Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Livelli di SARS-CoV-2 contagioso in persone vaccinate ed unvaccinated

Il duro lavoro persistente e la ricerca approfondita dagli scienziati piombo allo sviluppo di parecchi vaccini per limitare la diffusione del coronavirus acuto severo 2 (SARS-CoV-2), l'agente causale di sindrome di malattia respiratoria della pandemia di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19). Tuttavia, la frequenza infezioni dell'innovazione del `' in persone completamente vaccinate è aumentato in seguito all'apparizione della variante di delta di preoccupazione (VOC).

Studio: Confronto di SARS-CoV-2 contagioso dalla nasofaringe delle persone vaccinate ed unvaccinated. Credito di immagine: PHOTOCREO Michal Bednarek/ShutterstockStudio: Confronto di SARS-CoV-2 contagioso dalla nasofaringe delle persone vaccinate ed unvaccinated. Credito di immagine: PHOTOCREO Michal Bednarek/Shutterstock

Ciò suggerisce che le varianti novelle SARS-CoV-2 possano mediare il grado di fuga da immunità presso le persone vaccinate. Tuttavia, è poco chiara se tali infezioni piombo alla trasmissione in avanti. Un nuovo studio, pubblicato sul " server " della pubblicazione preliminare del medRxiv*, ha valutato i livelli di virus contagioso (ottenuto dalla nasofaringe) in persone vaccinate ed unvaccinated.

Motivazione

La ricerca precedente ha indicato che le infezioni dell'innovazione con il COV di delta hanno generato i simili livelli di acidi nucleici virali fra le persone vaccinate ed unvaccinated. Tuttavia, gestendo per i simili valori di Ct, c'è una differenza significativa fra l'infettività delle persone vaccinate ed unvaccinated? Più ulteriormente, la durata della protezione provveduta dalla vaccinazione in persone vaccinate infettate delle varianti SARS-CoV-2 rimane sconosciuta.

Un nuovo studio

I ricercatori hanno intrapreso gli studi che fanno partecipare 125 (72 vaccinati e 53 unvaccinated) pazienti per rivolgere le domande qui sopra. I campioni rinofaringei sono stati ottenuti dai campioni clinici in eccesso usati per diagnosticare l'infezione SARS-CoV-2. Il periodo di studio era luglio all'agosto 2021, durante cui il COV di delta era la variante di circolazione predominante.

Per tenere conto eterogeneità significativa, i campioni rinofaringei sono stati scelti da un intervallo dei valori di soglia del ciclo (Ct) RT-qPCR fra le persone vaccinate. Questi, successivamente, sono stati abbinati con i valori corrispondenti di Ct fra le persone unvaccinated. Più ulteriormente, all'interno degli intervalli dati di Ct, le persone sono state abbinate da altre caratteristiche, quali l'età ed il sesso, a controllo per le differenze demografiche fra i gruppi. Dopo i gruppi del vaccinati di ed unvaccinated dell'accoppiamento, gli scienziati non hanno osservato differenze di età o sesso significative. 41,6% erano maschii e l'età media era di 46,9 anni. 

Sessantacinque persone con le infezioni dell'innovazione avevano completato un programma di vaccinazione standard del mRNA della due-dose fra il gruppo vaccinato. Sette persone vaccinate hanno ricevuto un d'una sola dose di un vaccino di vettore dell'adenovirus SARS-CoV-2 (Johnson and Johnson).

Risultati principali

Gli scienziati non hanno trovato differenza significativa nei numeri di copia del genoma SARS-CoV-2 fra le infezioni vaccinate ed unvaccinated, gestenti per le differenze in piattaforme cliniche di prova. Successivamente, hanno eseguito le analisi quantitative della placca per studiare se c'erano differenze nei livelli di virus contagioso fra le infezioni dell'innovazione e le persone unvaccinated. Ancora una volta, nessuna differenza significativa è stata trovata attraverso i gruppi.

Il punto seguente era di analizzare la proporzione di campioni rinofaringei con un virus culturable. I ricercatori hanno osservato una percentuale più bassa dei campioni contagiosi in pazienti vaccinati (21%) riguardante i pazienti unvaccinated (40%). Catturati insieme, questi dati suggeriscono che i vaccini correnti non possano cambiare i livelli di replica del virus nelle vie respiratorie superiori l'infezione una volta che virale stabilisce. Tuttavia, i vaccini possono proteggere la neutralizzazione migliorata delle particelle virali contagiose o dello spazio rapido.

È importante capire se la probabilità della coltura dei virus contagiosi pricipalmente è determinata tramite i fattori o le differenze demografici nelle traiettorie di malattia. Per affrontare questa emissione, gli scienziati hanno usato un modello registro-binomiale con gli errori standard robusti per predire la probabilità di rilevazione dei virus contagiosi fra i pazienti vaccinati ed unvaccinated.

È stato osservato che la vaccinazione ha diminuito significativamente la presenza di virus contagioso durante l'infezione dell'innovazione (da 51%). Fra i pazienti che hanno completato due dosi del vaccino del mRNA, è stato osservato che questa protezione ha calato significativamente con tempo, cominciante a cinque mesi di post-vaccinazione. In generale, i dati hanno suggerito una profonda perdita nella protezione contro la presenza di virus contagiosi fra le persone vaccinate.

Conclusione

Questi risultati ottenuti in studio corrente sono in conformità con gli studi precedenti che hanno suggerito che la protezione della vaccinazione del mRNA diminuisca col passare del tempo. Questi risultati hanno implicazioni importanti riguardo alla sincronizzazione dei colpi del ripetitore per impedire la trasmissione in avanti i casi dell'innovazione. Gli scienziati hanno specificato che l'approvazione dei ripetitori del mRNA in una finestra critica 4-6-month potrebbe diminuire il transmissibility del virus fra le persone completamente vaccinate con le infezioni dell'innovazione.

avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Priyom Bose

Written by

Dr. Priyom Bose

Priyom holds a Ph.D. in Plant Biology and Biotechnology from the University of Madras, India. She is an active researcher and an experienced science writer. Priyom has also co-authored several original research articles that have been published in reputed peer-reviewed journals. She is also an avid reader and an amateur photographer.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Bose, Priyom. (2022, January 07). Livelli di SARS-CoV-2 contagioso in persone vaccinate ed unvaccinated. News-Medical. Retrieved on January 22, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20220107/Levels-of-infectious-SARS-CoV-2-in-vaccinated-and-unvaccinated-individuals.aspx.

  • MLA

    Bose, Priyom. "Livelli di SARS-CoV-2 contagioso in persone vaccinate ed unvaccinated". News-Medical. 22 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20220107/Levels-of-infectious-SARS-CoV-2-in-vaccinated-and-unvaccinated-individuals.aspx>.

  • Chicago

    Bose, Priyom. "Livelli di SARS-CoV-2 contagioso in persone vaccinate ed unvaccinated". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20220107/Levels-of-infectious-SARS-CoV-2-in-vaccinated-and-unvaccinated-individuals.aspx. (accessed January 22, 2022).

  • Harvard

    Bose, Priyom. 2022. Livelli di SARS-CoV-2 contagioso in persone vaccinate ed unvaccinated. News-Medical, viewed 22 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20220107/Levels-of-infectious-SARS-CoV-2-in-vaccinated-and-unvaccinated-individuals.aspx.