di mattina confrontata gruppo all'esposizione di pomeriggio.

Riassumendo, i ricercatori trovati là erano, in media, un miglioramento di 17% nella visione di contrasto del colore dei partecipanti una volta esposti a tre minuti 670 dell'indicatore luminoso rosso-cupo di nanometro (lunghezza d'onda lunga) di mattina e gli effetti di questa singola esposizione sono durato almeno una settimana. Tuttavia, quando la stessa prova è stata effettuata nel pomeriggio, nessun miglioramento è stato veduto.

Gli scienziati dicono i vantaggi di indicatore luminoso rosso-cupo, evidenziati dai risultati, tracciano un'innovazione per salubrità dell'occhio e dovrebbero piombo alle terapie da casa accessibili dell'occhio, aiutanti milioni di persone globalmente con la visione naturalmente di diminuzione.

Dimostriamo che l'un'singola esposizione all'indicatore luminoso rosso-cupo dell'onda lunga di mattina può migliorare significativamente la visione di diminuzione, che è un'emissione importante di benessere e di salubrità, pregiudicando milioni di persone globalmente.

Questo intervento semplice applicato al livello della popolazione urterebbe significativamente su qualità di vita come la gente invecchia e probabilmente provocherebbe i costi sociali diminuiti che risultano dai problemi connessi con la visione diminuita.„

Valletta Jeffery, autore principale, il professor, istituto di UCL di oftalmologia

Visione naturalmente di diminuzione e mitocondri

In esseri umani intorno 40 anni, le celle nella retina dell'occhio cominciano ad invecchiare ed il passo di questo invecchiamento è causato, in parte, quando i mitocondri delle cellule, di cui il ruolo è di produrre l'energia (conosciuta come il trifosfato di adenosina) e di amplificare la funzione delle cellule, egualmente si avvi diminuire.

La densità mitocondriale è più grande nelle celle del fotoricettore della retina, che hanno domande di alta energia. Di conseguenza, la retina invecchia più velocemente di altri organi, con una riduzione del trifosfato di adenosina di 70% durante vita, causante un declino significativo nella funzione del fotoricettore mentre mancano dell'energia per eseguire il loro ruolo normale.

Nello studio degli effetti di indicatore luminoso rosso-cupo in esseri umani, in ricercatori costruiti sui loro risultati precedenti in mouse, in bombi e nelle mosche di frutta, che tutte hanno trovato i miglioramenti significativi nella funzione dei fotoricettori della retina quando i loro occhi sono stati esposti 670 all'indicatore luminoso rosso-cupo di nanometro (lunghezza d'onda lunga).

“I mitocondri hanno sensibilità specifiche all'indicatore luminoso di lunghezza d'onda lunga che influenza la loro prestazione: le lunghezze d'onda più lunghe che misurano 650 a 900nm migliorano la prestazione mitocondriale per aumentare la produzione di energia,„ ha detto il professor Jeffery.

Studi di pomeriggio e di mattina

La popolazione del fotoricettore della retina è formata dei coni, che percezione del colore mediata e coni retinici, che adattano la visione indicatore luminoso basso/tenue. Questo studio messo a fuoco sui coni e sulla sensibilità osservata di contrasto di colore, lungo l'asse protan (contrasto rosso verde di misurazione) e l'asse tritan (blu-giallo).

Tutti i partecipanti sono stati invecchiati fra 34 e 70, non hanno avuti malattia oculare, completata un questionario per quanto riguarda salubrità dell'occhio prima della prova ed hanno avuti percezione del colore normale (funzione del cono). Ciò è stata valutata facendo uso “di una prova dell'intensità„: l'identificazione ha colorato le lettere che hanno avute contrasto molto basso e sono sembrato sempre più vaghe, un trattamento chiamato contrasto di colore.

Facendo uso di un'unità fornita del LED tutti e 20 i partecipanti (13 femminili e maschio 7) sono stati esposti a tre minuti di indicatore luminoso rosso-cupo 670nm di mattina fra le 8 di mattina e le 9 di mattina. La loro percezione del colore poi è stata provata ancora post-esposizione tre ore e 10 dei partecipanti egualmente sono stati esaminati post-esposizione una settimana.

In media c'era un miglioramento “significativo„ di 17% nella percezione del colore, che ha durato una settimana in partecipanti esaminati; in alcuni partecipanti più anziani c'era un miglioramento di 20%, anche durante una settimana.

Alcuni mesi sopra dalla prima prova (assicurare tutti gli effetti positivi dell'indicatore luminoso rosso-cupo era stata “scolorita ") sei (maschio tre femmina, tre) dei 20 partecipanti, hanno effettuato la stessa prova nel pomeriggio, fra la mezzanotte alla 1 del pomeriggio. Quando i partecipanti poi hanno fatti la loro percezione del colore provare ancora, ha mostrato il miglioramento zero.

Il professor Jeffery ha detto: “Facendo uso di un'unità semplice del LED una volta alla settimana, ricariche il sistema energetico che è diminuito nelle celle della retina, piuttosto come la ricarica della batteria.

“E l'esposizione di mattina è assolutamente chiave a raggiungere i miglioramenti nella visione di diminuzione: come precedentemente abbiamo veduto in mosche, i mitocondri hanno schemi di lavoro mobili e non rispondono allo stesso modo ad indicatore luminoso nel pomeriggio - questo studio conferma questo.„

Per questo studio l'energia leggera emessa dalla torcia del LED era appena 8mW/cm2, piuttosto che 40mW/cm2, che precedentemente avevano usato. Ciò ha l'effetto di attenuazione dell'indicatore luminoso ma non pregiudica la lunghezza d'onda. Mentre entrambi i livelli energetici sono perfettamente sicuri per l'occhio umano, diminuire l'energia ulteriormente è un assegno complementare.

Terapie accessibili da casa dell'occhio

Con una scarsità - rosso - delle occhio-terapie leggere profonde accessibili disponibili, il professor Jeffery sta lavorando per nessun guadagno commerciale con il pianeta che accendono il Regno Unito, una piccola impresa in Galles ed altre, allo scopo di produrre gli articoli infrarossi dell'occhio 670nm ad un costo accessibile, contrariamente ad alcune altre unità del LED destinate per migliorare la visione disponibile negli Stati Uniti per oltre $20.000.

“La tecnologia è semplice e molto sicura; l'energia consegnata dall'indicatore luminoso dell'onda lunga 670nm non è che molto maggior di quello trovato all'indicatore luminoso ambientale naturale,„ il professor Jeffery ha detto.

“Dato la sua semplicità, sono sicuro un'unità di facile impiego posso essere messo a disposizione ad un costo accessibile al grande pubblico.

“Nell'immediato futuro, un'esposizione una volta alla settimana di tre minuti ad indicatore luminoso rosso-cupo potrebbe essere fatta mentre produrre un caffè, o sulla permuta che ascolta un podcast e così aggiunta semplice potrebbe trasformare la cura e la visione dell'occhio intorno al mondo.„

Limitazioni di studio

Malgrado la chiarezza dei risultati, i ricercatori dicono che alcuni dei dati sono “rumorosi„. Mentre gli effetti positivi sono chiari per le persone dopo l'esposizione 670nm, la grandezza dei miglioramenti può variare contrassegnato fra quelli di simili età. Di conseguenza, una certa avvertenza è necessaria nel interpretating i dati. È possibile che ci siano altre variabili fra le persone che influenzano il grado di miglioramento che i ricercatori non hanno identificato finora e richiederebbero una più grande dimensione del campione.

Questa ricerca è stata costituita un fondo per dalla biotecnologia e dal consiglio della ricerca di scienze biologiche e la ricerca Regno Unito di vista.

Per contribuire ad incontrare i costi di questa ricerca e della ricerca di futuro, Lab del professor Glen Jeffery all'istituto di UCL dell'oftalmologia riceve le donazioni via UCL dà ora la piattaforma.

Source:
Journal reference:

Shinhmar, H., et al. (2021) Weeklong improved colour contrasts sensitivity after single 670nm exposures associated with enhanced mitochondrial function. Scientific Reports. doi.org/10.1038/s41598-021-02311-1.